• Google+
  • Commenta
7 dicembre 2013

Sciopero 9 dicembre 2013: sciopero e presidi blocco autotrasporti tir

Lo sciopero nazionale dell’autotrasporto del 9 dicembre 2013 è stato parzialmente revocato dalle principali sigle sindacali mentre il Movimento dei Forconi si dice pronto alla protesta. 

Le associazioni che hanno revocato lo sciopero del 9 dicembre 2013. Le principali sigle sindacali dell’autotrasporto Unatras, Unione Nazionale delle Associazioni dell’Autotrasporto Merci, e  Anita, Associazione Nazionale Imprese Trasporti Automobilistici, hanno deciso di revocare lo sciopero dopo l’incontro col Ministro Lupi.

Un incontro sicuramente soddisfacente i cui rappresentanti delle associazioni hanno confermato la revoca dello sciopero a seguito dei “risvolti positivi” avuti dal Ministro dei Trasporti.

Ecco gli obbiettivi o meglio le promesse ricevute dal Ministro Lupi a seguito dell’incontro:

  •  Il ripristino delle agevolazioni sulle accise,
  • La riduzione del costo del lavoro,
  • I  330 milioni di euro destinati al settore e confermati dalla Legge di Stabilità.

Lo sciopero del 9 dicembre quindi potrà essere ribattezzato lo sciopero dei Forconi perché saranno loro a guidare la protesta con un unico scopo: il blocco degli autotrasporti.

Il Movimento dei Forconi si propone quindi di bloccare l’Italia dal 9 al 13 dicembre quindi per un totale di 120 ore.

Ecco le info relative ai presidi Forconi nelle principali regioni:

  • Sciopero 9 dicembre Presidi Forconi in Abruzzo: 
    • Pescara/Val Vibrata: Presidio uscita autostrada Val Vibrata, dalle 23.30 dell’8 Dicembre.
    • Teramo: Presidio uscita autostrada Val Vibrata. Lunedì 9 dicembre dalle ore 00:00
  • Sciopero 9 dicembre Presidi Forconi in Basilicata: per info contattare Debora Neka 3429463351 – Donato Ditaranto – tel. 334 3397771
  • Sciopero 9 dicembre Presidi Forconi in Calabria: per info contattare il Referente territoriale: Salvatore Brosal – mail: superhit33@yahoo.it – Tel.339 638 2018
  • Sciopero 9 dicembre Presidi Forconi in Emilia Romagna: 
    • Forl’: Presidio presso Piazzale della Vittoria, lunedì 9 dicembre dalle ore 8.00.
    • Ravenna: A Partire dal 9.12.2013 (ore 8.00) si terrà un sit in ad oltranza in piazza Baracca  (angolo Via Maggiore Via Cavour). Referenti territoriali per Forlì e Ravenna: Claudio Marconi – tel 3472258116 – ipharra-fcalice.it – Supporto per Ravenna: Simona Zampetti – tel. 345.3230213 – Mail: info@demoskratos.it
  • Sciopero 9 dicembre Presidi Forconi in Friuli Venezia Giulia: per info contattate Referente territoriale per Pordenone: Claudio Sist, Pordenone, mail: sistclaudio@gmail.com, – cell 3493091400
  • Sciopero 9 dicembre Presidi Forconi in Lazio: 
    • ROMA: Presidio permanente in Piazza Dei Partigiani (Piramide-Ostiense) a partire dalle ore 8.00 del giorno 9 Dicembre. Referenti territoriali. Roma: Barbara De Propris – tel. 3467810040 – barbararoma76@gmail.com – Alessio Provaroni Tel. 3471957026 – mail: aprovaroni@gmail.comFrosinone
  • Sciopero 9 dicembre Presidi Forconi in Piemonte: Per info clicca qui
  • Sciopero 9 dicembre Presidi Forconi in Puglia: per info contattate il Referente territoriale di Puglia e Bari, Sabino Cannone: Tel. 3939902924
  • Sciopero 9 dicembre Presidi Forconi in Toscana: 
    • Arezzo: Da Lunedì 9 Dicembre, ore 7.00, ritrovo in Piazza della Stazione ad Arezzo in Piazza della Fortezza da Basso (Lato Fontava) alle ore 7.00 del 9 dicembre
    • Referente territoriale Firenze: Bruno Zoppi, – Cell 348/6466025 – mail: bruno.zoppi@gmail.com
    • Grosseto: Ritrovo ore 07.00 piazzale della Stazione, il corteo muove dalle 07.30: via G.Mameli-via G. Matteotti-P.zza f.lli Rosselli-via IV Novembre-v.le Manetti-v.le Ximenes-P.zza S- De Maria -via dei Lavatoi-via Fossombroni-via Porciatti-Corso Carducci. Termine e Presidio: Piazza Dante.
    • Piombino: Luogo di ritrovo all’ingresso della Sol, in Viale Unità d’Italia, Piombino, Lunedi 9 dicembre, dalle ore 7.00
    • Siena: ritrovo il 9 dicembre, in piazza Lizza

Sciopero 9 dicembre 2013: il blocco degli autotrasporti. Gli autotrasportatori incroceranno le braccia dalle ore 00.00  di lunedì 9 dicembre alle 24.00 di venerdì 13 dicembre. Sicuramente saranno numerosi i disagi e i problemi che apporterà lo sciopero quali: il blocco di tutti i valichi di frontiera, dei porti, degli aeroporti; delle pompe di benzina, delle raffinerie, degli esercizi commerciali, dei viadotti.

Le regole del Movimento dei Forconi. I leader della protesta hanno confermato il carattere pacifico della protesta, una protesta in cui non si potrà fare attività o propaganda politica né tanto meno perpetrare atti di  vandalismo.

L’obbiettivo della protesta è farsi ascoltare da una politica sorda nei confronti delle fasce deboli perché come disse Pertini: “Quando un governo non fa ciò che dice il popolo, va cacciato anche con mazze e pietre”.

Google+
© Riproduzione Riservata