• Google+
  • Commenta
19 giugno 2012

Un Ciak tutto al femminile

Ciak dopo Ciak sta nascendo un film che affronta una delle fasi più critiche che una donna è costretta a superare durante la vita: la crisi dei 50 anni e l’imminente menopausa. Una sorta di seconda adolescenza che le donne devono fronteggiare, a cui non si dà tanto importanza dalla società contemporanea, ma che invece è un problema quotidiano e non deve essere nascosto.

Tutte queste caratteristiche appartengono alla protagonista Eva, interpretata dalla brava Angela Finocchiaro nel film che stanno girando dai primi giorni di Giugno, cui le riprese andranno avanti per due mesi. Eva contro Eva è il titolo provvisorio del film di Sophie Chiarello, distribuito da Medusa e prodotto da Paolo Guerra (storico produttore del trio comico di Aldo, Giovanni e Giacomo); l’uscita nelle sale è prevista per marzo 2013.

Dalle prime indiscrezioni trapela che è un film comico, ma allo stesso tempo affronta un quesito molto serio. Non viene raccontata solo la crisi dei 50 anni, ma inquadra bene il ruolo e il significato che hanno le donne una volta arrivate a tale soglia. Se gli uomini di mezza età sono rinvigoriti e talvolta affascinanti, le donne lottano ogni giorno con i segni dell’età che avanza, ammettendo l’errore di non ritagliarsi un pò di tempo per sé stesse.

Proprio come Eva, austera commessa di un reparto cosmetico di un Grande Magazzino, vedendo la collega licenziata senza una motivazione plausibile, le iniziano a crollare tutte le certezze della sua vita. Tale episodio incrementa nella protagonista l’ansia di eseguire il proprio lavoro in maniera  sempre più rigorosa, troppo, infatti il risultato sarà un susseguirsi di sventure che alla fine saranno trasformate in fortune da un certo personaggio misterioso: interpretato da Giovanni Storti.

Questo nuovo percorso che Angela Finocchiaro (Eva) vive, la porta a trascurare la figlia che sogna di essere una cantante rock, interpretata a sorpresa da una ragazza appena uscita da XFacotr Francesca Lo Coco. Gli uomini compaiono come elementi perturbanti nella storia, sebbene abbiano anche loro un ruolo importante. Nel cameo ci sono molti attori sorprendenti: Elio (delle Storie Tese) che interpreta Gino , ex marito e uomo mai cresciuto veramente;  Raul Cremona che per la prima volta interpreta la parte del cattivo Pagliai, datore di lavoro di Eva.

Il film è ambientato a Torino, dove appunto è stato presentato il 18 Giugno negli studi televisivi della città. Ambiente molto amato dalla Finocchiaro,  che ha affermato di apprezzare Torino più della sua città natale Milano. Come spiega l’attrice in una intervista fatta da Franca Cassine per il giornale online La Stampa:

«L’idea di girare un film tutto al femminile è nata molto tempo fa e solo la testardaggine ci ha permesso di riuscire a concretizzare questo progetto. Fino ai primi del ‘900 le donne morivano prima della menopausa, adesso le cose sono cambiate e stiamo imparando a superare lo shock di aver varcato questa soglia. Così le donne che nella prima parte della loro vita sono state protagoniste, si trovano a essere recalcitranti ad affrontare la vecchiaia che è come un paio di occhiali che ci troviamo a indossare. Una donna, passata la soglia dei 50, deve imparare a reinventarsi e questi argomenti in Italia difficilmente trovano spazio» Eva dopo Eva

Il video di presentazione ésu : http://youtu.be/Fx-xd8YYNrs

 

Google+
© Riproduzione Riservata