• Google+
  • Commenta
7 settembre 2012

Biblioteca degli studi filosofici: già 20 mila firme per salvarla

In meno di una settimana già raccolte 20 mila firme tramite petizione on line per salvaguardare il prezioso patrimonio della biblioteca dell’Istituto italiano per gli Studi Filosofici.

In poco meno di sette giorni sono state raccolte  già 20 mila firme a favore dell’Istituto italiano per gli Studi Filosofici, grazie alla petizione pubblica lanciata on line dal quotidiano laRepubblica. un appello rivolto a favore del prestigioso Istituto, creato e presieduto dall’avvocato Gerardo Marotta che, come tutti sanno, visti gli esorbitanti costi del fitto dei locali situati al centro di Napoli, ha dovuto immagazzinare  l’intera biblioteca  in un deposito industriale nei pressi di Casoria. un patrimonio librario che comprende oltre 300 mila volumi, con testi rari come le edizioni originali delle pubblicazioni di Benedetto Croce e Giordano Bruno, relegati in un capannone a pochi metri da una discarica a cielo aperto,  presso lo svincolo autostradale che conduce a modernissimi centri commerciali come Decathlon.

Tutto accatastato, tutto ordinato e sorvegliato 24 ore su 24: i libri negli scatoloni catalogati per pubblicazioni e collezioni scientifiche, i grandi filosofi da una parte, tutto intorno librerie smontate e porzioni dell”arredamento della biblioteca. un quadro desolante, un panorama che rappresenta un colpo al cuore alla cultura partenopea e non solo. per fronteggiare questo scempio totale al patrimonio culturale italiano il mondo intellettuale si è mobilitato, mediante la firma dell’appello rivolto all’attuale classe politica, soprattutto rivolgendosi agli onorevoli Ornaghi e Caldoro – rispettivamente ministro dei beni culturali il primo, presidente della regione Campania il secondo.

i primi firmatari dell’appello sono stati tra le più alte ed importanti personalità intellettuali internazionali : Percy Allum,  Luciano Canfora, Giulietto Chiesa, Stefano Rodotà, Roberto Saviano, Salvatore Settis, Gianni Vattimo, Gustavo Zagrebelsky. obiettivo principale dell’appello: individuare una nuova e consona sede ai libri raccolti da Marotta, presentando un disegno di legge che renda stabili e duraturi nel tempo i finanziamenti all’Istituto italiano per gli Studi Filosofici.

perchè è impossibile vedere una biblioteca di tal pregio -dichiarata patrimonio dell’umanità dall‘UNESCO proprio per il suo carattere di unicità – tra i rifiuti dell’hinterland napoletano, sebbene costantemente sorvegliata e protetta.

per firmare la petizione pubblica, come hanno già fatto tanti cittadini -italiani e non – che hanno a cuore il destino della nostra cultura, basta andare su questo sito  contribuendo a dare, nel nostro piccolo, voce a una battaglia volta a scongiurare l’ennesimo sfregio alla cultura italiana.

(credit photo. www.italianostra.org)

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy