• Google+
  • Commenta
15 dicembre 2017

Spese di Natale 2017: quanto spenderà per il regali  natalizi

Spese di Natale 2017
Spese di Natale 2017

Spese di Natale 2017

Quali saranno le spese di Natale 2017 in Italia e in Europa? Ecco una classifica secondo la quale gli Italiani sono tra i primi rispetto agli acquisti natalizi che svela quanto spenderà per il regali  natalizi.

Gli italiani terzi sul podio dei top spender europei. Lo conferma la ricerca Deloitte Xmas Survey 2017 che anche quest’anno, giunta alla sua ventesima edizione, ha raccolto le voci di oltre 8.000 consumatori di dieci paesi diversi – compresa l’Italia – per rintracciarne i propositi di spese natalizie.

Preceduti solo dalla Spagna e dal Regno Unito che intendono spendere in media rispettivamente 632 euro la prima e 614 euro il secondo, gli italiani ipotizzano di acquistare di più rispetto all’anno precedente. Una spesa che si aggirerà intorno ai 528 euro circa, a paragone dei 506 sborsati lo scorso anno. Un +4,4% confrontato al +2,7% della media europea, la cui spesa sfiorerà i 445 euro per le spese di Natale 2017.

Dato piuttosto confortante visto il regresso delle previsioni degli acquisti natalizi rintracciato in Italia negli ultimi anni.

Sia in Italia che in Europa la maggioranza delle spese verterà nella prima quindicina di dicembre. I dati parlano chiaro: più del 30% degli italiani si prodigherà in acquisti tra il primo e il quindici dicembre; il 23% tra il sedici e il ventiquattro dicembre; l’1% tra il venticinque e il trentuno dicembre; e il 2% nel periodo post natalizio.

Un indizio alquanto interessante ci giunge dal crescente 23% degli italiani che progetta le compere natalizie già a fine novembre. Fattore più che in linea con la tendenza europea ad avvalersi delle convenienti iniziative promozionali legate al Black Friday e al Cyber Monday.

Spese di Natale 2017: quali saranno gli acquisti e quanto spenderà per il regali  natalizi

Il 40% del budget degli italiani sarà investito nei regali natalizi, sostiene Deloitte. Una stima affine a quella degli altri Paesi Europei, fatta eccezione per i viaggi. È infatti una pulsione nomade quella che sembra animare l’Italia rispetto al resto d’Europa.

L’intenzione italiana di impegnarsi in viaggi è in crescita del 12%, doppio esatto della media europea. I regali che tuttavia con più probabilità scoprirete sotto il vostro albero sono al 50% libri; al 30% dolciumi; e al 29% capi d’abbigliamento. Molti sono orientati per regali di natale originali ed economici sia per lui che per lei.

Relativamente al canale d’elezione per la ricerca di informazioni e di idee sui doni natalizi, il web si conferma al 57% il mezzo prediletto dagli italiani. Nello specifico alcuni siti web offrono un’estesa possibilità di scelta in merito agli spunti più curiosi, singolari e tecnologici. Le idee per Natale su siti dedicati ai regali e altri portali sono sempre più ricercate da quegli utenti che usano il web per trovare spunti per la scelta di un regalo diverso dal solito. I Social Media invece si rivelano preziosi assistenti per ricercare notizie utili nella selezione di musica e film.

In un tale panorama sempre più digitale, il negozio fisico opera comunque un ausilio fondamentale per la scelta del regalo. Il 46% degli italiani punta a prediligerlo.

Quali sono le attività favorite per le spese di Natale 2017

Ma riguardo alla fase d’acquisto tout court, l’esercizio commerciale fisico in Italia come in Europa si rivela ancora dominante. È il favorito in Europa al 69%, e in Italia al 76%.

Protagonisti indiscussi delle spese natalizie nei negozi sono i generi alimentari. Dai pandori, ai panettoni, alle cioccolate artigianali. La percentuale italiana degli acquisti online invece esibisce un 54%. Una crescita del 16% rispetto allo scorso anno, in particolare modo per ciò che riguarda regali come esperienze, prodotti high-tech e gli wearable device – i prodotti indossabili – come gli smartwatch.

Venendo agli aspetti più materiali, Italia ed Europa presentano due differenti vie preferenziali.

Spese di Natale per i regali

Spese di Natale per i regali

L’Europa gestisce perlopiù i pagamenti attraverso carte di debito al 61%, seguite dai contanti al 54%, e dalle carte di credito 31%. L’Italia preferisce al 49% affidarsi ai contanti, quasi eguagliati dalle carte di credito con il 47%.

I digital wallet per concludere, i portafogli digitali del calibro di Apple Pay e PayPal si confermano unanimemente il metodo più praticato per i pagamenti delle spese online.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy