• Google+
  • Commenta
24 luglio 2012

Lia Careddu e il Cappotto di Gogol


Lia Careddu
, storica attrice del Teatro Stabile della Sardegna affronta, da sola, un grande classico dell’umorismo in un one-woman-show.
L’attrice giocherà col racconto di Gogol’, con la sinuosità, l’ambiguità, la crudeltà e la tenerezza della narrazione, con l’insorgere dei suoi aspetti grotteschi e fantastici.
Avvolta dalle note della bellissima Gogol’ suite di Alfred Schnittke, sarà quindi lo “spirito del racconto”- ma sarà anche Akakij Akakievič, sarà il sarto, la moglie del sarto, il sottocapufficio, il “personaggio considerevole”, in un gioco fatto di distanza e personificazione, d’ironia e adesione, amplificato dal suo essere portatrice di uno sguardo (e di una voce) femminile.

Dopo il debutto a Cagliari e il successo al Teatro Franco Parenti di Milano “Il cappotto di Gogol”, produzione del Teatro Stabile della Sardegna andrà in scena venerdi 27 Luglio alle ore 21.30 nella fantastica cornice dell’anfiteatro di Monte Sirai a Carbonia.

Lo spettacolo è inserito all’interno della programmazione estiva dal titolo “Estiamoinsieme” promossa dal Comune di Carbonia e organizzata da Associazione Enti Locali per lo Spettacolo.

Fonte immagine: www.teatrailer.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy