• Google+
  • Commenta
9 giugno 2012

Braccia e petto: secondo step

Continuiamo a modellare il nostro corpo con i fantastici esercizi proposti dalla conduttrice televisiva Rosanna Lambertucci: dopo le spalle (http://www.controcampus.it/2012/06/spalle-cominciamo-dallalto/) arrivano braccia e petto! Pronte per l’allenamento?

Il primo esercizio è studiato appositamente per i bicipiti e prevede l’uso di una sedia, quindi partendo da sedute con le gambe divaricate, stendiamo il braccio appoggiando il gomito alla coscia e solleviamo il pesetto verso il petto mentre inspiriamo. Ripetiamo per 8 volte e poi cambiamo braccio, dopo 2 serie, sciogliamo collo e spalle con piccoli movimenti rotatori.

Vi ricordate la posizione “da non scordare mai” in piedi con le gambe divaricate leggermente flesse, i glutei ben serrati ed il busto eretto? Perfetto, è il momento di sfoderarla di nuovo. Stendiamo entrambe le braccia aderenti al corpo, i gomiti adesi ai fianchi e solleviamo le braccia in 8 tempi.

Facciamo lavorare i tricipiti adesso, cambiando nuovamente posizione: siamo in ginocchio con i glutei appoggiati ai piedi, afferriamo con entrambe le mani un solo peso portandolo dietro la testa. L’esercizio consiste nel portare il peso dal basso verso l’alto facendo attenzione alla respirazione. Le ripetizioni sono sempre le stesse. Esiste una variante che prevede l’allenamento di un braccio per volta e non entrambi contemporaneamente.

Passiamo al perfezionamento della postura con una serie di dritte per migliorare e sviluppare i nostri muscoli pettorali. Partendo in ginocchio, apriamo i gomiti all’altezza delle spalle e pratichiamo una forte pressione di un palmo della mano contro l’altro per 8 volte in 2 ripetizioni consecutive: sentirete lavorare non solo il petto ma persino gli addominali!

Continuiamo sdraiandoci sul tappetino a pancia in su, portiamo i pesi vicino al mento ed apriamo le braccia all’esterno quasi a formare una croce. Per sciogliere la colonna vertebrale ed ottenere il massimo beneficio possibile, l’ideale è portare entrambe le ginocchia al petto, abbracciarle e dondolare avanti e indietro. Un altro tocca sana per la postura: sempre in posizione sdraiata, pieghiamo le gambe tenendole ben strette, apriamo le braccia con i palmi delle mani verso il pavimento, a questo punto giriamo la testa da un lato mentre flettiamo le ginocchia dall’altro.

Non perdete il prossimo ed ultimo appuntamento con Rosanna che ci parlerà del dorso.

Google+
© Riproduzione Riservata