• Google+
  • Commenta
7 agosto 2012

Addio a Renato Nicolini, inventore dell’ “Estate Romana”

È morto sabato, dopo una lunga malattia, Renato Nicolini, uomo politico, architetto e drammaturgo, già assessore alla Cultura del Comune di Roma tra il 1976 e il 1985 e di quello di Napoli tra il 1994 e il 1997 nonché deputato prima del PCI poi del PDS dal 1983 al 1994.

Come politico, la sua fama resterà per sempre legata alle Estati Romane, da lui inventate nel periodo in cui era assessore alla cultura per ravvivare la capitale nei mesi estivi: un’idea, la sua, pensata soprattutto per chi, non potendo permettersi lunghi periodi di villeggiatura fuori città, era costretto a trascorrere i mesi estivi oppresso, oltre che dal caldo, dalla noia. Grazie a Nicolini e alle giunte di cui ha fatto parte (tra le quali quella guidata dal famoso critico d’arte Giulio Carlo Argan), gli abitanti di Roma hanno potuto godere anche durante l’estate di proiezioni di film all’aperto, di concerti, spettacoli teatrali ed altro ancora. L’iniziativa di Nicolini suscitò, all’epoca, molte polemiche: più di uno parlò dell’Estate Romana come di un “trionfo dell’effimero”, dovendosi poi ricredere davanti al successo della manifestazione ed alla sua longevità.

Non è stata però solo l’Estate Romana a caratterizzare la carriera politica di Nicolini: vanno ricordati anche il breve periodo in cui fu assessore alla Cultura a Napoli negli anni ’90, quando l’allora sindaco Bassolino rappresentava per molti la speranza di un possibile rinnovamento del costume politico e non era ancora sinonimo di gestione satrapica del potere e di attaccamento alla poltrona ad ogni costo, e più in generale le tante battaglie da lui condotte sia in ambito pubblico che all’interno del suo partito. Tra le prime, va sicuramente citato il no al progetto di discarica accanto a Villa Adriana, nello stesso luogo in cui da qualche anno si svolgeva un apprezzato festival al quale avevano partecipato nomi importanti della cultura come Philip Glass, Giorgio Albertazzi e Cassandra Wilson poi “tagliato” tra le polemiche dall’attuale giunta regionale; tra le seconde non si può dimenticare la presa di posizione pubblica a favore delle primarie per la scelta del candidato alla presidenza della Regione Lazio, ma ce ne sarebbero da citare molte altre.

Su una cosa tutti sembrano concordare: Nicolini, nella sua vita politica, è stato un irregolare. Lontano mille miglia sia dallo stereotipo del comunista serioso e incapace di ridere di se stesso (qualcuno lo ricorderà nel programma di Renzo Arbore Quelli della notte mentre sfila nella classifica di look di Roberto D’Agostino nei panni dell’ “edonista reaganiano”, con tanto di bretelle rosse decorate con falce e martello, o nella sua breve comparsata all’inizio del film Notturno Bus) che da quello del politico che, dopo aver arraffato tot. preferenze, si comporta come un padreterno in sedicesimo, Nicolini è riuscito, nonostante la sua “diversità”, a guadagnarsi la stima di molti, anche all’estero (il ministro della Cultura francese Jack Lang lo nominò, nel 1985, Officier de l’Ordre des Arts et des Lettres de la République Française). Va detto, a onor del vero, che non tutti quelli che gli hanno dedicato i loro attestati di stima post-mortem lo hanno tenuto in così alta considerazione da vivo: infatti, ormai da molto tempo Nicolini era ai margini della vita politica del suo partito, e in alcune occasioni le sue esternazioni, condivisibili o meno che fossero, sembravano essere accolte con fastidio dai dirigenti del centro-sinistra, specialmente a livello locale. Comunque la si pensi su di lui, resta il fatto incontestabile che Nicolini ha cambiato il modo di fare politica nell’ambito della cultura, e solo per questo è certo che in tanti ne sentiranno la mancanza.

Fonte foto: http://www.sentieriselvaggi.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy