• Google+
  • Commenta
2 Marzo 2019

Primarie PD 2019: quando si vota il nuovo segretario e candidati

Primarie PD 2019
Primarie PD 2019

Primarie PD 2019

Ecco quando ci saranno le nuove primarie PD 2019: data di quando si vota il nuovo segretario del Partito Democratico e chi sono i candidati che potrebbero essere eletti dai circoli.

Tutto pronto per le primarie del PD che si terranno domani, tre i candidati usciti dalla prima fase del congresso: Nicola Zingaretti, Maurizio Costanza e Roberto Giachetti insieme a Anna Ascani.

I tre protagonisti sono i candidati più votati dal voto dei circoli degli iscritti al PD  avvenuti nelle ultime settimane durante la prima fase del congresso PD.

Il 3 febbraio sono stati pubblicati i voti dei possibili segretari del PD: ecco quali sono. Nicola Zingaretti, l’attuale presidente del Lazio, è stato il più candidato, con 88.918 voti, pari al 47,38 per cento. Il secondo, Maurizio Martina, segretario uscente, con 67.749 voti, pari al 36,10 per cento. Il terzo, Roberto Giachetti, con 20.887 voti, pari al 11, 13 per cento.

Sono stati esclusi ufficialmente delle elezioni di domani: Francesco Boccia, aveva ottenuto 7.537 voti, pari al 4,02 per cento; Maria Saladino, con 1315 voti pari al 0,70 per cento;   e Dario Corallo, aveva ottenuto 1266 voti pari al 0,67 per cento.

Domenica 3 marzo seggi aperti dalle ore 8:00 alle ore 20:00.  I cittadini italiani iscritti alle liste elettorali porteranno con sé il documento di riconoscimento e la propria tessera elettorale versando un contributo di 2 euro.

Il partito democratico (PD) è stato  il maggior partito italiano per numero di parlamentari, ed è la prima forza politica del centro-sinistra italiano fondato nel 2007.  Nel 2006 raggiunse il numero di 405 041 iscritti (2,5%) un numero elevato rispetto all’anno precedente. Ma cos’è e come opera? Secondo quanto detto nell’articolo 8 dello statuto del Partito democratico è un corpo composto da 120 eletti nell’Assemblea nazionale al fine di elaborare l’indirizzo politico del partito stesso.

Date primarie PD 2019: ecco quando si vota il nuovo segretario del partito democratico

Regolamento delle primarie PD – come funziona << SCARICA PDF

Cosa ci si aspetta quest’anno? Rispetto agli anni precedenti, alle primarie del PD ci si aspetta un’ affluenza molto più bassa. Nel 2007, anno di fondazione del PD, all’incirca 3,5 milioni di elettori scelsero Walter Veltroni. Successivamente, nel 2009 scese all’incirca del 3,1 e vinse Pier Luigi Bersani. Nel 2013, scese a 2,8 e nel 2017 a 1,8, nell’anno della vittoria di Matteo Renzi.

Domenica 3 marzo gli elettori andranno a eleggere il prossimo segretario del partito democratico. Le votazioni saranno molto semplici, il voto sarà aperto a tutti anche chi non possiede la “tessera Pd”, si potrà farla all’istante portando con sè 2 euro, il documento d’identità e la tessera elettorale.

I candidati sono il segretario uscente Maurizio Martina, l’ex vicepresidente della Camera Roberto Giachetti e l’attuale presidente del Lazio Nicola Zingaretti, che i sondaggi danno come favorito e che ha già vinto la prima, quella in cui potevano votare solo gli iscritti al PD.

Seggi aperti dalle ore 8:00 alle ore 20:00 di domani, domenica 3 marzo. Potranno votare alle primarie, a patto che si siano iscritti sul sito entro il 25 febbraio, oltre agli adulti anche gli adolescenti che hanno compiuto il sedicesimo anno di età e il diciottesimo anno, gli italiani residenti all’estero, gli stranieri residenti in Italia e gli studenti fuori sede.

Come si vota? Semplicemente basta un segno sulla scheda in corrispondenza del candidato  segretario preferito e della sua lista dei candidati.

Chi sono i candidati alle primarie PD 2019: quali sono i programmi

C’è chi promette il paese dei balocchi. Noi abbiamo un altro programma!” : il Pd dice questo. Il Pd si definisce diverso e vuole mantenersi diverso. La loro unica promessa è una: NON FARE PROMESSE.

Il loro intento è fare andare avanti l’Italia senza farla precipitare nel tunnel dello spread e della crisi da cui siamo usciti con fatica,coraggio e determinazione.

Il 3 febbraio sono stati pubblicati i voti – ecco i programmi in breve.

  • Zingaretti 47,4% pari a 88918 voti : Nicola Zingaretti,il governatore della regione Lazio, candidato nel settembre 2018, vuole riportare lo stato italiano a un grande movimento popolare unitario per riacquistare la capacità di stare dentro la società;
  • Martina 36,1% pari a 67749 voti :  Maurizio Martina, candidato alle primarie del Partito democratico, il suo programma è portare al Pd una squadra di uomini e donne che abbiano voglia di lavorare insieme, investendo sulla partecipazione e investire sul futuro dell’Italia;
  • Giachetti 11,1% pari a 20887 voti :  I renzani del Pd hanno due candidati, si tratta di Anna Ascani e Roberto Giachetti, che hanno condiviso la loro candidatura seguendo il progetto politico di Matteo Renzi;
  • Boccia 4,0%;
  • Saladino 0,7%;
  • Corallo 0,7%.
Google+
© Riproduzione Riservata