• Google+
  • Commenta
6 settembre 2012

Oggi test a numero chiuso per gli aspiranti architetti

2 ore e 15 minuti è stata questa mattina la maratona scritta (e pagata) per poter accedere al corso di laurea in Architettura ed Ingegneria edile/Architettura.

Test ingresso

Test ingresso

Oggi è il giorno degli aspiranti architetti con 8.720 posti a disposizione in tutta Italia, previo accesso un test suddiviso in 80 domande a risposta multipla in cui sono stati distribuiti 32 quesiti di cultura generale, logica, 19 domande sulla storia, 16 disegno e 13 quesiti di matematica e fisica.

Studiare Architettura nell’Anno Accademico 2012/2013? – 20 punti obbligatori e una buon piazzamento in graduatoria. Come si stabilisce il punteggio dei candidati? Mentre le commissioni stanno correggendo i test, questo è il criterio di assegnazione punti : 1 punto ad ogni risposta esatta e 0,25 punti alle risposte sbagliate. Una risposta non data comporta 0 punti di assegnazione.

Si sono svolti intanto i test d’ingresso per le facoltà mediche ed odontoiatriche il 4 settembre, con polemiche annesse per i 10.173 posti disponibili e i 900 per i futuri odontotecnici. Anche gli assessori regionali alla sanità hanno chiesto al Ministro dell’Università e della Ricerca l’annullamento dei test a numero chiuso, per permettere, visto il non esubero dei medici in Italia, alle persone di studiare ciò che desiderano.

Il 10 settembre si terranno invece i test per Veterinaria, mentre il giorno dopo sarà il banco di prova per gli aspiranti infermieri.

Repubblica fa sapere che l’ateneo con più candidati quest’anno per accedere a Medicina è La Sapienza di Roma, con a seguito Milano Statale, Federico II di Napoli, Torino, Bari, Padova, Catania e Palermo. I posti in Medicina ed Odontoiatria alla Sapienza sono 938, con più di 4 mila studenti alle prove scritte di ingresso. Il dato nazionale emerso è che solo l’87 per cento dei candidati sarà ammesso alla facoltà di Medicina.

Il presidente del Codacons Marco Donzelli ricorda l’incostituzionalità dei test selettivi :

Il numero chiuso all’università è assurdo e antistorico peraltro i test di ammissione, con domande magari di cultura generale, non selezionano certo quelli che saranno, ad esempio, i medici migliori.

Non si capisce, poi, perché qualche ora di test dovrebbe valere più del voto conseguito alla maturità, dopo un percorso durato ben cinque anni di studio. Per migliorare la qualità della nostra sanità la selezione andrebbe fatta durante gli anni universitari, attraverso esami più selettivi e non certo con un test di un centinaio di domande da risolvere in qualche ora“.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy