• Google+
  • Commenta
6 gennaio 2013

Le feste porta via… ecco l’evento che fa rima con Epifania

Epifania le feste porta via
Epifania le feste porta via

Epifania le feste porta via

L’Epifania tutte le feste porta vita. E’ tempo per ognuno di partire e ritornare alla quotidianità fatta di studio e lavoro.

È sì, ci siamo. Il tempo è giunto. È arrivata l’ora per tutti di riprendere in mano di nuovo la propria vita, il proprio personale trantran, le proprie abitudini più semplici di ogni giorno. Migliaia di studenti oggi e in nei prossimi giorni, dovranno riprendere nelle loro mani ben riposate, le sudate carte per poter sfidare la prima tornata di appelli straordinari e ordinari già belli e predisposti da tutte le università italiane.

Tantissimi, con “dolore”, quasi con una spina nel fianco, dovranno lasciare “le sottane” delle loro mamme e recidere quel cordone ombelicale, che, puntualmente, durante le feste, si riproduce quasi come per magia. Eh sì, stop alle sottane delle mamme, quelle dove è sempre fantastico rifugiarsi di tanto in tanto, specie nei periodi di festa.

È giunta l’ora di uscire di nuovo allo scoperto: l’Epifania, quella vecchietta “brutta e antipatica”, ma pur sempre generosa è qui stamane pronta proprio a ricordarcelo! I motori di auto, treni, pullman e aerei ormai sono ben caldi. Tutto è pronto per essere protagonisti del grande esodo degli studenti “rifugiati”, che studiando fuori sede, malvolentieri, in questi giorni, saranno stati costretti a ricomporre la loro valigia e a recuperare in ogni dove della loro cameretta “familiare”, brandelli di vita.

Ogni lavoratore rientrerà domani. E, nel proprio luogo di lavoro la maturazione della consapevolezza che si dovrà tenere duro almeno per altri tre mesi. La prossima festività in cui potersi rilassare sarà, infatti, solo Pasqua. Forse una magra consolazione considerando che le festività pasquali durano sempre troppo poco e, molto spesso, anzi sempre, non assicurano di certo il sapore della vacanza, del riposto, del relax, del ritorno al nido d’origine. Oggi non si avranno più scusanti.

Epifania l’evento che le feste porta via: ma dve vanno e perchè?

Le feste porta via l’Epifania e possiamo dire ed essere certi che da domani la vita tornerà nei ranghi. Non ci saranno più pretesti. Il lavoro dovrà riprendere; la dieta dovrà essere riportata in auge, lo studio dovrà riattivarsi secondo gli schemi e anche ritmi già sostenuti fin da subito. L’Epifania segna la fine delle feste natalizie, ma segna anche il ritorno della normalità. Quella stessa normalità di cui, anche se risulta difficile ammetterlo, non si può proprio fare a meno.

L’Epifania è in fondo solo una data (?). Una linea di confine che altro non fa che separare, rigida, la vita di tutti i giorni in cui ciascuno si può ritrovare, da una vita tutto sommato ad una spanna al di sopra della prassi quotidiana. Non faremmo mai tutti i giorni regali ad amici o a parenti, non ingurgiteremo mai migliaia di calorie ogni giorno, non ci dedicheremmo mai alla nullafacenza continua. Non potremmo mai pensarci sereni nell’oziare e poltrire ogni santo giorno. Non potremmo mai vivere gioiosi ogni dì, da vittime più o meno ignare di bagordi 24h no stop!

Se le feste porta via, possiamo rasserenarci e accogliere con un sorriso, seppur a denti stretti, questo giorno. Abbiamo troppo bisogno di normalità, di quotidianità, di semplicità e di ritmi a noi noti per poter sopravvivere! Di quel trantran che con costanza ci siamo assicurati e garantiti nei mesi per scandire la vita di ogni giorno, nel bene e nel male. Si ha bisogno dei soliti e ben definiti punti fissi. Di scadenze. Delle carte. Del ciclico orario di lavoro. Del nostro capo pretenzioso. Del nostro docente esigente.

C’è sempre troppo bisogno di un quotidiano fatto di noi, noi soli per ritrovarsi ogni mattino.

Dunque sereni e grintosi accogliete questo giorno cari giovani, diligenti studenti di ogni dove, operosi lavoratori italiani.

L’Epifania tutte le feste porta via… ma dopo l’Epifania altro non c’è che tutto ciò che la vita vogliamo ci dia.

Google+
© Riproduzione Riservata