• Google+
  • Commenta
22 maggio 2013

Gianpaola Mola su risorse ed energie rinnovabili e pulite

Gianpaola Mola su risorse ed energie rinnovabili e pulite
Gianpaola Mola su risorse ed energie rinnovabili e pulite

Gianpaola Mola su risorse ed energie rinnovabili e pulite

Molti dei casi di inquinamento riconosciuti dipendono dalla mancanza di conoscenza in materia di energie rinnovabili: a precisarlo è l’ingegnere Gianpaola Mola, ingegnere ambientale esperta nel fotovoltaico.

Non conoscendo bene come funzionano le risorse ed energie rinnovabili, come possono essere sfruttate e quanto possono far risparmiare, il pubblico risponde con scetticismo.

Le energie rinnovabili sono un connubio indiscutibile fra risparmio e rispetto dell’ambiente.

Ma come funzionano esattamente le energie rinnovabili? Si conosce davvero tutto sulle risorse ed energie rinnovabili?

Ingegnere qual è il percorso da seguire per avere un proprio impianto ad energie rinnovabili?

“Per tutte le energie rinnovabili ci sono i certificati verdi e bianchi: si tratta di titoli che è possibile acquistare e che, in base alla produzione, vengono pagati dallo Stato. Se, dunque, l’impianto che si possiede produce un certo quantitativo di energia, lo Stato provvederà a pagare il certificato verde. L’iter per ottenere tale certificato è piuttosto lungo: bisogna avere un progetto iniziale, l’approvazione del GSE (Gestore Servizi Energetici) e, infine, procedere con i lavori. Solo dopo circa un anno e mezzo è possibile vedere i primi risultati. Il percorso, però, può subire altre interruzioni da parte delle regioni o delle provincie autonome a causa delle autorizzazioni ambientali.”  – dichiara Gianpaola Mola –

La crisi coinvolge anche le energie rinnovabili?

“Ogni anno ci sono nuovi tagli da parte dello Stato: molte persone si lasciano scoraggiare dal rischio di non avere il ritorno economico previsto; lo Stato, infatti, potrebbe cambiare le carte in tavola ed impedire agli investitori, piccoli o grandi che siano, di ricevere, nel corso degli anni, quel ritorno economico inizialmente prefissato. Tutto ciò, ovviamente, coinvolge tutti gli esperti del settore: ingegneri, produttori e tecnici degli impianti.” – dice Gianpaola Mola –

Intervista a Gianpaola Mola: risorse ed energie rinnovabili, risparmio e ricavi

“Rispetto all’energia acquistata si risparmia tutto, praticamente il 100%. Il fotovoltaico, rispetto alle altre rinnovabili, ha il vantaggio di poter durare alcuni decenni, durante i quali la manutenzione dell’impianto è pari a zero. L’eolico, invece, richiede una manutenzione semestrale o annuale, un periodo quantificabile solo in base alla sua grandezza”.

Buona parte della popolazione non usa energie rinnovabili, quanto incide questo sull’ambiente?

“Se questa energia è prodotta da centrali termoelettriche che bruciano petrolio o carbone vi è una produzione di anidride carbonica che contribuisce all’effetto serra e al riscaldamento del pianeta. Inoltre, questo tipo di energia ci costa molto di più: l’estrazione dei combustibili fossili necessari è piuttosto costosa. Lo stesso discorso può essere fatto anche per l’energia nucleare: l’estrazione dell’uranio richiede un certo costo e, inoltre, i rifiuti prodotti hanno un impatto ambientale elevatissimo”.

Gli impianti utilizzati, ad esempio, per il fotovoltaico come vengono smaltiti?

“I pannelli sono fatti di silicio, lo stesso materiale di cui sono fatte le schede digitali, di vetro, la cornice in alluminio e i cavi in rame, tutto materiale riciclabile. I produttori dei pannelli devono sin da subito aderire ad un consorzio di smaltimento rifiuti per provvedere al recupero dei materiali. Il silicio, come tutti i materiali digitali, viene recuperato e riutilizzato”.

Le biomasse possono essere una risorsa utilizzabile dai piccoli risparmiatori?

“Le biomasse, come il pellet, possono essere utilizzate a scopo domestico. Non dimentichiamo che, per quanto la sua combustione produca anidride carbonica, ne viene prodotta una quantità decisamente minore rispetto ai classici combustibili. Inoltre, biomasse come il pellet sono fatte di scarti del legno (ad esempio, delle segherie) garantendo un notevole risparmio sul suo acquisto.”

L’eolico come energie rinnovabili secondo Gianpaola Mola

“Esiste il cosiddetto mini-eolico, previsto, appunto, per uso domestico. La prima cosa da fare è il monitoraggio del territorio poiché è necessario trovarsi in una zona in cui non c’è né troppo né poco vento, altrimenti l’impianto non può funzionare correttamente. I risultati, però, possono variare a seconda delle condizioni della zona.”

L’energia geotermica come energie rinnovabili, invece?

“L’energia geotermica è molto costosa poiché sono richieste analisi geologiche e interventi in profondità piuttosto impegnativi. Inoltre, essendo uno scambio aria-acqua, è necessario avere il sito idoneo per estrarla. Quasi sempre richiede il supporto del fotovoltaico, dunque, non è certo la più conveniente.”

A fronte della crisi economica del nostro Paese, le energie rinnovabili come vengono sostenuta dallo Stato?

“Restano, ormai, un paio di mesi circa per gli incentivi dello Stato. Fino a qualche anno fa le cose erano decisamente diverse: le rinnovabili avevano un rendimento pari al 12-13%. Un piccolo risparmiatore, con il precedente Conto Energia, aveva una rendita su quell’investimento del 13% annuo.” – continua Gianpaola Mola –

“Lo Stato ha definito il fotovoltaico una ristrutturazione edilizia e, in quanto tale, la legge prevede una detrazione fiscale del 36%: una persona che, ad esempio, spende 20 mila euro riavrà indietro come IRPEF 3 mila e 600 euro spalmati in più anni. Inoltre, vi è un notevole risparmio di energia che permetterà al consumatore di guadagnare risparmiando sui suoi stessi consumi. Questo è ciò che noi invitiamo a fare: investire sull’energia rinnovabile, per quanto richiede tempo, porta ottimi risultati e, inoltre, si contribuisce al rispetto dell’ambiente. – Conclude Gianpaola Mola –

Con la collaborazione di Rita Mola

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy