• Google+
  • Commenta
9 luglio 2012

Biancaneve e il cacciatore, dall’11 luglio al cinema

Biancaneve e il cacciatore, film molto atteso diretto da Rupert Sanders, è uno di quei titoli che di certo non passerà inosservato nonostante il forte caldo che in questi giorni sta tenendo lontano il pubblico del Paese dalle sale cinematografiche.

Merito senza dubbio di un cast dai nomi altisonanti come quelli di Charlize Theron (L’avvocato del diavolo [1997], Monster [2003]), Krinsten Stewart (Into the Wild – Nelle terre selvagge [2007], Twilight [2008]) e Chris Hemsworth (Thor [2011], The Avengers [2012]).

Purtroppo la pellicola risulta essere uno dei più clamorosi buchi nell’acqua del cinema fantasy degli ultimi anni. Un prodotto tanto scadente da far alzare lo spettatore dalla poltrona con un solo quesito nella mente: perché?

La trama la conosciamo tutti. La regina cattiva (Charlize Theron) dopo aver usurpato il trono del padre di Biancaneve (Krinsten Stewart) vuole uccidere la giovane perché invidiosa della sua fresca bellezza. Per farlo si affida al rude cacciatore (Chris Hemsworth) che però alla fine non se la sente eccetera, eccetera.. I nani eccetera, eccetera..

Niente di nuovo, dunque, sul fronte occidentale. Tutto già visto. Una cosa che non si era mai vista, invece, è la Theron che urla dall’inizio alla fine di un film. Davvero incredibile.

Krinsten Stewart è fuori parte come suo solito. Anni e anni accanto al vampirello Pattinson, forse, sono serviti a poco. Poi c’è l’attore che fa il cacciatore, Hemsworth. Tanto bello quanto inutile.

Interpretazioni scialbe a parte, cosa rimane? Un grande vuoto. Doveva essere la versione dark della favola dei fratelli Grimm, la risposta “seria” al delizioso ed originale Biancaneve (2012) con Julia Roberts, invece si è rivelata l’ennesima baracconata insulsa targata Hollywood.

Dove sono finite le pellicole fantasy di una volta, quelle coi pupazzoni che si potevano toccare e che erano capaci di incantare grandi e piccini? Cosa è rimasto delle atmosfere affascinanti del mitico Willow (1988) e del leggendario La storia infinita (1984)?

Possibile che la fantasia sia stata soppiantata dagli effetti speciali? Alcune sequenze di Biancaneve e il cacciatore ambientate nella Foresta Oscura sono al limite dell’imbarazzante. La computer grafica dilaga e soffoca ogni inquadratura. I colori innaturalmente sfavillanti danno un senso di finto che fa accapponare la pelle.

I momenti che vedono le breve apparizioni del Troll e del Cervo Bianco scadono nel ridicolo involontario, e non se ne capisce bene il senso. Si sfocia nel cartone animato, e si finisce per rimpiangere i colori pastello di Taron e la pentola magica (1985).

Tra i nani, buttati nella mischia velocemente e senza alcun approfondimento psicologico, sbuca anche un barbuto Bob Hoskins, e, con le lacrime agli occhi, viene da chiedersi ancora una volta: perché Bob?

L’opera di Sanders è frammentaria e scorre a fatica, episodio dopo episodio, fino all’ultima battaglia che dà la botta finale allo spettatore. Molta noia e zero emozioni nel vedere la nostra eroina con tanto di armatura lucente giocare a fare il Robin Hood di Ridley Scott sulla spiaggia in sella al cavallo bianco mandato dal Destino.

In finale, quest’ultima rivisitazione della fiaba classica è da evitare come il maglione ad agosto.

Per quanto riguarda Charlize Theron, si spera che con Prometheus (2012), che uscirà da noi il 19 ottobre con “solo” quattro mesi e mezzo di ritardo rispetto al resto del mondo, riesca a far dimenticare la sua partecipazione a questa pellicola. Anche se il conto con Æon Flux (2006) resta ancora aperto.

Il consiglio è sempre lo stesso: volete passare una bella serata in compagnia dei vostri amici più cari? Allora affittatevi in videocassetta un classicone del calibro di Fantaghirò 4 (1994), quello si, un pilastro del fantasy dark.

Se però siete cosi curiosi da voler vedere Biancaneve e il cacciatore al cinema a tutti i costi, non rovinatevi la “sorpresa” andando a sbirciare su Wikipedia. Sembra ci sia scritta da tempo per filo e per segno l’intera trama.

Voto: 4

Titolo Originale: Snow White & the Huntsman
Paese / anno: USA / 2012
Regia: Rupert Sanders
Sceneggiatura: Hossein Amini, Evan Daugherty, John Lee Hancock
Fotografia: Greig Fraser
Montaggio: Conrad Buff IV, Neil Smith
Scenografia: Dominic Watkins
Produzione: Roth Films, Universal Pictures
Distribuzione: Universal Pictures
Durata: 127 minuti
Data di uscita: 11 luglio 2012
Interpreti: Kristen Stewart, Chris Hemsworth, Charlize Theron, Sam Claflin, Vincent Regan, Noah Huntley, Liberty Ross, Ian McShane, Bob Hoskins, Johnny Harris, Toby Jones, Eddie Marsan, Ray Winstone, Nick Frost, Brian Gleeson, Lily Cole, Sam Spruell, Christopher Obi Ogugua

Google+
© Riproduzione Riservata