• Google+
  • Commenta
8 Maggio 2019

Una piccola impresa meridionale: trama e recensione, cast e trailer

Locandina Una piccola impresa meridionale
Locandina Una piccola impresa meridionale

Locandina Una piccola impresa meridionale

Ecco di cosa parla il film una piccola impresa meridionale: trama e recensione, cast completo degli attori e trailer ufficiale in HD.

E’ una pellicola del 2013 diretta ed interpretata da Rocco Papaleo attualmente impegnato in diverse manifestazioni a Matera, città della cultura. Il film ha ricevuto anche diversi riconoscimenti; Nomination al David di Donatello per la migliore canzone originale. Nomination come Migliore attrice non protagonista per Giuliana Lojodice e Claudia Potenza. Ciak D’oro, nomination come migliore attrice non protagonista a Giuliana Lojodice. Fra gli attori principali abbiamo anche Riccardo Scamarcio che abbiamo visto nel suo ultimo lavoro “Lo Spietato“. Ruolo decisamente diverso d quelli che gli abbiamo visto interpretare fino ad oggi. Il film ambientato in Puglia, ma girato in Sardegna, racconta dei piccoli scandali nelle realtà meridionali, fra tradimenti e svestizioni di preti.

Una pellicola proprio alla Rocco Papaleo che riesce sempre a centrare il fulcro della vicenda, con l’ironia che lo contraddistingue. Andiamo quindi a scoprire la trama di questa sua fatica cinematografica; di seguito trama e critica.

Di cosa parla Una piccola impresa meridionale, film con Rocco Papaleo: trama e recensione

Don Costantino, interpretato da Rocco Papaleo, è un ex prete del quale non si sa come mai abbia svestito la tonaca. A chiedere a Don Costantino la svestizione è la madre, che ha il compito di celare gli scandali di famiglia.

La madre di Don Costantino sta cercando di tenere nascosto il fatto che sua figlia Rosa, è scappata con un amante abbandonando il marito Arturo. L’amante di Rosa è Valbona, la domestica della madre, e se lo scandalo dovesse emergere sarebbe doppio.

Costantino, per ritirarsi dalle “scene” del paese decide di ritirarsi nel faro che appartiene alla famiglia. Quando però si trasferisce, in quel faro, tutto trova, tranne che la tanto agognata solitudine. Infatti il faro diviene un vero e proprio rifugio per i peccatori.

Il faro diviene il rifugio, spirituale e non, dell’ex prostituta Magnolia, dell’ex cognato di Costantino, Arturo, che rimasto senza moglie, ha bisogno di isolamento dal resto del paese. Il faro diviene anche rifugio per la ditta chiamata a sistemare il tetto.

Il gruppo formatosi è sicuramente di persone che hanno fallito in qualcosa e che vengono chiamati dal destino a decidere del proprio futuro.

La critica ha apprezzato il lavoro di Papaleo, l’unica polemica suscitata è sicuramente sul fatto che il film sia stato girato in Sardegna e non in Puglia, seguendo la sua ambientazione naturale.

Il finale del film presenta un Rocco Papaleo più preparato come attore

Sarà proprio il faro la speranza di un nuovo inizio per questi personaggi di Una piccola impresa meridionale. Infatti il percorso fatto da ognuno di loro equivale ad una espiazione dei peccati. Ognuno è alla ricerca del riscatto per via delle esperienze vissute e soprattutto è alla ricerca del nuovo inizio.

L’espiazione dei peccati arriva durante il periodo di ristrutturazione del faro e quando questo diviene un fantastico hotel appunto da gestire tutti insieme, i personaggi sono finalmente arrivati a questo nuovo inizio tanto ricercato.

Questa esperienza da regista di Rocco Papaleo ne arricchisce il suo curriculum e biografia, lo presenta al pubblico sicuramente più preparato rispetto a come lo abbiamo visto in Basilicata Coast to Coast.

Trailer ufficiale del film una piccola impresa meridionale di Rocco Papaleo

Scheda tecnica
Una piccola impresa meridionale è una pellicola del 2013 diretta ed interpretata da Rocco Papaleo. Il film ambientato in Puglia, ma girato in Sardegna, racconta dei piccoli scandali che nascono nelle realtà meridionali, fra tradimenti e svestizioni di preti.
TitoloUna piccola impresa meridionale
Durata103 minuti
GenereCommedia
CastRiccardo Scamarcio, Barbora Bobul'ova, Rocco Papaleo
RegiaRocco Papaleo
Anno di prod.2013
Google+
© Riproduzione Riservata