Sud

Fav
  • Google+
  • Commenta
22 novembre 2013

Trovare Lavoro: ecco come trovare lavoro a scuola con Job&Orienta

Cercare Lavoro

Il tema Trovare lavoro a scuola del Job&Orienta di Verona sembra ispirarsi al caso di Lecce infatti gli studenti dell’istituto tecnico “Galilei – Costa” iniziano a trovare lavoro presto e a lavorare e guadagnare già dal 3° e 4° anno

Si è aperto il 21 novembre, “Job&Orienta 2013”, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, l’aiuto per trovare lavoro, in programma alla Fiera di Verona fino a sabato 23.

L’evento, giunto alla 23esima edizione e promosso da VeronaFiere e Regione del Veneto, quest’anno è incentrato sul tema Trovare lavoro a scuola: nei tre giorni si parlerà infatti della necessità di rafforzare il ruolo della scuola come soggetto attivo del mercato del lavoro, di valorizzare già tra i banchi la formazione in assetto lavorativo, infine di potenziare ogni canale e strumento utile a orientare i giovani nelle scelte formative e a supportarli nell’ingresso nel mondo del lavoro.

Urgenze purtroppo sempre più pressanti, alla luce dei desolanti dati nazionali sulla disoccupazione degli under 24, arrivata ormai al 40,4% (dati Istat settembre 2013), che sono state sancite come centrali anche dal “decreto scuola” approvato a inizio mese. Un decreto che ha reso finalmente l’orientamento attività didattica obbligatoria, stanziato fondi per implementare il sistema di alternanza scuola-lavoro, le attività di stage, il tirocinio, la didattica in laboratorio, e per la formazione dei docenti in tema di percorsi scuola-lavoro. A inaugurare la manifestazione incentrata sul trovare lavoro, l’intervento in videoconferenza del ministro del Lavoro, Enrico Giovannini mentre nel pomeriggio sarà ospite il ministro Maria Chiara Carrozza.

Ed è di appena una settimana fa la notizia, che ha fatto il giro della rete e dei media, di un istituto tecnico statale di Lecce, in cui da alcuni anni i docenti non si limitano ad impartire buone lezioni e ad interrogare, ad effettuare esercitazioni in laboratorio e ad organizzare stage presso aziende, ma, stanchi di vedere i loro diplomati continuare ancora oggi ad emigrare per cercare e trovare lavoro, hanno smesso di piangersi addosso e si sono rimboccati le maniche e stimolano e coadiuvano gli studenti nella creazione di lavoro innovativoe nell’aiutarli a trovare lavoro. Imprese reali, vere e proprie start up con investimenti, bilanci e (possibilmente) profitti.

La scuola è l’Istituto tecnico “Galilei – Costa”, una piccola realtà ad indirizzo economico e tecnologico che negli ultimi 15 anni si guarda intorno e orienta la formazione dei propri studenti lì dove ci sono più prospettive e che da un paio di anni ha addirittura deciso di non accontentarsi più della “formazione”.

Definita “la scuola più premiata d’Italia”, il Galilei-Costa è una fucina di progetti e idee che spaziano dall’uso delle nuove tecnologie all’eco-sostenibilità e all’imprenditorialità. Innovazione, creatività, start up, crescita, business sono concetti che contraddistinguono il lavoro che si compie ogni giorno tra i banchi, nei laboratori e nel mercato reale.

«Sembra davvero dedicata alla nostra scuola l’edizione 2013 del salone Job&Orienta – racconta Daniele Manni, docente dell’istituto circa l’iniziativa sul trovare lavoro – visto che è stato scelto un tema che sembra la nostra insegna o addirittura la nostra migliore pubblicità: trovare lavoro a scuola. Sono già due anni infatti che abbiamo ridefinito l’offerta formativa indirizzando gli sforzi verso obiettivi molto concreti e reali, con lo scopo di aiutare gli studenti a crearsi un lavoro e iniziare a guadagnare già mentre studiano. Riteniamo xMediasm.jpgche non ci sia modo migliore di imparare una nuova professione del farlo realmente. Sproniamo i ragazzi ad avere idee e li aiutiamo ad implementarle, nei settori del turismo, della promozione agroalimentare, della tecnologia, della sostenibilità ambientale, questi sono alcuni esempi: una classe di quinto anno organizza da due anni nella maggiore piazza della città il “Festival della Dieta Med-Italiana” con oltre 50 espositori e 35.000 visitatori; un gruppo di cinque studenti ha inventato un originalissimo modo di promuovere l’olio extravergine d’oliva di qualità e da alcuni mesi commercializza in rete il loro prodotto “Nectarea”; il neo diplomato Vincenzo Rubano, non vedente, ha implementato un modo per far “vedere” ai ciechi i video su Youtube, conduce una personale battaglia contro le inaccessibilità informatiche attraverso il suo sito di denuncia “Ti tengo d’Occhio” e ha iniziato ad offrire consulenza professionale ad amministrazioni pubbliche; un gruppo di quattro studenti attiveranno a giorni un innovativo servizio turistico advisor, atto a fornire consigli e suggerimenti sui migliori B&B del territorio; due classi, di secondo e terzo anno, stanno rispettivamente lavorando alla realizzazione di un parco divertimenti che anziché consumare energia la crea e alla trasformazione della città di Lecce in un paradiso per la mobilità su due ruote attraverso il “Movimento 5 Selle”».

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy