• Google+
  • Commenta
29 agosto 2012

Un viaggio Med in Italy

Roma – Arriva l’olimpiade dell’architettura a emissione zero, Med in Italy è partito.Inizia con la partenza di Med in Italy, la prima casa ecologica d’Italia, la competizione internazionale che si terrà a Madrid dal 13 al 30 settembre.

L’invenzione è una fantastica casa no carbon ideata dall’Università Roma Tre con la collaborazione della Sapienza e costruito a Bolzano presso RubnerHaus.

L’invenzione arriverà a Madrid nel modo più ecologico possibile, si è cercata infatti una soluzione con impatto ambientale minimo ed è così che la prima casa ecologica tutta italiana arriverà nella capitale spagnola sul treno.

La casa verrà assemblata da un team di esperti in 7 giorni nella grande area espositiva della Villa Solar, dove il 13 settembre la competizione verrà inaugurata alla presenza del Ministro dello Sviluppo economico spagnolo.

I giorni previsti per la competizione saranno ben 18 e tutti i prototipi in gara, fra questi Med in Italy, verranno valutati rispetto a 10 performance che saranno  il calcolo del bilancio energetico, la qualità architettonica, il comfort ambientale dell’abitazione e il funzionamento di elettrodomestici e attrezzature. E per ultimo, ma non importanza, il metodo di trasporto scelto per far arrivare le invenzioni a destinazione.

Le invenzioni provengono un pò da tutti i paesi, i prototipi in gara sono 18 mentre 11 sono i Paesi partecipanti  (Brasile, Cina, Danimarca, Egitto, Francia, Germania, Giappone, Portogallo, Romania, Spagna e Ungheria).

Il prototipo italiano è tra i favoriti, rispetto ai rumors che circolano in rete. La nostra bella casa ecologica ricicla i raggi solati producendo energia in quantità tale da far funzionare ben tre abitazioni ed è protetta dal caldo estivo da un patio in tessuto naturale.

Il progetto di questa fantastica casa mediterranea è realizzato da Università degli studi di Roma Tre, Sapienza Università di Roma, Libera Università di Bolzano e Fraunhofer Italia.

Ed ecco che il futuro si presenta alle nostre porte.

“Davanti a noi stanno cose migliori di quelle che ci siamo lasciati alle spalle.”
Clive Staples Lewis

Fonte immagine: Tecnologia-ambiente.it

Google+
© Riproduzione Riservata