• Google+
  • Commenta
15 ottobre 2012

A Salerno nasce il Circolo Decrescita Felice

Sabato 20 ottobre, alle ore 18:30 presso il Punto Einaudi in Largo Luigi Barracano (Corso Vittorio Emanuele, n. 94) si terrà la presentazione ufficiale del Circolo per la Decrescita Felice di Salerno. Il Circolo nasce su iniziativa di un gruppo eterogeneo di soggetti, differenti per età e provenienze,  con l’intento di condividere il pensiero della decrescita in maniera concreta,  tra pratica ed interazione. I Circoli territoriali che il Movimento Decrescita Felice conta attualmente sono circa venti, diffusi in modo capillare su tutto il territorio nazionale, da Genova a Cagliari.

“Il Circolo vuole essere un’occasione di incontro tra persone che vogliono approfondire tematiche economiche, ambientali ed umane, perchè oggi non è più sostenibile un’economia che punta esclusivamente alla massimizzazione di produttività (PIL); devono essere fondamentali valori come la sostenibilità ambientale, l’utilità, l’efficienza, ecc. Inoltre il Circolo vuole essere uno strumento per cercare di condividere comunitariamente le cosiddette pratiche di decrescita, diffondere la cultura del saper fare attraverso attività pratiche di auto-produzione, di riparazione, di riutilizzo; lo facevano i nostri nonni, ma i nostri stili di vita frenetici ci hanno rubato il tempo e ci hanno educato solo a comprare, a consumare, a sprecare”, ha dichiarato Alessio Della Medaglia, giovane presidente del Movimento salernitano.

Alla presentazione del 20 ottobre, coordinata dagli attivisti del circolo salernitano, parteciperà per l’occasione Maurizio Pallante, fondatore del Movimento nazionale per la Decrescita Felice. Pallante illustrerà le sue idee di economia del dono e di comunità solidale, con un focus sugli stili di vita “decrescenti”, che promuovono  la sostenibilità (ecologica e sociale) e le relazioni fra le persone come paradigmi di un rinnovato sguardo sul contemporaneo. Nel corso dell’evento, saranno descritti, inoltre, alcuni tra i progetti già attivati dal Circolo salernitano (Orto sinergico, Laboratori del fare) ed anticipate le iniziative in cantiere (Università dei Saperi, Cineforum tematico, Progetti formativi scolastici). Inoltre sarà presentata anche l‘esperienza territoriale del Circolo Decrescita Felice di Parma.

Fonte foto

Google+
© Riproduzione Riservata