• Google+
  • Commenta
5 luglio 2012

Pilates: quando è la mente a controllare il corpo

La mente è capace di governare il corpo anche se molto spesso pulsioni, passioni ed ormoni soprattutto non ci rendono la vita facile! Tutti abbiamo sentito parlare almeno una volta di Pilates, ma sono pronta a scommettere che bene pochi di noi sappia di cosa di tratta in realtà. Nato all’inizio dello scorso secolo dalla brillante mente di Joseph Pilates, è un metodo di allenamento studiato per accrescere la nostra elasticità corporea, incrementando in potenza i muscoli senza ingrossarli.

Mentre si acquisisce una maggior consapevolezza del corpo, Pilates lo rimodella plasmando un fisico asciutto e tonico con tanto di addominali piatti e gambe chilometriche. Imparare a compiere movimenti fluidi e morbidi è una prerogativa di questo esercizio fisico: si crea un forte legame tra corpo e mente durante l’esecuzione di questo metodo e persino concentrazione, respirazione e meditazione vengono impiegate attivamente in ogni singola fase.

La concentrazione serve a distendere ed allineare la colonna vertebrale, mentre la respirazione consente di svolgere ogni movimento in maniera energica evitando lo stress dovuto ad una respirazione irregolare ed infine la meditazione rende più familiare e cosciente ogni gesto compiuto.

La fascia addominale è quella che maggiormente beneficerà di un allenamento Pilates poiché il sostentamento della schiena insieme al rafforzamento dei muscoli addominali sono fasi centrali. Fare Pilates in un centro fitness adibito, significa dedicare 50/60 minuti del nostro tempo ad un insegnante preparato che, con l’ausilio o meno di attrezzature specifiche, potrà proporci tra i 500 esercizi esistenti quelli che riterrà più consoni al nostro livello di preparazione.

Google+
© Riproduzione Riservata