• Google+
  • Commenta
3 dicembre 2013

Sciopero Trasporti 6 dicembre 2013: calendario sciopero orari e modalità

Sciopero Treni

L’USB ha indetto uno sciopero nazionale il 6 dicembre 2013 della durata di 4 ore.

Sciopero

Sciopero

“L’Unione Sindacale di Base Lavoro Privato proclama per il prossimo 6 dicembre lo sciopero nazionale del trasporto Pubblico Locale di 4 ore, attuato secondo specifiche articolazioni territoriali.

Questa prima azione di sciopero, limitata a 4 ore a causa della penalizzante normativa in materia di diritto allo sciopero nei servizi pubblici essenziale, risponde alla necessitò di dare una prima urgente risposta contro le politiche del governo, che prevedono vaste e preoccupanti privatizzazioni nel settore con pesanti ricadute sui carichi di lavoro, sui salari, nonché sulla qualità e quantità di servizio alla cittadinanza.” (in una nota dell’USB).

A questo si aggiunge lo stesso giorno, lo sciopero degli arei del gruppo Meridiana, sciopero che coinvolgerà tutto il personale del gruppo per 24 ore.

La TPL (Trasporto Pubblico Locale) continua la protesta\proposta, che si fece molto lunga e animata a Genova, dove il 23 novembre scorso, dopo 5 giorni di sciopero a oltranza da parte dei tramvieri che sono incorsi anche in sanzioni, si raggiunse un accordo votato dagli scioperanti\lavoratori con dubbie modalità. Il voto infatti non ha potuto essere segreto e\o scritto, ma solo un voto palese che ha avuto come conseguenze insulti e spintoni da parte di alcuni contrari all’accordo, comunque a parte questa piccola rappresaglia, un bell’esempio di risposta pacifica, efficace e solidale sotto più punti di vista.

Sciopero

Sciopero

Le motivazioni dello sciopero del 6 dicembre 2013. scioperiamo perché. Ecco come continua la nota dell’Unione Sindacale di Base Lavoro Privato sulle motivazioni dello sciopero: “La lotta degli autoferrotranvieri genovesi, a cui l’USB ha dato il suo pieno sostegno, esprime la realtà di una condizione non più accettabile – si legge nel comunicato –

“Da sei anni i contratti del TPL sono bloccati, mentre gestioni clientelari e criminali, che hanno visto la pesante intromissione della politica, hanno spolpato le aziende pubbliche di trasporti.”

Il comunicato continua sottolineando le fallimentari privatizzazioni che non hanno portato a nessun risultato: “basti pensare a quelle già attuate – come Alitalia, Telecom, ILVA, solo per citare qualche esempio. La risposta ai problemi del TPL non può dunque essere quella delle dismissioni, dell’affidamento ai privati, la riduzione del numero di aziende e la diminuzione delle risorse da parte dello Stato. Da anni l’USB si batte per un servizio pubblico e di qualità, che rappresenti un’alternativa, reale e praticabile, all’uso del mezzo privato”.

L’invito da parte dell’USB ad aderire allo sciopero nazionale del 6 dicembre 2013: “Per tutti questi motivi – conclude l’USB – chiama gli autoferrotranvieri ad aderire in massa allo sciopero nazionale e ritiene che i lavoratori debbano interrompere qualunque forme di disponibilità nei confronti delle aziende per non essere complici di chi pretende di peggiorare il servizio, ridurre le linee e colpire nello stesso tempo salario e condizioni di lavoro. Pertanto, ritiro immediato da parte dei lavoratori della diponibilità ad operare ’straordinari volontari’ che, in quanto tali, non rappresentano alcun obbligo contrattuale dei lavoratori ma sono solo ed esclusivamente una disponibilità concessa dai singoli lavoratori: in quanto tale può – e deve – essere revocata”

Il calendario degli scioperi di dicembre 2013:

Sciopero Trasporti

Sciopero Trasporti

Lo sciopero del 16 dicembre 2013. Un’altro sciopero TPL è previsto per il 16 dicembre ancora limitato a 4 ore, ma poco prima del periodo natalizio esattamente l’ultimo giorno utile per scioperare senza incorrere in sanzioni (dal 17 dicembre al 7 gennaio). Per le date degli scioperi confermati potete controllare il sito del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.

Per notizie circa gli orari e modalità dello sciopero trasporti del 3 dicembre e del 6 dicembre 2013 è stata confermata la seguente notizia: “dato che domani gli operatori di stazione della soc. Atac di Roma dell’o.s. ORSA TPL sciopereranno dalle ore 20.30 fino alle ore 00.30 del 4/12 ed il personale della soc. Roma TPL dell’o.s. FIT CISL dalle ore 8.30 alle ore 16.30, la Commissione di Garanzia ha imposto all’o.s. proclamante lo sciopero nazionale (USB Lavoro Privato) del 6/12 p.v. di escludere queste 2 società dallo sciopero, quindi il giorno 6 dicembre i servizi di autobus e metropolitana della soc. ATAC di Roma saranno regolari.”

Certo l’Italia non brilla in quanto a trasporti pubblici e la sua capitale è l’esempio peggiore altro che “caput mundi” , Roma “finis mundi” se per mondo intendiamo quello più prossimo all’Italia: l’Europa. Della nuova metro C di Roma cosa abbiamo di utile dopo ben 7 anni? Solo un link su wikipedia.

Mentre a Barcellona hanno creato tre linee metropolitane in più e non è una capitale europea. Probabilmente per i turisti come per gli stessi abituali utenti italiani non debba sempre essere semplice e veloce girare in Italia affidandosi al trasporto pubblico.

Ricordiamo inoltre che il 6 dicembre è previsto il termine dello sciopero dei giudici di pace.

Google+
© Riproduzione Riservata