• Google+
  • Commenta
18 novembre 2012

Napoli, il centro storico mette “L’Arte in Vetrina”

Giovedì scorso, il Borgo di Sant’Egidio ha dato il via, ancora una volta, a “L’Arte in Vetrina”, giunta ormai alla sua XI edizione.

L’antico centro storico si immerge in un’atmosfera d’altri tempi, ripercorrendo la propria peculiarità territoriale e commerciale. Le botteghe della zona Mercato -Sant’Egidio, infatti, si aprono alla strada e ai cittadini lasciando che i loro antichi saperi diventino di tutti, come un bene collettivo da preservare insieme. Sino all’epifania sarà possibile rivivere il passato artistico napoletano con la possibilità di fare uno shopping alternativo, quello che finanzia la produttività tradizionale e la difesa di un patrimonio artistico e culturale imprescindibile per i napoletani stessi.

L’Arte in Vetrina” non si basa su un vero e proprio tema unico, se non quello della produzione storico-artistica della città. A tal proposito, c’è un progetto interno all’iniziativa che si propone di riversare letteralmente nei vicoli la tradizione del lavoro delle botteghe, con la scelta di esporre e di far provare ai cittadini macchine d’epoca e alcune riproduzioni, creando una specie di laboratorio museale all’aperto che possa essere fruibile a tutti proprio per preservare la memoria di mestieri antichi e, al contempo, di tramandarli alle nuove generazioni.

L’iniziativa è organizzata dall’associazione culturale “Storico Borgo di Sant’Egidio”, dal centro commerciale “Antiche Botteghe di Piazza Mercato” e patrocinata dal Comune di Napoli.

A tal proposito, abbiamo contattato il presidente dell’associazione “Storico Borgo di Sant’Egidio” e promotore del progetto “Museo Laboratorio Arte Tipografica”, Enzo Falcone, che ci ha gentilmente illustrato lo scopo e la situazione con cui quest’anno “L’Arte in Vetrina” deve confrontarsi.

“L’idea di fondo è quella di avvicinare i cittadini, e anche i turisti, alle opere d’arte con un contatto estremamente diretto al fine di sensibilizzare anche le istituzioni sulle circostanze non facili che la zona sta vivendo. Non a caso, dalla sua prima edizione avvenuta undici anni fa, “L’Arte in Vetrina” ha visto notevolmente ridurre la partecipazione degli artisti e degli artigiani Borgo e di Piazza Mercato proprio perché questi hanno dovuto rinunciare alle proprie attività e botteghe. L’iniziativa, quindi, diventa anche uno spunto di riflessione circa la realtà del centro storico partenopeo sempre più dimenticato dalle istituzioni e sempre più, inevitabilmente, condannato ad una lenta agonia proprio a causa dei mancati aiuti nei confronti di una situazione commerciale già difficile di per sé.”

Una zona ricca di arte e che produce ancora arte a cui noi cittadini dobbiamo dare credito.

Con la collaborazione della II Municipalità di Napoli, del Club Unesco Napoli e della Regione Campania, “L’Arte in Vetrina”  è al Borgo di Sant’Egidio e a Piazza Mercato dal 15 novembre 2012 al 6 gennaio 2013.

Per informazioni si può telefonare allo 0815444834 o inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica: enzofalcone@gmail.com

Google+
© Riproduzione Riservata