• Google+
  • Commenta
8 settembre 2012

“Aumenterà l’interazione tra studenti stranieri e università del Mezzogiorno”

Nasce il progetto Messaggeri, voluto dal Ministero dell’istruzione. A presentare l’idea, il Ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, e il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Francesco Profumo.

Il progetto ha come fine ultimo quello di attuare una forte coesione interdisciplinare, tra gli studenti più meritevoli delle università europee e gli studenti degli atenei del nostro Mezzogiorno.

A spiegare nei dettagli l’ iniziativa, Fabrizio Barca: “Il Progetto Messaggeri parte dalla constatazione che c’è una forte offerta da parte di studiosi europei e ricercatori italiani all’estero, interessati a portare le proprie idee e la propria esperienza negli atenei del Sud. Questa offerta deve incrociarsi con la domanda di sapere e di innovazione tecnologica dei giovani meridionali. Fino ad oggi, infatti, questi due mondi non si sono parlati. L’iniziativa, inoltre potrà rappresentare un prototipo di eccellenza per la promozione di una nuova classe dirigente, oltre che rappresentare per il Mezzogiorno un’ulteriore opportunità per stringere rapporti con il mondo accademico europeo.”

Anche il ministro Profumo ha voluto esprimere tutta la sua soddisfazione per un progetto tanto importante quanto ambizioso: “L’obiettivo è di coniugare formazione e ricerca, con la possibilità di realizzare nuove infrastrutture immateriali innovative. Sono tre i punti ai quali presteremo maggiore attenzione: la massima trasparenza nella stesura e promozione dei bandi e nei criteri di selezione dei destinatari del progetto; l’impegno diretto dei due Ministeri affinché Messaggeri diventi un modello virtuoso da estendere anche in altri ambiti; il monitoraggio costante dell’iniziativa, attraverso un sistema di valutazione univoco che ci dia la certezza del risultato.”

Su una nota apparsa sui siti ministeriali, si spiegano le fasi di questo progetto: Al progetto sono stati assegnati piu’ di 5 milioni di euro ripartiti in tre anni ed e’ articolato in tre linee di attivita’: la prima prevede che uno o due ”Messaggeri” svolgano un programma di lezioni presso ognuna delle universita’ interessate; la seconda consiste nella partecipazione di alcuni studenti, selezionati nell’ambito dei corsi, a stage presso le Universita’ o i centri di ricerca di provenienza dei docenti; al loro ritorno gli studenti dovranno ”contaminare” i propri colleghi, svolgendo una serie di attivita’ al fine di trasferire le conoscenze acquisite.

fonte: ( http://saperi.forumpa.it/story/69495/messaggeri-di-conoscenza-dalle-universita-straniere-agli-atenei-del-mezzogiorno)

Fonte foto: (http://www.google.it/imgres?q=progetto+messaggeri&hl=it&sa=X&rlz=1T4SKPT_itIT432IT451&biw=1366&bih=569&tbm=isch&prmd=imvnsu&tbnid=3Koc_ioi8WEaFM:&imgrefurl=http://www.university.it/default.aspx%3Fc%3D685%26a%3D23908%26tag%3D100-MESSAGGERI-PER-GLI-ATENEI-DEL-SUD)

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy