• Google+
  • Commenta
28 agosto 2013

Assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri: costi e modelli ASL

Assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri
Assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri

Assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri

Il servizio sanitario nazionale e l’assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri attraverso enti pubblici e privati ed agenzie di socializzazione, (in primis scuola ed università).

Anche ai nostri atenei, è fatto carico di tutelare e promuovere la salute.

Rispetto alla fruibilità dei servizi sanitari erogati dalle nostre Università, il primo distinguo da fare è quello tra studenti italiani fuori sede e studenti stranieri.

Soprattutto rispetto alle modalità della richiesta sanitaria e alla modulistica necessaria.

Assistenza sanitaria studenti italiani fuori sede. Modalità di richiesta e documenti. Gli studenti  iscritti presso un Ateneo di un’altra regione possono utilizzare la Tessera sanitaria rilasciata dall’A.S.L. dalla propria Regione di residenza.

Le prestazioni mediche ricevute in questo caso non sono gratuite, ma vengono rimborsate allo studente nella dichiarazione dei redditi dietro presentazione delle ricevute attestanti la spesa sostenuta. 

Lo studente può, tuttavia, richiedere una Tessera sanitaria provvisoria rilasciata dall’ASL della città in cui studia ed usufruire gratuitamente dell’assistenza medica generica mediante il  cambio del proprio medico di base. Per farlo occorrere presentare alla A.S.L. più vicina:

Scarica da qui Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione

Scarica da qui Dichiarazione Atto Notorietà

In caso di mancato cambio, è utile sapere che tutti gli studenti fuori-sede hanno diritto ad usufruire delle prestazioni del Pronto Soccorso per alcune delle quali è necessario pagare il ticket. In caso di emergenza è possibile ricorrere alla Guardia Medica (sia telefonicamente, che negli appositi uffici che a domicilio).

Assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri: modalità di richiesta e documenti

Arrivati in Italia, tutti gli studenti stranieri debbono dimostrare di possedere una forma di copertura sanitaria, in assenza della quale non è possibile conseguire il permesso di soggiorno. A seconda della nazionalità dello studente si prevedono, infatti, procedure diverse:

  • Studenti UE: devono munirsi di T.E.A.M. (Tessera Europea di Assicurazione Malattia) che dà diritto alle prestazione mediche in tutti gli stati appartenenti all’UE;
  • Studenti extra-UE : devono disporre di una copertura sanitaria privata valida per tutta la durata del loro soggiorno in Italia;
  • Studenti con doppia nazionalità, di cui una italiana: hanno diritto all’iscrizione gratuita al Servizio Sanitario Nazionale a patto che si presentino all’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari provvisti di passaporto italiano e copia della richiesta di residenza inoltrata al Comune.

Circa l’assistenza sanitaria studenti fuori sede comunitari. Gli studenti UE possono accedere ai servizi offerti dal SSN, in base alla durata del soggiorno in Italia, per permanenze inferiori  o superiori ai 3 mesi. Per periodi inferiori a 3 mesi, lo studente UE beneficia dell’assistenza sanitaria del medico di base, purché in possesso di:

  • documento di identità
  • Tessera Sanitaria Europea (T.E.A.M.) o, in sostituzione, del Modello E106.

Nella fattispecie è possibile avvalersi direttamente del medico di base sia per problemi di salute sia per la prescrizione di farmaci o analisi. La TEAM permette allo studente titolare di accedere alle cure “medicalmente necessarie” e non solo a quelle “urgenti”. Basterà recarsi da un medico di base convenzionato, che fornirà le prestazioni sanitarie generiche e prescriverà le eventuali prestazioni sanitarie specialistiche, potendo egli richiedere il rimborso all’istituzione estera competente.

I titolari di modello E106 (che ha scadenza proporzionale alla durata del corso di studi) hanno diritto all’iscrizione al S.S.N. e all’assistenza sanitaria “completa”, previa consegna  all’A.S.L. di competenza di:

  • Il Modello E106
  • La documentazione attestante la frequenza del corso universitario.

Assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri non comunitari – La legge sull’immigrazione obbliga gli studenti non comunitari al possesso di una copertura sanitaria per tutto il periodo di permanenza nel nostro Paese. Se si dispone di un’assicurazione privata stipulata nel proprio paese di origine, perché sia valida per l’ottenimento del permesso di soggiorno, essa dovrà possedere i seguenti requisiti:

  • Validità nei Paesi dell’Area Schengen;
  • Massimale di € 30.000,00;
  • Deve essere nominale per la persona;
  • Contenere l’indicazione del periodo durante il quale si è coperti e la tipologia di copertura ed essere redatta in lingua italiana.

L’intero documento dovrà essere legalizzato dall’Ambasciata e Consolato italiano nel Paese di origine. In alternativa, all’arrivo in Italia, può essere stipulata la polizza assicurativa (semestrale o annuale, rispettivamente 49 e 98 euro) presso  INA –Assitalia. La Polizza copre solo i casi di assistenza medica d’urgenza presso il Pronto Soccorso, in ogni ospedale. È possibile, tuttavia, beneficiare di una copertura sanitaria totale a scadenza annuale. Necessaria in questo caso è l’iscrizione al SSN,  versando un contributo pari, a € 155,97, effettuato presso un ufficio postale o uno sportello bancario, mediante modello F24.

La copertura assicurativa garantita dal Servizio Sanitario Nazionale garantisce l’assistenza sanitaria al pari dei cittadini italiani, inclusa la possibilità di scegliere un medico di base.

Assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri in casi particolari

Quando per motivi di studio o turismo si soggiorna temporaneamente in uno dei Paesi dell’U.E. o nei seguenti Paesi convenzionati: Guadalupe, Martinica, Riunion, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Croazia, Slovenia, Brasile, Australia, Argentina, lo studente italiano può beneficiare di cure mediche urgenti ed eventualmente del ricovero ospedaliero. In tal caso è necessario recarsi presso le A.S.L muniti di tesserino sanitario e compilare il Modello E111 per i Paesi CE e per l’Austria, Finlandia, Islanda, Norvegia, Svezia e Liechtenstein. Identica procedura per tutti gli altri Paesi convenzionati. Il Mod. E111 va presentato alla locale Cassa Mutua o all’ospedale, in caso di ricovero.

La procedura varia in base al Paese, che può essere convenzionato e non (per saperne di più sulle convenzioni sanitarie internazionali rimandiamo all’apposita sezione “Se parto per…” del Ministero della Salute). In generale lo studente italiano iscritto al SSN (è il caso dello studente Erasmus)che parte per un Paese non convenzionato può accedere all’assistenza medica anticipando le spese e presentando la domanda di rimborso alla rappresentanza diplomatica italiana all’estero. Prima della partenza dovrà pertanto richiedere un attestato all’ASL, presentando codice fiscale, fotocopia del libretto d’iscrizione ASL e la documentazione comprovante il conseguimento di eventuali borse di studio.

Assistenza sanitaria studenti con assicurazioni contro gli infortuni

Tutti gli studenti iscritti all’Università, quando attendono ad “esperienze tecnico-scientifiche o ad esercitazioni pratiche o svolgono esercitazioni di lavoro”, sono protetti da assicurazioni che coprono i possibili rischi derivati da queste attività e anche da attività ‘esterne’ quali visite a laboratori, stabilimenti industriali, ecc. Tutti gli studenti universitari sono poi assicurati contro ogni genere di infortunio subito nei locali dell’Università, dell’Azienda per il Diritto allo Studio ed in ogni ambiente dove gli studenti svolgono “un’attività di studio e di ricerca autorizzata dall’Università” 

Le prestazioni per l’assistenza sanitaria studenti riguardano:

  • Cure mediche e chirurgiche, compresi gli accertamenti clinici
  • Fornitura di apparecchi di protesi
  • Assegno per l’assistenza personale continuativa
  • Rendita per l’inabilità permanente
  • Rendita e assegno agli eredi in caso di morte.

Per beneficiare di tali prestazioni occorre riferirsi agli Uffici INAIL. Per le Cure assistenziali, invece, il riferimento sono i Servizi dell’ASL.

Assistenza sanitaria studenti fuori sede. Chiudiamo la nostra carrellata sui servizi sanitari allo studente segnalando due iniziative capitali nella storia dell’assistenza sanitaria studentesca, promosse rispettivamente da Udu ed Unescola Carta Salute e l’ISIC Card.

Assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri e carta salute.

La Carta Salute è un servizio di assistenza sanitaria voluto da Mutua Studentesca UDU. La Carta permette di usufruire dei servizi sanitari minimi senza cambiare il medico quando si studia lontani da casa. Munendosi di essa, lo studente potrà godere di assistenza telefonica 24 ore su 24, invio del medico a casa per visite in caso di malattia, visite generiche e specialistiche e tante convenzioni per tutte le necessità. In più la Carta Salute può essere usata anche al ritorno a casa, come servizio integrativo rispetto a quello del medico di base. In pratica lo studente/essa potrà rivolgersi ad un medico diverso da quello di famiglia tutte le volte che vuole, risparmiandosi, ad. es., l’imbarazzo di far sapere di voler prendere la pillola o sostenere un consulto psicologico.

Queste le opportunità previste: 

  • Ricevere la visita di personale medico
  • Invio di un’ambulanza
  • Trasferimento sanitario
  • Indicazione di medici specialisti ed informazioni sanitarie tramite centralino telefonico disponibile 24 ore su 24
  • Rimborso del viaggio di un familiare qualora lo studente fosse ricoverato in ospedale per un periodo superiore ai 10 giorni
  • Rimborso di due visite mediche (specialistiche o generiche) all’anno per un massimo di 40 Euro a visita .

Costo 29,90 Euro all’anno. Per ottenere la Carta Salute, basta recarsi direttamente presso la sede della Mutua della propria città, scrivere all’indirizzo info@mutuastudentesca.it oppure telefonare allo 06. 44265625.

Assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri e ISIC CARD – L’ultima novità in fatto di assistenza sanitaria allo studente si chiama ISIC Card, la Carta Internazionale dello Studente patrocinata dall’Unesco e diffusa in oltre 116 paesi al mondo . Come informa il sito dedicato, si tratta di un “passaporto per entrare nel più vasto e completo mondo di sconti, servizi e agevolazioni dedicate agli studenti. È  l’unico documento che prova internazionalmente il tuo status di studente a tempo pieno, valido in Italia e all’estero.”

La carta costa 10 euro, ha durata annuale e, tra le innumerevoli agevolazioni previste, garantisce allo studente titolare il diritto a ricevere 24 ore su 24  assistenza telefonica multilingue per emergenze di natura sanitaria, legale e medica.

Scarica i documenti per l’Assistenza sanitaria studenti fuori sede e stranieri:

Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione.

Dichiarazione Atto Notorietà.

Guida all’assistenza

Servizi Sanitari Universitari: Studenti Italiani e Stranieri

Costi Ticket Studenti Universitari 

Dettaglio Costi Ticket Prestazioni per Studenti

Tabella ASL Universitarie e  ASL Convenzionate

Tabella ASL Universitarie Parte 1 

Tabella ASL Universitarie Parte 2

In collaborazione con Matteo Napoli

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy