• Google+
  • Commenta
27 agosto 2012

Comunicare dall’estero adesso è più facile

E’ stato finalmente approvato il progetto che vede coinvolta l‘Università di Verona e il Dipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e l’innovazione tecnologica della Presidenza del Consiglio dei ministri. Innovazione tecnologica che comprende molte sigle e gergo specifico, ma che detto in parole povere consente ai ragazzi che partiranno a settembre per l’Erasmus di comunicare gratis con amici, parenti e docenti all’estero.

Come? Attraverso il programma ICT4University, e la piattaforma Voip (voice over internet protocol), la voce trasformata in segnale digitale viaggerà via internet invece che attraverso una regolare linea telefonica. Per usarla basta scaricare un’applicazione gratuita nel pc o nello smartphone, collegarsi a internet e chiamare il numero che si desidera.

I primi a testare questo sistema saranno i 416 ragazzi in partenza a settembre per le destinazioni erasmus offerte dall’ateneo veronese, che già ha stanziato più fondi di quelli messi a disposizione dall’Unione Europea. Ma lo scopo, se il sistema funzionerà,  è quello di estenderlo agli oltre 23mila studenti in erasmus dall’Italia. Lo afferma il rettore Alessandro Mazzucco: ogni studente avrà un numero interno all’ateneo attraverso il quale potrà chiamare e videochiamare gratis sia docenti che colleghi partiti per l’estero. Ad esempio per scambiare informazioni su tesi e ricerche, o per avere notizie su esami e lezioni. Lo studente potrà essere invece contattato attraverso un normale telefono al costo di una telefonata urbana. Infatti, spiega Corrado Ferreri, responsabile e-learning dell’ateneo, tutti i telefoni sono adattati allo standard Ip.

 

Immagine: http://www.wappamondo.it/2011/01/telefonare-dall-estero-attenzione-alla-copertura/

 

Google+
© Riproduzione Riservata