• Google+
  • Commenta
20 agosto 2012

Il vescovo veste Armani

Se Giovanni Battista diceva: “…Chi ha due tuniche, ne dia una a chi non ne ha…”, il vescovo Mogavero, non ci pensa minimamente, perché la sua “tunica” è griffata Giorgio Armani.

In occasione dell’inaugurazione di una nuova chiesa di Pantelleria, con tanto  di funzione in diretta su Rai uno ieri alle 10:45, il vescovo ha chiesto personalmente allo stilista di firmare il suo “abito da rappresentanza” e si è fatto realizzare i quattro parametri liturgici in bianco, rosso, verde e viola, con rappresentati i tratti dominanti dell’isola.

La maison italiana, ha rivelato che il progetto ed il confezionamento dell’abito, sono stati un regalo personale dello stilista al monsignore, e che non andrebbero a gravare sul bilancio e le spese del Vaticano.

Non nuovo alle griffe, Domenico Mogavero, aveva già nel 2011 sfoggiato, una veste firmata, e come un pavone maschio, quando apre la coda per farsi ammirare superbamente, si è fatto sapientemente fotografare in diverse pose, e non è apparso affatto a disagio;  ma come dargli torto? Se il papa veste Prada, con il suo mocassino rosso sangue, e come dire, tale padre tale figlio; e poi son quelli che predicano povertà e carità, e sempre in ambito di detti popolari, è proprio vero, fai quello che il prete dice e non quello che il prete fa!

fonte immagine: Lastampa .it

Google+
© Riproduzione Riservata