• Google+
  • Commenta
20 dicembre 2012

Art Night, fissata la data per l’edizione 2013 al Ca’ Foscari

Prima riunione operativa che mette in moto la macchina organizzativa dell’evento ideato e promosso da Ca’ Foscari e realizzato assieme al Comune

VENEZIA – Art Night 2013, la notte dell’arte e della cultura a Venezia, si terrà sabato 22 giugno. Il grande evento, ideato e promosso all’Università Ca’ Foscari e realizzato assieme al Comune di Venezia, nel quadro della fruttuosa collaborazione tra i due enti voluta dal rettore Carlo Carraro e dal sindaco  Giorgio Orsoni, giunge così alla sua terza edizione.
L’obiettivo è quello di superare i già ottimi risultati in termini di partecipazione e di qualità delle proposte offerte negli anni precedenti, coinvolgendo tutti i soggetti che producono cultura in città, dalle università alle fondazioni, dai musei alle istituzioni culturali e universitarie, fino alle librerie.

Malgrado manchino ancora molti mesi all’evento, la macchina organizzativa si è già messa in moto:  «Un evento complesso e articolato come questo – spiega Silvia Burini, pro rettore alle attività culturali dell’Università Ca’ Foscari – richiede un lungo lavoro di preparazione, che deve quindi partire per tempo, se vogliamo offrire alla città e ai suoi visitatori un appuntamento ricco e di qualità. L’obiettivo per il terzo compleanno di Art Night Venezia è quello di proporre iniziative sempre più originali e ricercate. Fin da ora possiamo anticipare che sarà proprio così».

Per l’assessore comunale al Commercio, Carla Rey, «Art Night è l’esempio di come Venezia, quando vuole, sa mettere in rete le sue eccellenze, in questo caso nel campo della cultura. Grazie a Ca’ Foscari la città può contare su un appuntamento senza pari nel panorama italiano. Il Comune fa la sua parte nel modo migliore, favorendo e promuovendo questa notte che è entrata a pieno titolo nella programmazione culturale della città».

Art Night 2012 ha visto coinvolte oltre 100 location in cui si sono svolti circa 400 eventi culturali.

Google+
© Riproduzione Riservata