Giornata nazionale contro lo spreco alimentare: origine e frasi

Carolina Campanile 5 Febbraio 2020

Il 5 febbraio è la Giornata nazionale contro lo spreco alimentare: origini, significato di questa data, frasi sullo spreco alimentare, e citazioni su alimentazione e cibo.

Il fenomeno dello spreco alimentare negli anni è aumentato, anche se dal 2018 registra un calo significativo. Si stima che ogni anno un terzo del cibo acquistato è gettato nella pattumiera, soprattutto nei paesi ricchi. Si tratta di un enorme problema ambientale: oltre alla perdita di cibo bisogna ricordare infatti lo spreco di risorse usate per la sua produzione.

Tuttavia, sebbene sia una problema molto complesso, combatterlo è possibile. Per questo motivo nascono una serie di iniziative, tra cui la Giornata nazionale contro lo spreco alimentare. Il significato delle sue origini è sensibilizzare le persone sull’argomento. Nasce inoltre il Last Minute Market, grazie all’impegno dell’Università di Bologna che recupera 55mila pasti l’anno.

In occasione della ricorrenza la FAO pubblica dei dati che portano alla luce una realtà crudele. Nei paesi occidentali vengono buttati annualmente 222 milioni di tonnellate di cibo, una quantità quasi pari all’intera produzione alimentare dell’Africa sub-sahariana. Ecco perché la necessità di istituire una Giornata contro lo spreco alimentare. Non lasciare nulla nel piatto, pensa ai bambini africani che muoiono di fame. Quante volte abbiamo sentito dire questa frase? Con quanto si spreca si potrebbe infatti sfamare un terzo della popolazione mondiale. Inoltre si risparmiano risorse preziose come acqua, energia e terreno fertile. Tuttavia i dati che emergono dalle ultime statistiche rincuorano: il 45% delle persone ha ridotto gli sprechi, mentre il 28% li ha totalmente annullati. Il cammino è ancora lungo, ma i primi risultati iniziano a vedersi!

Scopri quali sono le origini e il significato della Giornata nazionale contro lo spreco alimentare, quanto cibo sprechiamo, come ridurre gli sprechi e le migliori frasi e citazioni sull’alimentazione da condividere. 

Origini Giornata nazionale contro lo spreco alimentare: storia e frasi su sprechi e cibo

Istituita nel 2014, il 5 febbraio è la Giornata nazionale contro lo spreco alimentare. Ideata dalla campagna Spreco Zero e l’Università di Bologna con il Ministero dell’Ambiente, per iniziativa del coordinatore PINPAS Andrea Segrè. Sin dalle sue origini il significato della ricorrenza è sensibilizzare le persone sull’argomento, invitando tutti noi a riflettere sul nostro comportamento quotidiano e a modificarlo. In questo modo è possibile infatti salvaguardare il bilancio familiare e aiutare il pianeta. In occasione della ricorrenza della Giornata contro lo spreco alimentare, l’Osservatorio nazionale sugli sprechi ha diffuso presso la FAO una serie di dati.

Secondo i dati ogni anno gli italiani sprecano 2.200.000 tonnellate di cibo, per un valore di circa 12 miliardi di euro. L’Italia emana così la legge 19 agosto 2016 n.166, con il significato di ridurre gli sprechi durante tutto il ciclo di produzione dei prodotto alimentari. Vengono così diffuse linee guida rivolte anche ai gestori di esercizi di ristorazione. Sebbene i dati siano più positivi rispetto al 2014, anche grazie alle sensibilizzazioni degli eventi e della Giornata mondiale contro lo spreco alimentare, lo sperpero alimentare ha superato di gran lunga gli sprechi idrici, energetici e monetari. L’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile realizza così il progetto SPAIC, con il significato di individuare e correggere i comportamenti scorretti che causano questo fenomeno. Alle origini del progetto vi è anche una campagna di informazione e formazione, con alcuni consigli anti-spreco.

La Waste Watcher ci suggerisce quindi di: scrivere un lista della spesa e comprare solo il necessario; non servire porzioni eccessive a tavola. E ancora comprare alimenti a lunga scadenza; utilizzare gli avanzi; chiedere le doggy bag al ristorante senza alcuna vergogna. Su quest’ultimo punto gli italiani sono abbastanza esitanti, ritenendo che richiederla sia da maleducati, da poveracci e volgare. Si tratta invece di un’iniziativa estremamente utile. Non ci resta che modificare i nostri comportamenti, ispirati dalle origini della Giornata contro lo spreco.

Perché sprechiamo così tanto cibo e come possiamo sperperare meno?

Immagini giornata nazionale contro lo spreco alimentare

Immagini spreco alimentare

La percezione degli italiani è ancora poco consapevole della necessità di una svolta culturale nella gestione del cibo – spiego Andrea Segrè. Eppure i paradossi del cibo sono ben visibili: basti pensare che ogni 3 persone 1 è malnutrita, per un totale di 821 milioni di persone che soffrono la fame. Tendenza di una società del benessere, lo sperpero di cibo è un fenomeno ancora troppo diffuso: a ricordarcene è la Giornata nazionale nata col significato di ricordarci l’importanza della lotta contro lo spreco alimentare.

Ma perché sprechiamo così tanto cibo, e cosa buttiamo principalmente? Secondo un test del Ministero tra i cibi più buttati troviamo verdura, frutta, pane e latte, gettati in pattumiera perché non si fa in tempo a consumarli. Tutti noi possiamo dare il nostro contribuito in questa lotta importantissima, riducendo l’impatto ambientale e l’economia domestica.

Tra i consigli sopra citati vogliamo inoltre segnalare l’acquisto di prodotti surgelati. L’Istituto Surgelati ci ricorda infatti come il cibi surgelati siano un ottimo alleato nella lotta contro gli sprechi. Con i surgelati gli sprechi si riducono infatti del 47%, e su uno spreco di 15,5 miliardi di euro annui è un grande impatto. Ad aiutare il food waste ci sono quindi i surgelati, ma in che modo lo aiutano? Innanzitutto grazie alla lunga durata di conservazione, vi è poi un minor consumo di acqua poiché gli ortaggi sono già lavati e puliti. Inoltre la quantità acquistata corrisponde a quella che si mangia, con un netto risparmio per tasche e alimenti. Oggi sempre più italiani acquistano cibi surgelati, che dal 2017 hanno registrato un’impennata nelle vendite.

Citazioni Giornata contro lo spreco alimentare: frasi alimentazione e cibo

Ecco una raccolta di frasi per la Giornata nazionale contro lo spreco alimentare, citazioni sull’alimentazione e aforismi da condividere per capire le origini e il significato della ricorrenza.

  • Solo dopo che l’ultimo albero sarà abbattuto, solo dopo che l’ultimo lago sarà inquinato, solo dopo che l’ultimo pesce sarà pescato, Voi vi accorgerete che il denaro non può essere mangiato.Toro Seduto
  • Non esiste nulla che non possa essere risolto con un sorriso e un buon pranzo.Anonimo
  • Essere economi non vuol dire risparmiare di continuo, ma evitare di continuo gli sprechi. – L.J. Arosemena
  • Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene se non si ha mangiato bene. – Virginia Woolf 
  • Mangiare è uno dei quattro scopi della vita… quali siano gli altri tre, nessuno lo ha mai saputo. – Proverbio cinese
  • Non sai quanto dolore è legato al cibo. – Jasmine Trinca
  • Il cibo oggi è prodotto soprattutto per essere venduto, non per essere mangiato. – Carlo Petrini
  • Fai colazione come un re, pranzo come un principe e cena come un povero. – Daisie Adelle Davis
  • Il mondo ipocrita non vuol dare importanza al mangiare; ma poi non si fa festa, civile o religiosa, che non si distenda la tovaglia e non si cerchi di pappare del meglio.Pellegrino Artusi
  • È praticamente finita l’era del “mangio ciò che voglio”, perché una cattiva alimentazione è pericolosa quanto il fumo, sebbene non ci sia la stessa consapevolezza nell’assumere abitudini alimentari sbagliate. Umberto Veronesi 
  • Come mai quando si tratta di noi, è un aborto, e quando si tratta di polli, è un’omelette? – George Carlin
  • Non predicare agli altri ciò che dovrebbero mangiare, ma mangia come ti capita, e stai zitto. – Epitteto
  • Non c’è amore più sincero di quello per il cibo. – George Bernard Shaw
Evento del giorno: Giornata nazionale contro lo spreco alimentare
Il fenomeno dello spreco alimentare negli anni è aumentato, anche se dal 2018 registra un calo significativo. La giornata nasce per sensibilizzare l'opinione pubblica, invitando tutti noi a riflettere sul nostro comportamento quotidiano e a modificarlo.
Nome EventoGiornata nazionale contro lo spreco alimentare
Data istituzione04/02/2014
Data ricorrenza04/06/2020
Origine e significatoLa ricorrenza è ideata dalla campagna Spreco Zero
ScopoInvitare tutti noi a modificare le nostre abitudini quotidiane evitando gli sprechi di cibo e non solo
Evento del giorno: Giornata nazionale contro lo spreco alimentare
Il fenomeno dello spreco alimentare negli anni è aumentato, anche se dal 2018 registra un calo significativo. La giornata nasce per sensibilizzare l'opinione pubblica, invitando tutti noi a riflettere sul nostro comportamento quotidiano e a modificarlo.
Nome EventoGiornata nazionale contro lo spreco alimentare
Data istituzione04/02/2014
Data ricorrenza04/06/2020
Origine e significatoLa ricorrenza è ideata dalla campagna Spreco Zero
ScopoInvitare tutti noi a modificare le nostre abitudini quotidiane evitando gli sprechi di cibo e non solo
© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto