• Google+
  • Commenta
1 Aprile 2019

Vacanza a Bologna: cosa fare e dove andare, cosa vedere e quando

Vacanza a Bologna
Vacanza a Bologna

Vacanza a Bologna

Ecco come organizzare una vacanza a Bologna: breve guida per sapere cosa fare e dove andare nella città Dotta, idee e consigli su cosa vedere e quando visitarla per un soggiorno indimenticabile.

Se ti stai chiedendo cosa fare a Bologna in un fine settimana in famiglia o con amici, sei nel posto giusto.

Qui troverai tanti consigli su dove andare a dormire per una vacanza economica e cosa vedere a Bologna, sia di giorno che di sera, in estate o in inverno.

Grazie ai suoi quasi 40 km di portici, è visitabile in qualsiasi periodo dell’anno.

Cosa fare in vacanza a Bologna? In questo articolo troverai le risposte che cerchi.

Nella citta Dotta potrai trovare mille cose interessanti da vedere, piazze, chiese e musei, sia in centro che nei dintorni, e tante cose da fare per divertirti in compagnia, sia di giorno che di sera.

Se il tuo obiettivo è una vacanza studio  o un viaggio della maturità, questo città è il luogo giusto.

La città è sede dell’Università più antica del Mondo Occidentale e offre agli studenti tante occasioni per studiare e divertirsi.

Sei un appassionato di buon cibo e ottimi vini ma non sai dove andare a mangiare e cosa mangiare a Bologna durante la tua vacanza? Qui troverai gli spunti giusti per scegliere i locali dove assaggiare la cucina tipica romagnola ascoltando l’incantevole voce di Lucio Dalla.

Vacanza a Bologna: cosa fare in estate e autunno, dove andare, studenti, famiglia, coppia

Ecco cosa fare in vacanza a Bologna, cosa vedere in città e dintorni e quando visitarla, in base ai suoi 3 appellativi: la Dotta, la Rossa e la Grassa.

La Dotta perchè qui è nata la prima Università Italiana. Se sei uno studente universitario che sta pensando di oraganizzare una vacanza studio, Bologna ospita la più antica Università del Mondo Occidentale, l’Alma Mater Studiorum, nata nel 1088. Attualmente vede la presenza della sede centrale, e di altre sedi periferiche sul territorio romagnolo: Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini.

Poichè si tratta di una città universitaria, è l’ideale per gli studenti che vogliono organizzare una vacanza per festeggiare la maturità; potranno trovare comode sistemazioni dove andare a dormire, a prezzi economici, anche nel centro della città. E di certo non mancherà il divertimento a Via del Pratello, una famosa strada situata nel centro storico della città.

La Rossa per il colore caratteristico dei suoi edifici che potrai ammirare una volta arrivato in cima alla Torre degli Asinelli.

La Grassa fa riferimento alla tradizione culinaria e più in generale dell’Emilia Romagna. Famosa per essere la città della mortadella, dei tortellini, delle lasagne e del lambrusco, la cultura gastronomica di questa regione italiana si basa molto su insaccati, salumi e formaggi come lo Squacquerone.

Sono tante le cose da fare e da vedere a Bologna e dintorni. Fuori città possiamo ammirare dei panorami mozzafiato grazie alle splendide colline e ai caratteristici calanchi argillosi. In primavera o in estate è possibile organizzare dei pic-nic romantici o delle escursioni a piedi o in moto.

Cosa vedere e cosa fare per le vacanze a Bologna in un fine settimana

Monumenti da visitare durante le vacanza a Bologna

Vista dall’alto

Cosa vedere a Bologna in un weekend o in un giorno? Da visitare è sicuramente la casa museo di Lucio Dalla e la sua Piazza Grande, che nello specifico è Piazza Cavour.

Assolutamente da non perdere è una passeggiata a Piazza Maggiore, luogo simbolo della città e dove nel medioevo si riuniva il popolo e si svolgeva il mercato. Al centro della piazza troviamo il Crescentone, una piattaforma pedonale di granito rosa costruita in epoca fascista.

Nel 1945, il 25 aprile, un carrarmato americano la danneggiò con i suoi cingoli e da allora è diventata simbolo della liberazione nazi-fascista.

Intorno alla piazza bolognase possiamo vedere gli edifici storici della comunità come: Palazzo Comunale, Palazzo del Podestà e Palazzo dei Bianchi. Oggi la piazza è conosciuta anche per il Crescentone e per lo scivolo di accesso.

Da visitare in Piazza Maggiore è la Basilica di San Petronio, dedicata a Petronio, vescovo di della città dal 431 al 450 e patrono cittadino. In questa basilica venne incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero Carlo V, nel 1530. La facciata della basilica è rimasta incompiuta ma l’elemento caratterizzante è il portone centrale, realizzato da Jacopo Della Quercia con scene dell’Antico e Nuovo Testamento.

Una cosa da fare assolutamente è salire i 498 scalini della Torre degli Asinelli. Dalla cima godrai di un panorama stupendo. Insieme alla Torre Garisenda, più bassa rispetto alla quella degli Asinelli, svolgevano funzione militare difensiva ma erano anche simbolo dello status raggiunto dalle famiglie nobili dalle quali derivano i loro nomi.

Info una vacanza a Bologna: quali chiese vedere in un weekend

Non può mancare in un viaggio a Bologna di un fine settimana o di un giorno, un tour delle chiese cittadine.

  • Cattedrale di San Pietro: è il Duomo. Papa Gregorio XIII le attribuì il titolo di Metropolitana. Si trova su via Indipendenza ed oggi appare con un gusto spiccatamente barocco anche se le sue origini risalgono al X e XI sec. Al suo interno sono conservate opere di Ludovico Carracci e Alfonso Lombardi, caratteristico della chiesa è la torre campanaria con la sua campana da 33 quintali.
  • Basilica di Santo Stefano: conosciuta anche come Complesso delle Sette Chiese. Nel V sec. l’allora vescovo Petronio fece costruire la Chiesa del Santo Sepolcro con l’intenzione di far costruire poi un complesso di chiese che rappresentassero la Passione di Cristo. All’interno della basilica di santo Stefano possiamo ammirare il chiostro medievale e il cortile di Pilato.
  • Chiesa del Santo Sepolcro: si dice che parte del complesso sorga sui resti di un tempio di Iside. Questa chiesa doveva rappresentare fedelmente la stanza in cui furono deposti i resti di Cristo dopo la sua morte. Le spoglie di San petronio furono spostate nel 2000 da questa chiesa e furono portate nella Basilica di San Petronio.
  • Santuario della Madonna di San Luca: si trova sul promontorio del Colle della Guardia. Questo santuario presenta il portico più lungo al mondo, 666 arcate e 15 cappelle che partono dalla Porta Saragozza, nel centro storico della città per facilitare la processione della Beata Vergine di San Luca.
Cosa vedere e quando a Bologna: musei e fiere d’arte
Monumenti da visitare durante le vacanza a Bologna

Monumenti da visitare

E’ una città che ha fatto dello sviluppo artistico-culturale un punto di forza, grazie alla presenza sul territorio di numerosi musei e di eventi artistici a livello internazionale.

Un esempio è Arte Fiera, la più antica fiera d’arte contemporanea d’Italia, che si tiene nella zona fieristica della città in una settimana compresa tra la fine di gennaio e gli inizi di febbraio.

Quali musei visitare a Bologna? Quali sono i più importanti?

In città ci sono molti musei che spaziano dall’archeologia all’arte contemporanea.

Ecco un elenco dei posti dove non mancare durante le vostre ferie emiliane.

  • Civico Archeologico: situato all’interno di Palazzo Galvani. E’ stato aperto al pubblico nel 1881 e contiene al suo interno una prestigiosa collezione di repertio che vanno dalla preistoria all’età romana.
  • Civico Medievale: sorto nel 1881 all’interno del palazzo Ghisilardi-Fava. Al suo interno sono conservate delle importanti testimonianze del Medioevo cittadino come dei manufatti Altomedievali risalenti al VII-IX sec.
  • Pinacoteca Nazionale: dedicata ai pittori della scuola emiliana con opere dal XIII al XVIII sec. Conserva opere di giotto, perugino e il Parmigianino.
  • MAMbo – Museo d’Arte Moderna situato all’interno della Galleria d’Arte Moderna, voluta da una nobildonna che donò al comune la sua collezione. Inaugurato nel 2007 raccoglie opere dalla seconda metà del 1900 ad oggi.
Google+
© Riproduzione Riservata