• Google+
  • Commenta
1 novembre 2012

Weekend a teatro, 3-4 novembre: news dal Consorzio La Città Teatrale di Salerno

Questo fine settimana, sabato 3 novembre e domenica 4 novembre, saranno attivi tre dei cinque teatri salernitani, che fanno parte del Consorzio La Città Teatrale. Con l’avvicinarsi della stagione invernale, la programmazione delle strutture cittadine comincia a entrare nel vivo.

Al Teatro del Giullare (Via Matteo Incagliati, 2 – Salerno, tutti i giorni tel. 3347686331, un’ora prima dello spettacolo tel. 089220261, web: http://www.compagniadelgiullare.it),

Nell’ambito della rassegna “Donne di scena”, sabato 3 novembre alle 21.15 e domenica 4 novembre alle 19.00 andrà in scena Un uomo da cancellare, dramma in atto unico di Gabriel Garcia Marquez, per la regia di Andrea Carraro.

NOTE DI REGIA:

– La vita di una donna può essere riassunta in un monologo?

* Secondo me, no!

– Venticinque anni di gioie, rimpianti, recriminazioni, esaltazioni di una vita possono invece essere messe in piazza alla ricerca del consenso o dissenso di chi ascolta.

* Ma chi ascolta perché dovrebbe essere interessato?

– Secondo me, perché tutti possono trovare uno spunto che appartenga, oltre che al personaggio, alla propria vita.

* E quando ciò non succede?

– Se lo spettatore resta distante ed esterno all’azione di palcoscenico, il teatro è finzione!

CAST:

Amelia AMELIA IMPARATO

Brigida MIMMA VIRTUOSO

Costumi e trucco di STEFANIA PISANO; luci di VIRNA PRESCENZO.

Biglietti: 10 euro. Info-prenotazioni: tutti i giorni tel. 3347686331. un’ora prima dello spettacolo tel. 089220261

Al Teatro Arbostella (Viale G. Verdi, 2 – Parco Arbostella, Salerno, tel. 089.3867440, 347.1869810, web:www.teatroarbostella.com), dopo il grande successo della prima settimana, nuovamente sabato 3 novembre alle ore 21.15 e domenica 4 novembre alle 19.15, per il cartellone teatrale 2012/2013, la Compagnia Teatromania (Na) presenta la commedia Maronn!! E’ arrivat o’ zio d’America, 2 atti di Rino Grillo.

La storia è ambientata in una casa di montagna, negli anni ’50, in cui il protagonista, Camillo, afflitto da un grave esaurimento nervoso, si trova a dover fronteggiare un amico scroccone, ospite non invitato in casa sua e sprovvisto di ogni cosa. L’esaurimento di Camillo viene messo a dura prova, quando l’uomo scopre che sta per arrivare lo zio del suo sgradito ospite, dall’America…

Biglietto intero: 12 euro; ridotto: 10 euro.

Info e prenotazioni 089.3867440 / 347.1869810

Al Teatro Nuovo (Via Valerio Laspro, 8 – Salerno, tel. 089.220886, 089.227595, web: www.teatronuovosalerno.it)

sabato 3 novembre alle ore 21.00 e domenica 4 novembre alle ore 18.30 andrà in scena Uomo e galantuomo, celebre commedia di Eduardo De Filippo, interpretata dalla compagnia La Barcaccia, per la regia di Ugo Piastrella.

Ospiti a spese del ricco e giovane don Alberto De Stefano nella località balneare di Bagnoli, presso l’albergo gestito da un suo amico, sono gli attori di una scalcagnata compagnia teatrale, “L’eclettica”, così chiamata perché pretende di esprimere il suo talento in ogni genere dell’arte teatrale. Capocomico è Gennaro, personaggio interessantissimo, fortemente caratterizzato da Eduardo (interpretato dall’autore stesso nella versione originale della commedia, qui a impersonarlo è il regista Ugo Piastrella). L’esibizione penosa della compagnia verrà interrotta dall’arrivo di Salvatore, fratello di Viola, la primadonna messa incinta dal capocomico. Salvatore precedentemente ha incontrato don Alberto che lo ho scambiato per il fratello della sua misteriosa amante Bice, anch’essa incinta di lui. Sentendo che è venuto per reclamare il matrimonio riparatore, don Alberto, che è un galantuomo, assicura a Salvatore, stupito che un signore voglia sposare un’attrice e per di più incinta di un altro, che farà il suo dovere sposandosi. Da qui nasce un colossale equivoco. Tanto altro accadrà… ma non riveliamo nulla adesso…

Da segnalare la caratterizzazione di Gennaro, con il suo modo di raccontare le cose: prende tutto alla lunga e inizia a raccontare del suo mestiere sempre con la stessa frase iniziale “Io tengo ‘na buatta” (“ho una scatola di latta”), che è il tormentone di tutta la commedia.

*A proposito della “BUATTA”, il Teatro Nuovo ha associato lo spettacolo è associato a una bella attività benefica, in collaborazione con Il Comitato Rione Carmine e la Mensa dei poveri: una speciale “buatta”, gestita dalla Mensa dei poveri, farà bella mostra in teatro, per raccogliere dagli spettatori contributi, anche minimi, a favore della Mensa.

Cast: Ugo Piastrella, Ciro Girardi, Margherita Rago, Antonello Cianciulli, Teresa Memoli, Gigi Esposito, Aldo Flauto, Antonietta Pappalardo, Rosario Battista, Tiziana Intennimeo, Rosaria Sellitti, Nico Potenza, Tonia Filomena, Ciro Marigliano.

Biglietto intero: costo 20 euro. Ridotto: 17 euro. Botteghino aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 17 alle 20, tel. 089.220886.

 

Fonte Foto: Ufficio Stampa Consorzio La Città Teatrale di Salerno

Google+
© Riproduzione Riservata