• Google+
  • Commenta
18 agosto 2012

Ciao ciao Rimini: la moda si sposta ad Urbino

Specializzazioni e grandi nomi per lanciare il progetto

Altri tempi. Nel 2009, Rimini concludeva la sfortunata avventura del master in Collection & Production Manager, secondo alcuni per problemi di coordinamento e di sostegno.

Il titolo di capitale della moda universitaria si reggeva grazie alla laurea triennale in Culture e tecniche della moda e la magistrale in Moda, corsi inseriti nella facoltà di Lettere e Filosofia dell’Alma Mater Studiorum. Un binomio che finora ha retto bene: nell’anno accademico 2011/2012, il numero di immatricolazione è salito da270 a 347.

Ma si sa, l’erba del vicino è sempre più verde, e proprio a pochi chilometri dalla città romagnola, nella facoltà di Sociologia dell’università di Urbino, aprirà un nuovo master in Design della moda, che aprirà i battenti agli inizi di ottobre.

Il master sarà chiaramente un master di I livello, della durata di un anno, con 1500 ore complessive di cui 500 di stage, e sarà aperto a chi avrà una laurea triennale nel settore della moda o un diploma specifico del settore. Questi gli insegnamenti, svelati dal sito internet RomagnaNoi: Teoria del colore, Storia della moda, dell’arte e del costume, Trend culturali e immaginari contemporanei, Specificità della moda italiana, Materiali della moda. Gli insegnamenti di area: Fashion CAD, Disegno e tecniche di moda, Stampa e design tessuti; Introduzione al modellismo, Cucito base, Cucito camicia, Cucito giacca, Cucito pantalone, Cucito capospalla, Cucito gonna, Labotario di taglio 1 e 2, Tecnologia e ricerca del tessuto, Drappeggio; Concept making, Styling, Laboratorio stilistico.

Il corso sarà incentrato sul piano meramente professionale. Dopo le difficoltà passate da Urbino a proporre la moda in campo accademico, come attesta la chiusura di qualche anno fa del vecchio corso triennale di moda, l’orientamento è di passare ad un approccio pratico che punti sulla realizzazione e sull’approdo al mondo del lavoro. L’obiettivo dichiarato è di sviluppare capacità concrete, sia teoriche, sia pratiche, oltre che progettuali, attraverso strumenti informatici ed esperienze didattiche presso aziende e laboratori sartoriali.

Per lanciare il master ci saranno collaborazioni di livello: da Dondup a Pietro Guidi, da Alberta Ferretti a Fendi. I partner saranno anche nel corpo docenti, che vede la collaborazione di Massimo Berloni e Manuela Mariotti di Dondup, Brunello Cucinelli e Livio Prioli della Armani S.P.A. e lo stesso Pietro Guidi.

La finalità del corso sembra un effettivo lancio nel business della moda: ogni studente presenterà una collezione personale che sarà esposta, presso Casa Milano Dondup, ad un pubblico di appassionati, esperti di moda e possibili acquirenti.

Rimini, guardati alle spalle: le mode vanno e vengono!

 

Fonte immagine: Paperblog

Google+
© Riproduzione Riservata