• Google+
  • Commenta
21 agosto 2012

Erasmus in Italia: come ci vedono gli studenti stranieri

Moltissimi studenti stranieri vengono in Italia per intraprendere un percorso di studi più o meno breve tramite il progetto Erasmus. 

Ma cosa pensano questi ragazzi del nostro paese? Come considerano il nostro sistema universitario? Nel 2007 Studenti Magazine, in collaborazione con ESN Italia (la più grande associazione di studenti in Europa), ha preparato un questionario di venti domande, intervistando 1500 ragazzi provenienti da diverse parti dell’Europa.

All’inizio del soggiorno, nonostante le difficoltà date dalla cattiva organizzazione dei trasporti e delle segreterie universitarie, il 97% degli intervistati si dichiara soddisfatto della scelta. Dopo 2 mesi il gradimento scende al 60%: prezzi troppo alti degli affitti e degli alimenti, scarsissima conoscenza della lingua inglese e quindi difficoltà a farsi comprendere e a vivere serenamente.

Nonostante questo la maggior parte degli “erasmusiani” afferma che gli italiani sono un popolo accogliente: per il 18% l’Italia è più ospitale del paese di provenienza, mentre il 56% non vede alcuna differenza. Se quindi l’Italia è promossa con riserva nel campo dell’ospitalità, le strutture universitarie non sono assolutamente all’altezza delle aspettative per il 71%: strutture in condizioni non accettabili, difficoltà a usufruire di internet, livello mediocre dei professori. Karola, ragazza ceca in Erasmus nel nostro paese, ha incontrato molte difficoltà a mantenersi, a fare la spesa e pagare l’affitto, figuriamoci ad avere soldi per il divertimento.

In un servizio apparso sul “Corriere Nazionale”, sono stati intervistati alcuni ragazzi che vivono attualmente in diverse città italiane. Celik, studente albanese a Siena, afferma che i motivi che lo hanno spinto nel bel paese sono stati la buona cucina, la bellezza della lingua e la curiosità di scoprire se quello che arriva all’estero è vero.

E non è stato deluso nelle aspettative. Evelyn, keniana, non si pente della scelta, anche se la completa integrazione degli stranieri è ancora lontana dall’essere compiuta e nella vita quotidiana questo fattore pesa. Tante cose quindi di cui essere orgogliosi, ma di più quelle che ancora devono essere migliorate e cambiate.

Immagine: http://www.fulltravel.it/blog/tag/belpaese

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy