• Google+
  • Commenta
10 gennaio 2013

Iscrizioni online scuola: 21 gennaio – 28 febbraio, intanto è caos

Il 2013 si apre all’insegna di una grande novità per la scuola italiana: una vera e propria rivoluzione telematica. Arrivano le iscrizioni online scuola online.

Il Ministero dell’Istruzione ha, infatti, previsto che tutte le iscrizioni alle prime classi delle scuole primarie e alle classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado, relative all’anno scolastico 2013/2014, dovranno essere effettuate solo ed esclusivamente tramite internet, con una procedura online appositamente creata a tal fine. Si apre per la scuola l’era delle Iscrizioni online.

Niente più code alle segreterie delle scuole ora l’Iscrizioni online , quindi: servirà solo un computer e ovviamente una connessione internet. Un vero e proprio cambiamento, che risparmia però sia la scuola dell’infanzia sia i corsi per l’istruzione degli adulti e le scuole paritarie. Per queste ultime categorie di scuole, infatti, le iscrizioni potranno effettuarsi con la tradizionale domanda cartacea da presentare presso l’istituto scolastico interessato. Le scuole paritarie, comunque, se lo vorranno, potranno anch’esse adeguarsi alla procedura online.

Sentiamo il Preside della scuola Giovanni Falcone di Palermo, Domenico Di Fatta circa le iscrizioni online .

Preside, ci spieghi in cosa consiste questa nuova procedura di Iscrizioni online che dovranno utilizzare migliaia di famiglie per iscrivere a scuola i loro figli.

Dal 21 gennaio al 28 febbraio ogni alunno dovrà essere iscritto a scuola tramite una procedura di iscrizioni online messa a disposizione dal Ministero dell’Istruzione. Sostanzialmente le famiglie dovranno individuare la scuola di loro interesse, utilizzando il supporto messo a disposizione: ercalatuascuola.istruzione, ossia una vera e propria mappa di tutti gli istituti scolastici italiani. Poi bisognerà accedere ad un’apposita pagina web: iscrizioni.istruzione e compilare accuratamente tutta la scheda nelle sue varie parti. Fatto questo, per essere sicuri che l’iscrizione è andata a buon fine, basterà attendere la mail di conferma”.

Pensa che questa procedura di Iscrizioni online potrà creare dei problemi alle famiglie italiane?

La modernizzazione del Paese è qualcosa di fondamentale, dalla quale non si può prescindere. E quindi anche la scuola italiana deve stare al passo con i tempi e adeguarsi. Questa procedura di iscrizioni online creata appositamente per l’iscrizione degli studenti nelle scuole sicuramente rappresenta un grande passo in avanti per la c.d. digitalizzazione della scuola, ciò non toglie che indubbiamente qualche problema lo creerà, specialmente per tutte quelle famiglie che non hanno un computer in casa o non hanno una connessione internet efficace. Speriamo che tutto vada per il meglio”.

Come pensa che le famiglie italiane potranno essere aiutate nelle iscrizioni online

Questo è il primo anno di cambiamento, e quindi è normale che molte famiglie avranno delle difficoltà a completare positivamente questa procedura di iscrizioni online . Per questo motivo penso che la vicinanza delle scuole, almeno per quest’anno, sia di fondamentale importanza. Sono sicuro che dall’anno prossimo le cose andranno meglio, intanto pensiamo ad aiutare le famiglie quest’anno”.

Incontriamo ora Maria Pia e Giuseppe, due genitori che tra qualche settimana dovranno cimentarsi con questa nuova procedura online.

Come pensate di cavarvela? Siete preoccupati per le iscrizioni online ?

Fortunatamente in casa disponiamo di un computer e di una connessione internet. Il punto non è tanto saper accendere il computer e completare per bene la procedura. Il punto è che qui ci sono cose importanti in ballo: l’iscrizione a scuola dei nostri figli. Quindi è normale che c’è un po’ di preoccupazione, nel senso che una volta completata la procedura tramite internet andremo sicuramente nella segreteria della scuola per sapere se abbiamo fatto tutto bene. Non possiamo rischiare che qualcosa vada storto. Siamo certi che le scuole saranno un importante supporto per tutte quelle famiglie che non sanno nemmeno da che parte cominciare, perché magari non hanno molta dimestichezza con il computer”.

Come giudicate questa rivoluzione telematica in ambito scolastico?

Sinceramente pensiamo che, almeno per questo primo anno di cambiamento, si sarebbero dovute mantenere entrambe le procedure, ossia sia quella telematica delle Iscrizioni online sia quella cartacea. Anche perché non tutti sono fortunati come noi, ossia non tutti hanno a disposizione un computer e una connessione internet. E quindi questo fatto genererà sicuramente degli inconvenienti di vario tipo per numerose famiglie italiane. In fondo questo è un anno di transizione per la scuola italiana, e quindi pensiamo che il mantenimento di entrambe le procedure sarebbe stata la scelta più saggia, così da dar tempo alle famiglie di organizzarsi completamente per gli anni successivi”.

Una vera e propria rivoluzione telematica, che metterà alla prova migliaia di famiglie, e che ci farà capire (se ancora non l’avessimo capito) che ormai il mondo va sempre più digitalizzandosi. E quindi anche la scuola deve adeguarsi a questa digitalizzazione, divenendo sempre più, appunto, una “scuola digitalizzata”. Le famiglie italiane avranno a disposizione più di un mese di tempo per completare questa procedura di iscrizioni online, ossia dal 21 gennaio al 28 febbraio: il tempo c’è, forse la voglia un po’ meno, ma quando si tratta di cose così importanti, come l’iscrizione a scuola dei propri figli, la voglia deve venire!

Google+
© Riproduzione Riservata