• Google+
  • Commenta
20 settembre 2012

“Road Safety Management”: da lunedì ad Acitrezza

Individuare le situazioni potenzialmente generatrici di incidenti, verificare la sicurezza di progetti stradali, di nuove infrastrutture, di interventi di adeguamento di strade esistenti e di quelle in esercizio: è una rivoluzione che cambierà radicalmente l’approccio degli enti gestori delle strade quella che scaturisce dal recente recepimento in Italia (con il D.Lgs. 35/11) della Direttiva Europea 2008/96/EC sulla sicurezza delle infrastrutture stradali e che sarà al centro della summer school internazionale “Road Safety Management” che prende il via lunedì 24 settembre a Catania (Galatea Sea Palace, Acitrezza). Organizzata dalla Società Italiana delle Infrastrutture Viarie (Siiv) e dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale (Dica) dell’Università di Catania, vedrà la partecipazione di 30 studenti provenienti dalle principali scuole di dottorato italiane e da centri di ricerca europei (Gran Bretagna, Ungheria, Polonia e Repubblica Ceca).

«Questa “rivoluzione” – spiega il coordinatore, prof. Salvatore Cafiso – richiede un avanzamento culturale da parte di tutti gli operatori del settore che saranno obbligati ad azioni di tipo sia curativo sia preventivo». La tematica verrà affrontata sotto molteplici punti di vista, analizzando le prerogative amministrative mediante il contributo di funzionari provenienti dal Ministero delle Infrastrutture e dall’Unione Europea, gli aspetti connessi all’effettuazione dei controlli della sicurezza stradale sui progetti mediante i contributi di Jake Kononov, presidente della Road Safety Consultancy del Colorado (Usa) e Rune Elvik, capo dell’Ufficio studi sulla sicurezza dell’Università di Lund (Svezia), gli aspetti connessi alla classificazione della sicurezza della rete stradale mediante il contributo di Bhagwant Persaud, esperto in metodi statistici all’Università di Toronto (Canada), e infine gli argomenti legati alle ispezioni di sicurezza sulle infrastrutture esistenti mediante i contributi di Harry Cullen, Project Manager dell’autorità nazionale sulla sicurezza stradale di Dublino (Irlanda) e di Adewole Adesiyun, vice-segretario generale del Forum of European National Highway Research Laboratories (Fehl, Belgio)».

Fonte Foto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy