• Google+
  • Commenta
11 luglio 2012

Banche, sicurezza e “Grandi Fratelli”: nulla sfugge

Siamo consapevoli di quanto veloce corra il mondo?E di come i sistemi informatici galvanizzino l’intero globo?

C’è chi preferisce dire che, oramai, questi stiano sostituendo addirittura la nostra mente: sembrerebbe una considerazione errata.

Corre notizia nel web che in America, un individuo, forse sconvolto dalla crisi economica, oppure poco consapevole della potenza e dell’estensione delle reti informatiche e della tecnologia avanzatissima (o, ancor peggio, completamente all’oscuro riguardo il funzionamento dei sistemi di allarme nelle banche) si sia fatto “beccare” dalle forze dell’ordine Americane mentre tentava di rapinare due banche, poste l’una di fronte all’altra.

Quella mattina, infatti, si trovò innanzi la soglia della Bank of America, a San Francisco, esattamente nel punto in cui si trova un’agenzia della Wells Fargo (la celebre compagnia di servizi finanziari americana); messosi in fila, diligentemente, tenne in mano uno strano biglietto, scritto di suo pugno, sulla carta intestata della banca. Nel biglietto era riportato a chiare lettere un avvertimento destinato alla cassiera, in cui era espresso l’imperativo riguardo la consegna dei soldi.

Mentre si trovò ad attendere il suo turno, ansioso di compiere il reato, guardandosi attorno, scorse lo sguardo di un altro cliente prima, e un altro soggetto che, dubbioso, si rivolgeva al direttore, dopo. Lasciò pertanto i suoi propositi e uscì in fretta dall’agenzia.

Ignaro di cosa si stessero raccontando, all’interno degli uffici, anziché allontanarsi del tutto, varcò nuovamente la soglia della Wells Fargo dove, non trovando adesso alcun cliente si decise a consegnare il biglietto alla cassiera, ma questa, presa da altre facendo gli rispose che, essendo il biglietto proveniente dalla Bank of America, non poteva dare credito alla richiesta e pertanto lo invitava a recarsi nell’agenzia di tale filiale; il tizio, lasciatosi convincere dal discorso della donna, riprese il biglietto uscì dall’agenzia e oltrepassata la strada varcò la soglia della Bank of America dove, chiaramente, c’erano ad attenderlo le forze dell’ordine, avvertite durante i momenti di confusione che venutisi a creare in precedenza.

Morale della storia: se è vero che una volta questi sistemi venivano accettati , oggi non lo sono più ; l’evolversi delle reti informatiche, la solidarietà, gli “occhi” freddi delle telecamere e le reti satellitari renderebbero la vita più sicura. Tuttavia resta il dubbio, se il reato, tutto sommato, non viene commesso.

Possiamo davvero ritenerci fortunati?

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy