Giornata contro la discriminazione razziale: frasi contro il razzismo

Carolina Campanile 21 Marzo 2020

Il 21 marzo quando si celebra la Giornata contro la discriminazione razziale, frasi contro il razzismo, citazioni e aforismi, sono un modo per ricordare significato e origini di questa data.

Istituita dall’ONU, sin dalle sue origini la giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale, invita tutti noi ad unirci contro l’intolleranza.

Ci invita inoltre a ricordare che ogni individuo merita di vivere con dignità, a prescindere da sesso, età, disabilità, orientamento sessuale, nazionalità e religione. Secondo l’OMS numerose persone con disabilità sono vittime di qualche forma di bullismo.

Proprio per questo nasce la Giornata per i diritti dei disabili. La condizione umana non deve essere, in nessun caso, motivo di discriminazione. Quei diritti che in molti Paesi sembrano ovvi, in altri sono praticamente inesistenti.

L’intolleranza colpisce ancora troppe persone, a scuola, a lavoro, in ospedale e per strada. Zero Discrimination Day è un’opportunità per tutti noi.

Dobbiamo abbracciare la diversità e rispettarla: togliendo i paraocchi e aprendo la mente possiamo fare la differenza e cambiare il mondo.

Ecco quali sono le origini della Giornata per l’eliminazione della discriminazione razziale: frasi contro il razzismo per sensibilizzare, citazioni da condividere contro l’intolleranza.

Giornata contro la discriminazione razziale, 21 marzo, origini e significato di questa data

Istituita nel 1966, la Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale ricorre annualmente il 21 marzo. A volerla furono le Nazioni Unite, e la data non è scelta a casa. Essa ricorda infatti il massacro di Sharpeville del 1960, la più sanguinosa lotta dell’apartheid in Sudafrica. Trecento poliziotti uccisero 69 manifestanti che protestavano contro l’Urban Area Act. Quest’ultimo imponeva ai sudafricani neri di esibire un premesso speciale ogni volta che si trovavano nelle aree riservate ai bianchi. Denunciato all’ONU, il comportamento dei poliziotti fu condannato. Nel 1966 l’Assemblea generale proclama la Risoluzione 2142 (XXI), sottolineando la necessità di maggior impegno nell’eliminazione del razzismo. Sin dalle sue origini la Giornata contro il razzismo si impegna a solidarizzare con tutti i popoli che ne sono vittima. Dal 1966 sono stati compiuti molti passi, a partire dall’abolizione dell’apartheid in Sudafrica.

Nonostante i passi avanti, c’è ancora tanto da fare. Il diritto all’uguaglianza è alla base delle leggi sui diritti umani. Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. – articolo 1 della Dichiarazione universale dei diritti umani. Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione. Senza destinazione alcuna per ragioni di razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione politica o altro genere. – articolo 2. Il 19 dicembre 2017 l’Assemblea generale adotta così la Risoluzione 72/157, con la quale obbliga i Paesi ad adottare misure adeguate per combattere il razzismo, la xenofobia e l’intolleranza. Tutti i Paesi sono pertanto chiamati a organizzare azioni per promuovere l’inclusione e il rispetto della diversità. Sulla scia della Risoluzione sono nati vari Programmi ONU per i diversi tipi di emarginazione, come ad esempio quello per l’AIDS/HIV. L’obiettivo è affrontare e sconfiggere l’ignoranza.

Perchè della giornata contro il razzismo e cosa vuole sensibilizzare

Immagini Giornata contro la discriminazione razziale

Immagini Giornata contro la discriminazione razziale

Cosa vuole sensibilizzare la Giornata per l’eliminazione della discriminazione razziale? Sin dalle sue origini lo scopo primario è sensibilizzare i governi e i singoli cittadini contro tutte le forme di razzismo. Infatti, assieme alla xenofobia e l’intolleranza è alla base degli episodi più drammatici. E’ inoltre il principale ostacolo al progresso dell’umanità. Infatti, solo quando saranno abbattute tutte le forme di discriminazione si potrà intraprendere la strada verso la pace e lo sviluppo.

Nel 2018 Unaids lancia una sfida alle persone attraverso delle semplici domande. Si trattava di quesiti sulla vita quotidiana, come: E se la persona che ti serve il caffè fosse un rifugiato? Andresti o torneresti al bar? Oppure: E se il tuo collega fosse gay? Lavoreresti ancora con lui? Lo scopo di queste domande è far riflettere sulle piccolezze quotidiane alle quali spesso non pensiamo, e che rischiano di generare comportamenti discriminatori.

Alle origini delle discriminazioni ci sono soprattutto le etichette e gli stereotipi. Uno studio ci svela la percentuale di odio a seconda della situazione: 85% omosessuali e persone sovrappeso, 82% persone di colore, 76% religione, 71% poveri, 67% disabili. Nella maggior parte dei paesi europei ad essere mossi da pregiudizi sono anche i professionisti della sanità. Questo rappresenta una barriera insormontabile per la fornitura adeguata di servizi. Inoltre è importante che anche le scuole si impegnino nell’educazione contro la non-discriminazione. E’ proprio da lì che nascono i primi odii verso il diverso. Si inizia con l’isolamento, si prosegue con le battute e si finisce con l’usare la violenza. Secondi uno studio, infatti, tre studenti su cinque sono vittime di bullismo. Troppo spesso questi comportamenti sono sminuiti con la classica frase “sono ragazzi”. E’ una frase sbagliatissima: protegge l’aggressore e lo fa crescere con la convinzione che sia un comportamento giusto.

Frasi Giornata contro la discriminazione razziale: citazioni e aforismi

Raccolta delle migliori frasi contro il razzismo e l’intolleranza, citazioni e aforismi da condividere.

  • Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo ancora imparato la semplice arte di vivere insieme come fratelli. – Martin Luther King
  • Fino a quando il colore della pelle non sarà considerato come il colore degli occhi noi continueremo a lottare. – Che Guevara
  • Ogni essere umano è unico: rispettarne la diversità equivale a difendere la propria e l’altrui libertà. – Emanuela Breda
  • Il razzismo è la più grave minaccia dell’uomo verso l’uomo, il massimo di odio con il minimo di ragione. – Abraham Joshua Heschel
  • Le lacrime di un uomo rosso, giallo, nero, marrone o bianco sono tutti uguali. – Martin H. Fischer
  • Siamo in una cornice di civiltà disastrosa. La superficialità porta l’identità a fondarsi sul nemico. Se uno non ha un nemico non riesce a caratterizzare se stesso. – Vittorino Andreoli
  • Io appartengo all’unica razza che conosco, quella umana. – Albert Einstein
  • Se chiudi con il razzismo ti si apre un mondo. – Slogan dell’Unicef
  • Se non giudichi un libro dalla sua copertina perché lo fai con una persona? Anonimo
  • Il razzismo è un’assurda invenzione dell’uomo. Che lingua parla il vento? Di che nazionalità è una tempesta? Da quale paese viene la pioggia? Di che colore è un fulmine? – Fabrizio Caramagna
  • Le guerre continueranno ad esistere se il colore della pelle è più importante di quello degli occhi. – Bob Marley
  • La lavanderia è l’unica posto dove le cose dovrebbero essere separate in base al colore. – Anonimo
  • Siamo sempre lo straniero di qualcun altro. Imparare a vivere insieme è lottare contro il razzismo. – Tahar Ben Jelloun
  • La superiorità razziale è un semplice pigmento dell’immaginazione. – Anonimo
  • Il pregiudizio è figlio dell’ignoranza. – William Hazlit
Evento del giorno: Giornata contro la discriminazione razziale
Voluta dalle Nazioni Unite, la data della ricorrenza non è scelta a casa. Essa ricorda infatti il massacro di Sharpeville del 1960, la più sanguinosa lotta dell'apartheid in Sudafrica.
Nome EventoGiornata contro la discriminazione razziale
Data istituzione21/03/1966
Data ricorrenza21/03/2020
Origine e significatoProclamata dalla Risoluzione 2142, essa sottolinea la necessità dell'eliminazione del razzismo
ScopoSensibilizzare i governi e i singoli cittadini contro tutte le forme di razzismo
Evento del giorno: Giornata contro la discriminazione razziale
Voluta dalle Nazioni Unite, la data della ricorrenza non è scelta a casa. Essa ricorda infatti il massacro di Sharpeville del 1960, la più sanguinosa lotta dell'apartheid in Sudafrica.
Nome EventoGiornata contro la discriminazione razziale
Data istituzione21/03/1966
Data ricorrenza21/03/2020
Origine e significatoProclamata dalla Risoluzione 2142, essa sottolinea la necessità dell'eliminazione del razzismo
ScopoSensibilizzare i governi e i singoli cittadini contro tutte le forme di razzismo
© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto