• Google+
  • Commenta
18 agosto 2012

“Stiamo formando la classe dirigente di domani”

L’assessore regionale alla Cultura, Mario Caligiuri si è espresso in maniera assai assertiva: 5,7 mln (5 milioni e 700 mila euro) per progetti di ricerca presentati dalle università e dai centri di ricerca.

In pre informazione, sul sito della Regione Calabria è presente l’Avviso per gli assegni di ricerca con durata di 18 mesi, che richiedono di essere spesi con un periodo obbligatorio di studi all’estero, tra i sei e gli otto mesi.

Il valore dei singoli assegni ammonta a circa 38 mila e 500 euro. I progetti dovranno ricadere per l’80% nei settori prioritari previsti dal Piano operativo e il 20% è destinato ad altri settori non affini a quelli prioritari.

L’investimento in formazione è l’investimento di massima importanza, giacché l’impegno e il sacrificio sono nelle corde dei  nostri studenti calabresi, la nostra migliore risorsa.

Il bando per formare la nuova classe dirigente in Calabria

La pubblicazione del bando sul Burc – Bollettino Ufficiale Regione Calabria –  avverrà nel mese di settembre.

Le domande, su modulistica predisposta e acclusa al bando stesso, potranno essere, dunque, presentate dagli atenei e dai centri di ricerca soltanto dopo la pubblicazione ufficiale.

Da questa data ci saranno 45 giorni per concorrere ai finanziamenti. Una possibilità di richiedere informazioni è stata aperta in Regione Calabria, ci si potrà rivolgere alla dr. Eliana Pugliese, a mezzo email, e.pugliese@regcal.it,  oppure a mezzo telefono, 0961.852092.

Già ai primi di agosto, tra il 2 e l’8, qualche quotidiano locale aveva preannunciato la notizia di un intervento economico di oltre 2 milioni e 600 mila euro per finanziare la realizzazione di attività di ricerca all’estero per i giovani ricercatori calabresi.

Si profilava già una sorta di classifica per cui gran parte dei fondi, oltre un milione e 350 mila euro, sarebbero stati affidati all’Unical di Cosenza, mentre alla “Magna Grecia” di Catanzaro sarebbero andati oltre 500 mila euro e alla “Mediterranea” di Reggio Calabria circa 700 mila euro.

Allora, la chiosa finale del commento dell’assessore regionale alla Cultura, Mario Caligiuri fu: “Per aumentare le opportunità dei laureati calabresi bisogna favorire gli scambi con le più prestigiose università estere“.

In occasione del convegno che interesse anche la nuova classe dirigente “Mobilità in Europa: opportunità di studio, lavoro e ricerca“, all’Unical, lo stesso assessore non aveva mancato di comunicare che, entro fine agosto, ci sarebbe stato un bando per gli assegni di ricerca, sottolineando quanto la regione stesse adoprandosi per i suoi giovani:  rinnovo dei rimborsi voucher dei master per un importo di 5 milioni di euro e nell’anno precedente il finanziamento di oltre 1.200 percorsi formativi.

Melina Rende

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy