Giornata mondiale della giocoleria: frasi del World Juggling Day

Carolina Campanile 16 Giugno 2020

Il 20 giugno, quando si celebra la Giornata mondiale della giocoleria, frasi, citazioni, aforismi e immagini servono per far capire le origini e il significato del World Juggling Day.

Come ogni attività sportiva e non, anche la giocoleria serve per una crescita personale come individuo e all’interno di un gruppo. Si è poi scoperto che aiuta a sviluppare e stimolare numerose potenzialità mentali, altro che aumentare la velocità e la forza a livello cerebrale. Nasce così la Giornata mondiale della giocoleria e, in seguito, il juggling club. Qui viene messo a disposizione l’insegnamento di diverse tecniche, tra cui quella per elaborare le informazioni in modo più veloce. Visti gli ottimi risultati il programma si allarga anche a tutti i bambini e ragazzi con differenti disabilità. E’ anche un mezzo per entrare in sintonia con gli altri, comunicare, accettare e accettarsi. Insomma il World Juggling Day non è solo una ricorrenza dedicata a colori che praticano quest’arte.

Ma nasce anche con l’intento di far avvicinare a quest’ultima tutti noi, sia per divertimento che per una crescita personale.

Scopri ora le origini e il significato della Giornata mondiale della giocoleria del 20 giugno, e le più belle frasi e citazioni per il World Juggling Day.

Origini della Giornata mondiale della giocoleria: perché si celebra il giorno 20 giugno

Immagini Giornata mondiale della giocoleria

Immagini giocoleria

Ogni anno il terzo sabato di giugno si celebra la Giornata mondiale della giocoleria. Una ricorrenza apprezzata da grandi e piccini, che possono dedicare un’intera giornata al gioco e alla fantasia. Gli eventi organizzati in occasione del World Juggling Day sono veramente numerosi e, come detto, coinvolgono persone di tutte le età. La ricorrenza nasce nel 1975, per commemorare l’anniversario della fondazione dell’International Jugglers Association (IJA). La prima celebrazione si tenne nel 1980 negli Stati Uniti, con l’obiettivo di celebrare l’arte dei giocolieri.

Altro obiettivo, come per tutte le ricorrenze, è convincere quante più persone possibili ad avvicinarsi a questo mondo. Inizialmente la ricorrenza veniva festeggiata, anche se non era ancora del tutto ufficiale. Nel 1995 assume l’attuale denominazione e inizia a riflettere anche la portata dell’associazione. In che modo festeggiare la Giornata del gioco? Partecipando a concorsi e festival, o organizzandone uno. Ma anche restando a casa e imparando qualche trick.

La giocoleria è l’arte di manipolare con destrezza uno o più oggetti. Questo può comprendere lanci di oggetti, restando in equilibrio sul corpo. Per questo tipo di numero gli oggetti più utilizzati sono palline, cerchi, clave e diabolo. In linea generale il giocoliere utilizza diversi oggetti, inclusi yo-yo, cappelli e piatti cinesi. Forse non tutti sanno che i primi oggetti utilizzati dai giocolieri risalgono al 15° secolo, e furono ritrovati in Egitto. Tra i principali numeri troviamo il toss juggling, che consiste nel lancio e ripresa di più oggetti in aria. Numeri di questo tipo sono divisi e classificati in base alla durata di permanenza in aria dei tiri. C’è poi il boucing, che consiste nel lanciare gli oggetti al suolo e riprenderli dopo il rimbalzo a terra. C’è infine lo swinging, altrettanto coreografico. Consiste nel far roteare oggetti intorno al corpo e assomiglia molto ad una danza tribale.

World Juggling Day: storia e significato di questa data nel mondo

Immagini Giornata mondiale della giocoleria

World Juggling Day

Quando dicevamo che quest’arte è rivolta a tutti, intendiamo dire veramente a tutti. Alcuni attrezzi, pratici da maneggiare, hanno permesso anche a persone con disabilità e autismo di avvicinare a questa pratica. Ed è proprio quello che si propone di fare la Giornata mondiale della giocoleria: coinvolgere tutti senza lasciare indietro nessuno. Si tratta pur sempre di una giornata ludica, alla quale nessuno dovrebbe rinunciare. Questi attrezzi si chiamano Quat props, e sono prodotti artigianalmente.

Inventati nella scuola di circo di Craig Michael Quat in New Jersey, si sono man mano diffusi in varie strutture. Dai centri per anziati a quelli che ospitano persone diversamente abili. Quat ha coltivato la passione per quest’arte sin da piccolo, sviluppando col tempo metodi più terapeutici. Cresciuto con difficoltà di concentrazione e apprendimento, ha ora deciso di aiutare il prossimo attraverso pratiche semplici e divertenti.

Questa sua volontà di realizzare progetti nell’ambito sociale, lo ha spinto a lavorare anche per persone sorde, affette da sindrome di Asperger e in generale con qualche disabilità. Sono veramente numerose le terapie alternative nate negli ultimi anni, come la musicoterapia. A modo loro queste terapie sono d’aiuto, focalizzandosi su determinati aspetti della quotidianità. Dopo anni di studi e perfezionamenti nascono i Quat props. Essi, ad esempio, focalizzano l’attenzione sull’azione, costringendo il cervello ad importanti collegamenti tra emisfero destro e sinistro. Fondamentale per aumentare le capacità di concentrazione e apprendimento, il World Juggling Day è davvero in grado di aiutare chi è in difficoltà. Può ad esempio, entrando in sintonia con gli altri, far aumentare la propria autostima. Insomma, si adatta alle diverse esigenze personali.

Citazioni per la Giornata mondiale della giocoleria: frasi e aforismi

Le migliori frasi per la Giornata mondiale della giocoleria del 20 giugno, citazioni famose sul circo e aforismi da condividere per il World Juggling Day.

  • Il popolo due sole cose desidera ansiosamente: pane e giochi circensi. – Decimo Giunio Giovenale
  • La gente del circo appartiene ai cilindri ed ai trapezi, alle scatole e ai cerchi di fuoco, non cammina su linee rette e terreni solidi come noi. Fabrizio Caramagna
  • Il circo è un mondo tanto affascinante quanto opaco: se ne parla molto, pur sapendone spesso poco o nulla. Una creatura a molte facce, in grado di evocare sia un universo di magia che un cosmo di confusione, sia il rigore che l’anarchia. – Alessandro Serena
  • Se il circo fosse ancora un genere di spettacolo di una certa attualità, mi sarebbe piaciuto molto esserne il direttore. Poiché esso è esattamente un miscuglio di tecnica di precisione e di improvvisazione. – Federico Fellini
  • Il pubblico è ammassato sulle gradinate, non se n’era mai visto così tanto. Tutti col naso all’insù per vedere i “diavoli volanti”: i trapezisti che volteggiano in aria. – Roberto Cavosi
  • Circensi si nasce, come nel mio caso, oppure si diventa. Il nostro speaker ha due lauree, in economia e in ingegneria, ma è stato conquistato dalla magia del circo e non lo ha lasciato più. Anche mia nipote, che fa la quarta liceo, studia al mattino e si esercita sotto il tendone al pomeriggio. Non l’ha obbligata nessuno, ma vuole fare la circense. – Moira Orfei
  • Molte figure circensi sono subito collegate a delle immagini forti: il trapezista al sogno di volare, il giocoliere alla velocità, l’ammaestratore allo sprezzo del pericolo, la cavallerizza alla sensualità. Figure che nel corso degli anni hanno indossato gli stessi costumi con tale assiduità da farle diventare quasi delle maschere.Alessandro Serena
Evento del giorno: Giornata mondiale della giocoleria
La ricorrenza nasce nel 1975, per commemorare l'anniversario della fondazione dell'International Jugglers Association (IJA). La prima celebrazione si tenne nel 1980 negli Stati Uniti, con l'obiettivo di celebrare l'arte dei giocolieri.
Nome EventoGiornata mondiale della giocoleria
Data ricorrenza20/06/2020
Origine e significatoFesteggiare il mondo del circo
ScopoAvvicinare quante più persone al circo
Evento del giorno: Giornata mondiale della giocoleria
La ricorrenza nasce nel 1975, per commemorare l'anniversario della fondazione dell'International Jugglers Association (IJA). La prima celebrazione si tenne nel 1980 negli Stati Uniti, con l'obiettivo di celebrare l'arte dei giocolieri.
Nome EventoGiornata mondiale della giocoleria
Data ricorrenza20/06/2020
Origine e significatoFesteggiare il mondo del circo
ScopoAvvicinare quante più persone al circo
© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto