• Google+
  • Commenta
23 settembre 2012

Disagio e benessere nei luoghi di lavoro

Il “consigliere di fiducia”, figura prevista a livello europeo fin dai primi anni Novanta per garantire la tutela della dignità e il benessere delle persone nei luoghi di lavoro, di recente è stata introdotta da molte amministrazione pubbliche italiane. Ma qual è la situazione? Quali i principali problemi? Quali le migliori esperienze?

Si farà il punto e se ne discuterà lunedì prossimo a Trento nella giornata dal titolo “Consigliere/i di Fiducia a confronto tra potenzialità, limiti e buone prassi”, che prevede un seminario di aggiornamento e una tavola rotonda organizzati dal Comitato Pari Opportunità dell’Università di Trento insieme alla Consigliera di Fiducia di Ateneo. L’appuntamento è nella sala conferenze “Alberto Silvestri” della Facoltà di Economia (via Rosmini, 44) a partire dalle 9.30.
La segreteria scientifica è affidata a Patrizia Tomio, presidente del Comitato Pari Opportunità dell’Università di Trento e presidente della Conferenza nazionale dei Comitati Pari Opportunità delle Università italiane, e alla consigliera di fiducia dell’Università di Trento, Barbara Giovanna Bello. Che spiegano: «Trattandosi di un’esperienza abbastanza recente, si avverte la necessità di proporre un momento di riflessione e confronto, che evidenzi limiti ed opportunità delle funzioni svolte, tracciando, se possibile, anche qualche proposta per il futuro.

Un compito che, a causa della sua complessità, richiede agli organismi di parità e alle/ai consigliere/i di fiducia di riunirsi, pur nella diversità delle funzioni, intorno a un obiettivo comune».
Dopo i saluti di Mariangela Franch (prorettore con delega per i progetti speciali e pari opportunità – Università degli Studi di Trento), si affronterà il tema “Disagio lavorativo e consigliere/i di fiducia” con gli interventi: “Il consigliere di fiducia nell’attualità giuridica dell’Unione Europea: un personaggio (ancora) in cerca d’autore”, “La valutazione dei nuovi rischi sul lavoro e gli strumenti per la loro prevenzione”, “Mobbing, molestie e straining: facciamo un po’ di ordine tra le varie fattispecie” e “Fattori di rischio organizzativo e stress lavoro correlato: alcuni esempi di ricerca”.

Nel pomeriggio, dopo la consegna dei diplomi finali del VI corso di perfezionamento per consigliere/i di fiducia dell’Università degli Studi di Verona, alle 15 tavola rotonda delle/dei consigliere/i di fiducia con la partecipazione di Barbara Giovanna Bello (consigliera di fiducia dell’Università di Trento), Antonia Ballottin (consigliera di fiducia della Regione Veneto), Chiara Vicario (consigliera di fiducia dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari della Provincia di Trento) e Paola Martino (consigliera di fiducia dell’Università del Salento) sul tema “Da qui. dove andiamo?”.

Programma e informazioni sul seminario e la tavola rotonda di Trento:http://www.unitn.it/ateneo/evento/24373/consiglierei-di-fiducia-a-confronto-tra-potenzialita-limiti-e-buone-prassi

Fonte foto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy