• Google+
  • Commenta
6 Maggio 2019

Costi detraibili: elenco di quali sono per società e partite IVA

Costi detraibili
Costi detraibili

Costi detraibili

Ecco cosa e quali sono i costi detraibili per le imprese: elenco completo per ditta individuale, società e professionisti.

Novità per la partita IVA in regime forfettario. Consigli utili su come detrarre il costo carburante e auto.

Tabella completa dei costi detraibili per la SRL in regime forfettario. Come cambia la detrazione per il 2019 con la flat tax. Detrazioni anche per gli agenti di commercio. Guida alla detrazione del costo auto e costo benzina. Vantaggi quindi per l’utilizzo di autovetture aziendali. Detraibili anche le spese per l’utilizzo della propria auto per le trasferte aziendali. Spese per attività sportiva e mensa scolastica detraibili nel 730. Detraibili anche le spese di ristrutturazione e le spese mediche. Per i professionisti minimi le detrazioni sono facili da calcolare. Per la partita Iva in regime forfettario i costi detraibili sono elencati nel TUIR.

Tutti gli oneri detraibili riducono l’imposta lorda da pagare ai fini Ires e Irpef. Le spese detraibili sono quindi diverse dai costi deducibili. Infatti le deduzioni riducono la base imponibili su cui calcolare le imposte. Invece le detrazioni riducono l’imposta da versare. Ci sono limiti di detraibilità. Non tutta la spesa sostenuta può essere quindi portata in detrazione. In questo articolo elenco completo delle detrazioni e delle percentuali ammesse.

Quali sono i costi detraibili per società, partite Iva e forfettario: differenze – ELENCO

Gli oneri detraibili Irpef sono elencati nell’art. 15 TUIR. Dall’imposta lorda calcolata possono essere detratte alcune spese. Ci sono limiti di detraibilità. Non tutta la spesa sostenuta può essere quindi portata in detrazione. Attualmente la misura fiscale detraibile è pari al 19%. I costi detraibili vanno indicati nella dichiarazione dei redditi. Per le persone fisiche deve essere compilato il quadro RP. In questo modo quindi le spese sostenute riducono l’imposta lorda da versare.

Le società di persone compilano quindi il quadro RP per le detrazioni dell’art.16-bis TUIR. Si tratta delle spese per interventi di recupero del patrimonio e di riqualificazione degli edifici. Per tali spese ogni socio ha diritto quindi a una detrazione. Dal 2017 rientrano anche le spese di verifica sismica degli edifici. La misura è del 50% delle spese sostenute, con un massimo di € 96.000 per unità immobiliare. Per le società di capitali i costi devono essere indicati nel quadro RN. Novità dal 1° gennaio 2019. Inclusa la quota dei rimborsi erogati dalle imprese di trasporto ai conducenti a tempo indeterminato. L’ammontare complessivo dei rimborsi non deve essere però superiore a € 1.500.

Elenco costi soggetti a detraibilità: quali sono per società e partita IVA

Ai sensi dell’art. 15 TUIR sono quindi detraibili ai fini Irpef per un importo pari al 19%:

  • interessi passivi su mutui e prestiti;
  • spese veterinarie;
  • spese funebri;
  • compensi pagati a soggetti di intermediazione immobiliare;
  • spese sanitarie;
  • spese sostenute per i servizi di interpretariato;
  • premi assicurazione per il rischio morte o di invalidità non inferiore al 5%;
  • spese per la frequenza di costi di istruzione universitaria;
  • spese per la frequenza di scuole dell’infanzia;
  • premi di assicurazione per il rischio di eventi calamitosi;
  • spese per attività sportiva dei ragazzi di età tra i 5 e 18 anni;
  • spese per gli addetti all’assistenza personale;
  • erogazioni liberali in denaro;
  • spese per l’acquisto di abbonamento ai servizi pubblico di trasporto.
Google+
© Riproduzione Riservata