• Google+
  • Commenta
19 Gennaio 2019

Bonus 2019: mamma, bebè e asilo nido: requisiti INPS

Bonus 2019
Bonus 2019

Bonus 2019

Novità bonus 2019 mamma: come e quando inviare la domanda Inps, requisiti e reddito per ottenere ricevere un premio alla nascita.

Con la legge di Bilancio 2019 cambiano alcuni diritti di assegnazione e molte famiglie si chiedono: “quando richiedere il bonus 2019? quando viene erogato il bonus?

Per il bonus mamma serve il modello Isee? Serve il certificato di gravidanza? Quali sono i requisiti del bonus mamma e entro quando bisogna chiederlo?

Le famiglie avranno sostegno per il pagamento della retta dell’asilo nido? C’è ancora il premio alla nascita? Queste le novità da comprendere. 

Nel 2019, le neo mamme potranno ancora beneficiare dell’assegno di natalità, un assegno annuo per ogni figlio nato o adottato e viene corrisposto mensilmente fino al terzo anno di vita del bambino.

L’assegno viene percepito dai nuclei familiari in possesso di un ISEE in corso di validità non superiore a 25.000 euro. Ma vediamo nel dettaglio quali sono i requisiti per poter ottenere un bonus mamma.

Bonus 2019 mamma e premio alla nascita: requisiti, documentazione e modulo INPS

Questa tipologia di bonus è stata introdotta nel 2017 e ha come obiettivo, sostenere il reddito delle donne in gravidanza. In questo particolare periodo di vita di una donna, ma in realtà di tutta la famiglia, si ha bisogno di budget importanti per sostenere costi di ecografie, visite specialistiche e farmaci, che raddoppiano con la nascita del bebè. Per questo motivo lo stato ha deciso di mettere a disposizione delle neo mamme un assegno che le aiuti a sostenere le spese. Il bonus premio alla nascita è corrisposto in unica soluzione dall’INPS e non concorre alla formazione del reddito complessivo. Chi può richiederlo? 

Questo tipo di bonus è destinato a tutte le future mamme, ma quali sono i requisiti indicati dall’INPS:

  • residenza in Italia;
  • cittadinanza italiana o comunitaria;
  • le cittadine non comunitarie devono essere in possesso del permesso di soggiorno UE;
  • essere al 7° mese di gravidanza;
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

Il bonus mamma domani è legato al numero di figli nati dal parto, e non al singolo evento. Questo significa che in caso di parto gemellare il contributo sarà doppio.

Bonus Bebè 2019: requisiti INPS documentazione e modulo PDF

Oltre al bonus mamma, altra tipologia di bonus richiedibile è il bonus bebè, un bonus per i nuovi nati e adottati, introdotto in Italia con Decreto del Presidente del Consiglio e dei Ministri.

È un assegno mensile erogato dall’Inps per dodici mesi per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo, ma la richiesta di agevolazione è riservata alle famiglie a basso reddito. Vediamo quali sono questi requisiti, qual è l’importo erogato dall’istituto di previdenza e soprattutto, quali sono i requisiti Inps per ottenerlo:

  • la richiesta può essere presentata i figli nati tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2019;
  • bisogna fare domanda entro 90 giorni dalla nascita o dall’ingresso nel nucleo familiare del nuovo arrivato.

Per poter richiedere il bonus bisogna:

  • recarsi all’ente di Patronato che lavorerà la richiesta per conto della famiglia;
  • inviare la domanda online, tramite il sito dell’Inps, se in possesso del PIN dispositivo rilasciato dall’istituto;
  • telefonare al numero verde dell’INPS.

Le famiglie che presentano dovranno avere l’attestazione Isee, il documento d’identità, la tessera sanitaria e il modello Sr163 debitamente compilato e timbrato dalla propria banca.

Bonus Asilo Nido 2019: requisiti INPS, documentazione e modulo PDF

Anche il bonus asilo è confermato per il 2019. È un contributo di massimo 1.000 euro e viene dato a sostegno per pagare la retta degli asilo nido pubblici e privati e per fornire assistenza domiciliare a bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.

Il bonus viene erogato con cadenza mensile e per poter ottenere il contributo bisogna indicare nella domanda:

  • a quale dei due benefici si intende accedere;
  • specificare le mensilità per le quali si intende ottenere il beneficio;
  • allegare in fase di domanda il pagamento almeno della retta relativa al primo mese di frequenza;
  • in caso di richiesta di bonus per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione, allegare, all’atto della domanda, un’attestazione rilasciata dal pediatra che dichiari per l’intero anno di riferimento, “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia”.

Il contributo mensile erogato non può essere calcolato una seconda volta. Nel caso in cui non dovesse bastare, lo stato non aiuterà ulteriormente la famiglia. Ecco cosa sono i bonus mamma, bebè e asilo nido e come ottenerli.

Google+
© Riproduzione Riservata