• Google+
  • Commenta
23 agosto 2012

Esercizi + ufficio= palestra anti lombalgia!

Abbiamo parlato recentemente dei rischi legati ad una vita sedentaria, trovando rimedio in una pratica e comoda palestra in ufficio. Se una cyclette sotto la scrivania oppure una capatina al bagno di un altro piano sono “allenamenti” che non fanno per voi, sono certa che adorerete questi semplici esercizi da compiere tranquillamente dalla poltrona dell’ufficio.

Ecco cosa fare per rimettere in sesto ben 7 parti del nostro corpo offeso dalle troppe ore passate seduti. In pausa pranzo, tra un cliente e l’altro, ogni qual volta ne avete occasione, pensate alle vostre gambe stanche, ai vostri glutei addormentati ed alla vostra povera schiena incriccata: basta davvero poco, qualche minuto ogni giorno e i risultati saranno lampanti! Partiamo per l’appunto dai glutei: 30 semplici contrazioni ritmiche dei muscoli sono sufficienti.

Per il seno propongo qualcosa di molto simile agli esercizi per i muscoli pettorali di Rosanna Lambertucci ovvero unire le mani palmo contro palmo all’altezza del petto e spingere energicamente per 15 secondi di fila. Per quanto riguarda le gambe basta stare con il busto ben dritto appoggiato allo schienale e fletterne una alla volta portandola fino al petto con l’eventuale ausilio delle braccia, per poi ripetere il tutto con l’altra gamba per 2 ripetizioni.

Staccando invece il busto dalla sedia e poggiando saldamente i piedi a terra, ci occupiamo delle braccia: afferrare le gambe oppure i lati della seduta con le mani, contrarre i muscoli addominali e sollevare ginocchia, piedi e glutei sostenendosi sugli arti superiori. Per evitare fastidiosi torcicolli è buona regola prendersi cura del collo, troppo spesso dimenticato e perciò maltrattato: si tratta di una specie di stretching preventivo che consiste nel far roteare lentamente la testa prima a destra e sinistra, poi concentricamente per formare un cerchio e per finire avanti e indietro, ripetendo 10 volte ognuno dei tre passaggi, mantenendo tutta la parte superiore del corpo rilassata.

Anche le maniglie dell’amore hanno le ore contate: anche se siete costretti a passare gran parte della vostra giornata lavorativa con il fondo schiena incollato ad una poltrona, questo non significa che dobbiate perdere tonicità. Per questo esistono gli esercizi da ufficio per l’addome: sempre tenendosi ai bordi della sedia, sollevare per 10 volte la gambe vicino al torace effettuando una corretta respirazione che aiuta nella fase di contrazione muscolare e ripetere 2 volte, in più si può torcere il busto prima verso sinistra e poi verso destra sempre 10 volte per lato per 2 ripetizioni.

Siamo finalmente giunti ai tanto agognati esercizi per la lombalgia ovvero per la schiena: con i piedi fissi sul pavimento, espirare e portare contemporaneamente il busto verso il basso, avvicinando la fronte alle ginocchia e le mani alle caviglie tenendo questa posizione 15 secondi, poi ripeterla altre 4. Dalla posizione di partenza, tendere le braccia verso l’alto come per prendere qualcosa, distendendo il più possibile tutta la colonna vertebrale senza sollevare piedi e glutei. Ripetere sempre lo stesso numero di volte. Infine col busto eretto, spingere in fuori le scapole mettendo le mani dietro la testa.

Spero che questa palestra da ufficio non vi faccia licenziare, ma sortisca gli effetti desiderati migliorando la vostra permanenza sul luogo di lavoro.

Fonte immagine: www.circoloolis.wordpress.com

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy