• Google+
  • Commenta
2 agosto 2012

Degas e Fabergè rinfrescano l’estate torinese

Non si placa la sete di cultura di Torino, la città infatti, si appresta a concludere il 2012 ospitando due mostre d’eccezione:  la prima, allestita nella Sala delle Arti della Reggia di Venaria è dedicata alle Uova Imperiali di Fabergè e, aperta al pubblico dallo scorso 26 luglio, sarà visitabile fino al 9 novembre , mentre la seconda, allestita presso la Palazzina della Società Promotrice delle Belle Arti esporrà Degas-Capolavori del Museo d’Orsay e sarà inaugurata il 18 ottobre per rimanere accessibile fino al 27 gennaio 2013.

Ma entriamo nel vivo delle due esposizioni. Presso la Reggi di Venaria, si potranno ammirare le 13 uova, di cui 9 sono Uova-gioiello realizzate con l’ausilio di materiali pregiati e destinate a zarine e imperatrici, che il celebre orafo russo alla corte dei Romanov, Peter Carl Fabergé realizzò nel corso del periodo compreso tra 1885 e 1917. In questo periodo  l’artista ne creò 57: 2 per ogni giorno di Pasqua per donarle a zarina e imperatrice madre. Spicca all’interno della collezione l’uovo contenente un modellino della carrozza dei sovrani e che omaggiò, nel 1896, Nicola II incoronato “zar di tutte le Russie”.

Le Uova dorate sono accompagnate da più di 350 capolavori provenienti dalla fabbrica orafa di San Pietroburgo e attualmente custoditi nella collezione della Link of Times Foundation di Mosca. Le opere presenti in mostra sono suddivise in quattro sezioni dedicate a tematiche diverse: lo splendore della corte dei Romanov (la seconda dinastia imperiale russa), si prosegue con la parte dedicata alla  fabbrica di Fabergè che svela i segreti del maestro, si passa alle Uova Imperiali e si conclude con le Sacre Icone: 50 icone simbolo della religiosità e dell’anima russa.

L’esposizione si inserisce all’interno delle celebrazioni culturali italo-russe organizzate nel 2011 con il patrocinio della Presidenza del Consiglio, il coordinamento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il supporto di MondoMostre. Per maggiori informazioni consultare il sito web http://www.lavenaria.it/web/it/calendario/mostre/details/122-faberge-alla-venaria-reale.html.

Saranno invece 80 le opere del pittore impressionista Edgar Degas. Tra capolavori in esposizione, non potevano mancare Ritratto di famiglia l’opera presumibilmente più conosciuta dell’artista,  Jeantaud e  Linet  a testimoniare la stretta collaborazione tra Parigi e Torino.

Il ritratto del pittore giovane e del nonno Hilaire de Gas apriranno il percorso espositivo per proseguire con lavori riconducibili al periodo iniziale dell’attività del pittore scultore, in particolare si potranno ammirare le copie dei grandi del passato come Rembrandt o Goya e del suo tempo come Ingres. Ma non si parla solo di opere pittoriche, i visitatori potranno infatti soffermarsi su alcune delle sculture più note dell’artista.

A gli amatori dell’arte un’agenda ricca di appuntamenti per apprezzare la città anche durante il mese più caldo dell’anno.

 

L’immagine è tratta da: www.euroregionalpmed.eu

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy