• Google+
  • Commenta
14 Febbraio 2019

Le Ceneri 2019: data delle ceneri e giorno di inizio quaresima

Le Ceneri 2019
Le Ceneri 2019

Le Ceneri 2019

Ecco quando sono le Ceneri 2019: data del mercoledì delle Sacre Ceneri e giorno di inizio della Santa Quaresima che si festeggia dopo il Carnevale.

Il mercoledì delle ceneri, una festa prevalentemente cattolica, è il primo giorno di Quaresima e cade sempre quarantasei giorni prima di Pasqua. Qual è il significato del mercoledì delle ceneri? La Chiesa con questa celebrazione prepara i fedeli ad apprezzare meglio la morte e la risurrezione di Cristo attraverso il pentimento, la preghiera, il digiuno e l’abnegazione. La cenere delle palme bruciate della Domenica delle Palme dell’anno precedente sono benedette. Con queste ceneri, il sacerdote segna una croce sulla fronte degli adoratori, dicendo: “Ricorda, uomo, quella polvere tu sei, e alla polvere tu tornerai” (Genesi 3:19). Oltre a mostrare dispiacere per i loro peccati, quelli che onorano il Mercoledì delle ceneri aggiungono un significato; necessità di prepararsi per una morte santa.

Il mercoledì ha origini non cristiane ed è stato accettato dalla Chiesa cattolica al Concilio di Nicea nel 325 d.C. Nel Concilio fu anche stabilita la durata del digiuno che è di 40 giorni.

Durante questo periodo l’obiettivo di Costantino era di unire pagani e cristiani in un’unità pacifica all’interno dell’impero romano. Ma durante il Concilio di Nicea la data di inizio della quaresima non era ancora stabilita. Ma quando cade la celebrazione quest’anno? Qual è la data del mercoledì delle ceneri 2019? Ecco alcune delle principali date da ricordare che riguardano Carnevale e Pasqua 2019.

Le Ceneri 2019: data di quando sono le Sacre Ceneri e perché si celebrano di mercoledì

Con il Mercoledì delle Ceneri 2019 inizia la Quaresima, il periodo che precede la Pasqua. Cade di mercoledì perché segue il martedì Grasso. Le principali date del Carnevale 2019 e Quaresima, sono:

  • giovedì grasso: 28 febbraio
  • martedì grasso: 5 marzo
  • mercoledì delle Ceneri 2019: 6 marzo

Questo mercoledì è uno dei giorni più popolari e importanti del calendario liturgico. Il mercoledì delle ceneri apre la quaresima, una stagione di digiuno e preghiera. Il mercoledì delle ceneri si tiene 46 giorni prima della domenica di Pasqua, ed è osservato principalmente dai cattolici. Questa celebrazione viene dall’antica tradizione ebraica di penitenza e digiuno. Durante le sue celebrazioni è previsto l’uso di cenere sulla testa. Le ceneri simboleggiano la polvere da cui Dio ci ha creati. Mentre il sacerdote applica la cenerei alla fronte di una persona, pronuncia le parole: “Ricordati che sei polvere e in polvere tornerai“. In alternativa, il sacerdote può pronunciare le parole: “Convertitevi e credete al Vangelo“. Simboleggiano anche il dolore, in questo caso, il dolore, contrizione e pentimento per i peccati commessi.

La cenere hanno un significato specifico e sono un simbolo visibile di penitenza. Il mercoledì delle ceneri non si mangia carne. I bambini piccoli, gli anziani e i malati sono esenti da questa osservanze. Anche se le ceneri simboleggiano penitenza e contrizione, ricordano anche ai fedeli che Dio è clemente e misericordioso verso coloro che lo invocano con cuori pentiti. La misericordia divina è il tema principale della Quaresima e la Chiesa ci chiama a cercare quella misericordia durante l’intera quaresima con riflessione, preghiera e penitenza.

Perché le Ceneri sono il giorno di inizio quaresima e fine Carnevale

Nel 601 papa Gregorio spostò l’inizio della quaresima dalla quarta domenica dell’anno al mercoledì delle ceneri, 46 giorni prima di Pasqua. Questo cambiamento fu possibile perchè ai 40 giorni di digiuno furono poi addizionate sei domeniche contate come giorni festivi, per un totale di 46 giorni per la Quaresima. Papa Gregorio istituì anche la tradizione di contrassegnare i parrocchiani con la cenere a forma di croce. Questa pratica presente nella liturgia, non è specificamente menzionato nella Bibbia.

Tuttavia,fin dall’antichità spolverizzarsi con la cenere è stato un segno di dolore per il peccato. Più volte la Bibbia menziona le persone che si pentono di polvere e cenere. Per esempio, tra le letture sulle ceneri: Mardocheo (Ester 4: 1), Giobbe (Giobbe 42: 6), gli abitanti di Ninive (Giona 3: 5-6) e Daniele (Daniele 9: 3-4). Il pentimento nella polvere e nella cenere spesso veniva accompagnato dal digiuno. Il tipo di digiuno che Gesù sostenne fu il seguente, trovato in Matteo 6: 16-18: “16 E quando digiunate, non assumete aria malinconica come gli ipocriti, che si sfigurano la faccia per far vedere agli uomini che digiunano. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. 17 Tu invece, quando digiuni, profumati la testa e lavati il volto, 18 perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo tuo Padre che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.”.

Google+
© Riproduzione Riservata