App bonus vacanze: come funziona, istruzioni agenzia delle entrate

Carmela Sansone 25 Giugno 2020

Istruzioni app bonus vacanze 2020: come funziona, quando esce, come e dove scaricarla su Ios e Android: guida dell'agenzia delle entrate, Mibact e ministero del turismo su come richiedere l'incentivo e i requisiti.

L’emergenza causata dal Covid 19 ha portato ad una serie di incentivo statali per incrementare il paese: oltre all’app bonus bici elettrica, mobilità e cultura, sarà tra qualche giorno attiva l’app bonus vacanze 2020. Vediamo la guida completa su come funziona il bonus per fare le vacanze in Italia, quando esce e come scaricare l’applicazione per fare richiesta su Ios e Android, e tutte le istruzioni dell’agenzia delle entrate passo passo.

L’incentivo per andare in vacanza gratuitamente in Italia, o quasi, sarà attivo tra solo pochi giorni, da quanto si apprende sul sito del ministero del turismo, il Mibact. I requisiti per richiederlo comprendono un ampio spettro di famiglie e, quindi, tantissimi italiani potranno usufruirne, a patto di spostarsi solo all’interno della penisola. L’idea di questo bonus nasce dal progetto di incrementare l’economia del Paese, che, dopo l’arrivo del Covid 19, ha avuto drastiche perdite, soprattutto nel settore turistico. Da quel momento in poi, dunque, si sono succeduti una serie di decreti volti a favorire le famiglie, tra cui il Family Act, e bonus spendibili in vari campi, come biciclette, occhiali da vista e tanto altro.

Le domande sull’app bonus vacanze 2020 sono state veramente tante: quando, come e dove scaricare l’applicazione su Ios e Android? Come si fa e come funziona la richiesta dell’incentivo? A chi spetta e a quanto ammonta? Vediamo insieme la guida completa con le istruzioni dell’agenzia delle entrate, i requisiti, il procedimento passo passo.

App bonus vacanze 2020: come e dove scaricarla per Ios e Android, necessario attivazione di Spid

Per capire come utilizzare l’App bonus vacanze 2020, iniziamo con il capire come e dove scaricarla, quando uscirà, su smartphone Ios e Android. Il bonus, come anticipato, rientra nelle iniziative portate avanti con il Decreto rilancio, volto a incentivare le spese delle famiglie e a far ripartire l’economia del Paese, che, altrimenti, collasserebbe. Il bonus può essere richiesto solo online, attraverso i mezzi digitali. L’applicazione, che si chiama IO ed è già disponibile sugli store del proprio smartphone e sarà attiva con le richieste dei bonus a partire dal 1° Luglio 2020.

Per scaricarla, su dispostivi Ios, è necessario pigiare sull’icona dell’App store e inserire nella barra di ricerca “Io”. Tra i primi risultati, dovrebbe esserci proprio l’app per i servizi pubblici, che ha un’icona blu. Allo stesso modo, su Android, è necessario entrare nel Play store dello smartphone, cercare “Io” e pigiare su uno dei primi risultati, con la sua icona. Aprendo l’applicazione, per accedere, è necessario avere lo Spid, quindi l’identità digitale, oppure la CIE, quindi la carta d’identità elettronica.

Se non lo avete ancora fatto, dunque, è tempo di ottenere la propria Spid, perchè uno dei requisiti per poter ottenere il bonus è proprio che uno dei componenti del nucleo familiare che ne fa richiesta, lo abbia. Senza SPID nè CIE, infatti, non è possibile accedere all’applicazione.

Una volta scaricata, occorre fare l’accesso per la prima volta e, dal 1° Luglio sarà possibile entrare nella sezione Pagamenti e fare la richiesta. Prima di procedere, però, IO mostrerà un riepilogo su tutti i requisi del bonus vacanze, che l’utente dovrà accettare. Poi, la stessa applicazione entrerà in una banca dati controllando che i dati inseriti siano veri. Per ultimo, comunicherà l’esito del riscontro, ritenendo la richiesta valida o meno, e dichiarando eventuali difformità nelle dichiarazioni reddituali o in altro. Se la richiesta è andata a buon fine, l’app comunicherà la data di attivazione del bonus, con il codice QR associato, da presentare al momento del pagamento.

Istruzioni agenzia delle entrate, applicazione bonus vacanza

Il sito ufficiale dell’agenzia delle entrate ha caricato tutte le informazioni e le istruzioni necessarie per accedere al bonus vacanze 2020 e per entrare nell’app dedicata. Innanzitutto, come può essere speso questo incentivo? Come già anticipato, la somma va richiesta da una sola persona per nucleo familiare e può essere usata esclusivamente in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast sul territorio  d’ Italia. Il requisito di base è il reddito isee inferiore a 40.000 euro. L’ammontare della somma, inoltre, dipende dal numero dei componenti della famiglia. Ai nuclei familiari con tre o più persone spettano 500 euro. A quelli composti da due persone, 300 euro, e a quelli con una persona sola, 150 euro.

Nel momento in cui sarà possibile chiedere il bonus, questo sarà contrassegnato da un codice univoco, a cui sarà associato anche un QR code. Per utilizzarlo, basterà comunicarlo all’albergatore o alla struttura, presentando anche il codice fiscale, quando pagherai il tuo soggiorno. Si ricorda che l’incentivo può essere utilizzato da un solo componente della famiglia, che può anche essere diverso dalla persona che lo ha richiesto sull’applicazione. Il bonus vacanze 2020 può essere speso in un’unica quota, per un solo soggiorno. Nel dettaglio, l’80%, sarà sotto forma di sconto immediato, per il soggiorno, mentre il 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente che usufruisce direttamente della vacanza.

L’agenzia delle entrate, poi, ha pubblicato anche le istruzioni rivolte alle strutture ricettive, che dovranno convalidare e riscattare i bonus. La struttura, infatti, recupererà lo sconto effettutato sotto forma di credito d’imposta diello stesso importo, a partire dal giorno seguente all’effettuazione stessa, tramite il modello F24 da presentare all’agenzia.

Guida app bonus vacanze: cosa fare, istruzioni e passaggi da seguire

Vediamo, in sintesi, come funziona e cosa fare con l’app bonus vacanze:

  • In primis, l’incentivo può essere usato solo in strutture, alloggi, case vacanze, bed and breakfast, alberghi situati in Italia.
  • L’importo varia a seconda del nucleo familiare. A nuclei con tre o più persone spettano 500 euro. A quelli composti da due persone, 300 euro, e a quelli con una persona sola, 150 euro.
  • Può essere richiesto a partire dal 1° Luglio 2020 e usato entro il 31 Dicembre 2020.
  • Per farne richiesta, è necessario installare l’app dedicata dallo store del proprio smartphone (app store per Ios, Play store per Android.
  • Una volta scaricata, occorre fare l’accesso con la CIE o con SPID. Dal 1° luglio, nella sezione Pagamenti, sarà possibile compilare i campi della richiesta e avviare la procedura.
  • Prima di procedere,  IO mostrerà un riepilogo su tutti i requisiti del bonus, che l’utente dovrà accettare.
  • Poi, l’applicazione entrerà in una banca dati controllando che i dati inseriti siano veri. Per ultimo, comunicherà l’esito del riscontro, ritenendo la richiesta valida o meno, e dichiarando eventuali difformità.
  • Se la richiesta è andata a buon fine, l’app comunicherà la data di attivazione del bonus, con il codice QR associato, da presentare al momento del pagamento.
© Riproduzione Riservata
avatar Carmela Sansone Laureata in Lettere moderne presso l'Università degli studi di Salerno e studentessa al secondo Filologia moderna presso lo stesso Ateneo. Sono appassionata di letteratura, storia e giornalismo e molto dedita alla lettura. Mi piacciono le opere tradizionali della letteratura italiana, ma non rifuggo dai grandi classici (e non) del canone straniero. Sono un'aspirante docente, ma protendo anche verso il mondo delle Risorse Umane, da cui sono molto affascinata e in cui mi piacerebbe fare qualche esperienza. Sono molto creativa, ottimista e ligia ai miei doveri, ma non sopporto la slealtà e le omissioni. Tra le mie passioni, sicuramente rientra la tecnologia, ecco perché amo trattare di questa tematica all'interno dei miei articoli: tutto ciò che è progresso e avanguardia ben fatta mi attira. Allo stesso modo, sono appassionata di cucina ed è perciò che, nei miei scritti, amo affrontare le sfumature del settore, gli abbinamenti possibili e quelli più insoliti, ma anche vini, dessert e golosità di ogni genere. Ultima nota: amo i bambini, l'essenza sana di questo mondo, cui sono molto legata. Leggi tutto