• Google+
  • Commenta
18 settembre 2012

Università americane: alla scoperta dei migliori campus del mondo

Da sempre gli Stati Uniti sono riconosciuti universalmente per l’eccellenza delle proprie università, che sono dei veri e propri centri di ricerca in grado di formare i migliori professionisti in ogni disciplina.

Il sogno americano, arrivato a noi attraverso il cinema, ci ha portati a conoscere un modo diverso di vivere l’università, con i campus lontani anni luce dall’esperienza universitaria italiana.

La ricerca soprattutto è il punto di forza dell’istruzione superiore americana: dalle università arrivano idee pronte per essere commercializzate, e che incidono positivamente sia verso l’economia degli USA che nella vita di tutti i giorni, dall’ingegneria alla medicina.

Studiare negli Stati Uniti  è certamente un’esperienza formativa a 360 gradi, che passa per l’istruzione ma va oltre, proiettando lo studente in un universo totalmente nuovo, sconosciuto.

Vivere negli States è ben altra cosa che trasferirsi dal sud al nord Italia. Per questa ragione è bene prepararsi alla scelta nella giusta maniera, senza lasciare nulla al caso.

Il presupposto indispensabile e fondamentale è la perfetta conoscenza della lingua:  lo studio dell’inglese  risulta molto più difficile se contemporaneamente bisogna imparare sia la lingua che le varie lezioni che si seguono. Per questo motivo sarebbe meglio arrivare sul posto con un buon bagaglio culturale, ed un livello di conoscenza della lingua almeno medio alto.

Quanto agli alloggi, il sistema universitario americano prevede a causa delle lunghe distanze tra i vari stati, dei programmi di ospitalità degli studenti fuori sede attraverso i campus e le residenze universitarie.

In questo modo è possibile vivere in un ambiente protetto, a contatto con i propri colleghi, il che stimola l’interazione e rende più piacevole il soggiorno all’estero.

Se cercate università di prestigio, assicuratevi di avere i titoli giusti ed altrettante referenze: l’aspetto economico non è assolutamente secondario e non va sottovalutato.

Se in Italia la retta nelle università private più prestigiose non supera i diecimila euro all’anno, nei grandi centri d’eccellenza come Harvard, Yale o il MIT di Boston, i prezzi si aggirano intorno ai 50mila dollari, che anche col cambio favorevole restano comunque  una cifra più che considerevole.

La preparazione si paga ed il prezzo potrebbe sembrare meno importante se si considera che molti ex studenti delle università citate sono stati premi Nobel oltre che svariate volte presidenti degli Stati Uniti d’America…

Ricapitolando l’inglese  resta la prima cosa da portare nella vostra valigia: senza la lingua non avete possibilità di iscrivervi. Completano il profilo una grande disponibilità economica ed il coraggio di cambiare stile di vita, tra highway a dieci corsie e caffè lunghi coi pancakes.

 

Fonte foto

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy