• Google+
  • Commenta
9 settembre 2012

Angelo Sturiale, l’arte e la musica dagli Stati Uniti a Palermo in una mostra personale

 Palermo. Il prossimo 15 settembre, alle ore 18, in Palazzo Castrofilippo – residenza storica settecentesca –  verrà inaugurata l’esposizione di Angelo Sturiale, a cura di Giusi Affronti.

La mostra, intitolata “Seibutsu – Il segno della musica” rientra nelle attività del progetto Neu [Noi] – Spazio al Lavoro, un “co-working” organizzato per lo sviluppo e l’aggregazione di professionisti operanti in campo artistico, aziende e imprese attive nel territorio.

La direzione dei lavori è affidata all’architetto Michelangelo Pavia (fondatore del progetto Neu) che, insieme all’Affronti, inaugurerà l’esposizione dell’artista, originario di Catania e attivo negli Stati Uniti, il quale, per la prima volta, esporrà a Palermo la sua produzione grafica.

Sturiale nasce nel 1970, si forma sia come artista visivo che come musicista; è invitato in qualità di compositore nelle maggiori rassegne mondiali di musica contemporanea – fra tutte i Darmstadt Ferienkurse für Neue Musik, storici cicli di lezioni estive a cui hanno preso parte i più celebri  musicisti del secolo scorso – da Berio a Boulez, da Cage a Nono, Maderna e Stockhausen.

Nell’esposizione palermitana, l’artista presenterà un’antologica delle opere grafiche su pentagramma in cui il segno musicale si svincola dalla sua funzione stereotipata per vivere una propria esistenza al di là dello spazio sonoro – non a caso l’artista ha scelto il termine giapponese “seibutsu”, che indica qualsiasi forma di vita organica, per connotare questa sua produzione.

Così si esprime l’autore, nel suo blog, in relazione ai suoi delicatissimi lavori su carta pentagrammata: «E’ una combinazione di fattori, di sinergie, di elementi logici e irrazionali, di temperature interiori ed esteriori, di umori, di casualità o di estremo calcolo e meccanica muscolare che fa sì che un insieme di tratti ordinatissimi alla vista prenda corpo su una superficie cartacea.».

Le opere saranno visitabili, su appuntamento, fino al 5 ottobre prossimo, dal lunedì al venerdì.

Fonte immagine: Curva Minore

Google+
© Riproduzione Riservata