• Google+
  • Commenta
13 dicembre 2013

Sciopero 16 dicembre: sciopero nazionale dei trasporti orari e modalità

Ancora una volta, Lunedì 16 Dicembre 2013, è stato indetto uno sciopero nazionale dei trasporti che coinvolgerà il servizio urbano, extraurbano, le linee ferroviarie ed addirittura i vaporetti veneziani.

I sindacati che aderiranno allo sciopero nazionale del 16 dicembre saranno i sindacati in difesa dei lavoratori di Filt, Faisa, Fit Cisl, Ugl Autoferrotranvieri e Uilttrasporti, i quali premono per accellerare la chiusura dei negoziati riguardanti contratti, licenziamenti e cassa integrazione. In una nota, Filt, Fit, Faisa, Ugl FA e Uilt affermano che andranno valutati tutti quegli elementi che il Ministero dei Trasporti ha elencato riguardo il finanziamento, regolazione e assetto del settore trasporti.

Lo sciopero nazionale del 16 dicembre in difesa dei lavoratori. A prendere la parola in prima persona per la difesa dei lavoratori sono le rappresentanze sindacali, che hanno richiesto, cinque giorni fa, un colloquio con il Ministero del lavoro ma che purtroppo è stato definito dalle stesse “assolutamente non adeguato per lo sblocco della trattativa contrattuale”. Hanno inoltre affermato: “è fondamentale che il negoziato riprenda nell’ambito del nuovo contratto sulla mobilità e che questo venga concluso in tempi rapidi”.

Infine torna a parlare a Radio 24 Andrea Gatto, segretario nazionale Faisa-Cisals: “il giorno 16 dicembre faremo un altro  sciopero nazionale ed è il decimo, perchè stiamo chiedendo da tempo risposte”. Un messaggio diretto al neosegretario del Pd, sindaco della città di Firenze bloccata la scorsa settimana dallo sciopero dei mezzi pubblici: “speriamo che il Pd di Renzi dica all’esecutivo che il trasporto pubblico locale deve essere dotato di regole e risorse adeguate. E per fare questo bisogna aprire un tavolo”. Fare presto, chiede Gatto: “non è che una mattina si svegliano gli autoferrotranvieri di Genova, di Firenze o di Milano e decidono di lasciare a terra la gente. Il contratto nazionale è scaduto da sei anni”.

Gli orari e modalità dello sciopero del 16 dicembre 2013. Sono già stati indicati gli orari dello sciopero che bloccherà tutte le regioni italiane. A Roma lo sciopero interesserà i trasporti di Atac e Roma Tpl. Questi incroceranno le braccia per quattro ore, dalle 9 alle 13. Per maggiori informazioni sullo sciopero del 16 dicembre sarà possibile contattare il numero 06.57003.

Ecco gli orari e le modalità dello sciopero nazionale del 16 dicembre nelle principali città:

  • Sciopero 16 dicembre Milano: i tram e le metropolitane resteranno ferme dalle 8:45 alle 12:45.
  • Sciopero 16 dicembre Napoli: 
    • Linee bus rimarranno ferme dalle ore 9.00 alle 13.00
    • Linea 1 ferma dalle ore 9:12 e da Dante alle ore 9.14. Il servizio riprende da Piscinola alle 13:22 e da Dante alle ore 13.50.
    • Funicolari di Chiaia, Montesanto, Centrale e Mergellina sospendo il servizio dalle 9:20 alle 13.20.
  • Sciopero 16 dicembre Bologna e Ferrara: previsto un blocco del trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano dalle 10:00 alle 14:00 e in questi orari, mentre dalle 9:00 alle 13.00 è previsto lo sciopero dei servizi ferroviari.
  • Sciopero 16 dicembre in in Friuli Venezia Giulia: i treni regionali saranno fermi dalle ore 12:00 alle ore 18:00

Le quattro ore di stop sono state annunciate come forma di sciopero anche nel resto del Paese.

I disagi dello sciopero del 16 dicembre. Uno sciopero questo che sembra preannunciare più disagi del solito, forse perché si presenta come la scia di una serie di manifestazioni che si stanno svolgendo in questi ultimi giorni e che dalla ben nota protesta dei “forconi” non si sono ancora fermate.

Questo ennesimo disservizio si andrà ad aggiungere ad un’ondata di scioperi e di manifestazioni che chiedono al governo una maggiore attenzione alle problematiche concrete della gente e forse, esercitando il diritto di sciopero così come è sancito dalla nostra Costituzione chissà che a lungo andare non si riesca a far sentire la voce dei lavoratori.

Google+
© Riproduzione Riservata