• Google+
  • Commenta
3 agosto 2012

L’era del romanzo tra Ottocento e Novecento

Analisi della differenza tra la concezione e la tecnica espressiva del romanzo ottocentesco rispetto a quello del ‘900. Il romanzo dell’800 nasce come espressione di una società e di una cultura dai valori ben definiti, affidandosi a personaggi dall’identità precisa e collocando le vicende secondo un preciso ordine temporale e causale. Mentre nel ‘900 invece la mutata situazione culturale (la consapevolezza dei limiti della conoscenza scientifica e di una rappresentazione razionale ed oggettiva della realtà, la relatività del concetto tradizionale di Tempo e Spazio, l’indagine sul mondo dell’inconscio) e sociale (la vita in una civiltà industriale di massa) genera un nuovo tipo di romanzo che si può genericamente definire come psicologico.

romanzo_ottocento_novecento

Google+
© Riproduzione Riservata