Trofie guanciale e pachino: ricetta facile e veloce, come fare

Carmela Sansone 16 Giugno 2020

Ricetta trofie guanciale e pachino fatte in casa: come fare una ricetta facile, veloce e gustosa, in poco tempo, per grandi e bambini, per pranzo e cena, con ingredienti, procedimenti e video tutorial dello chef.

Le trofie, che siano con salsiccia, melanzane e rucola, con pesce, con ricotta o con spinaci, sono apprezzate in tutte le famiglie.

La variante con guanciale e pachino è una ricetta originale e sfiziosa per un primo piatto veloce sia d’inverno che d’estate.

Tra le ricette veloci e facili da fare per adulti e piccini e per studenti in piena sessione di studio, ce ne sono tante con le trofie. Condite con il pesto, con le zucchine o semplicemente con un filo d’olio. E tra le tante varianti, una molto apprezzata è quella con guanciale e pachino: due ingredienti che sembrano molto distanti, ma che si sposano alla grande!

I consigli per cucinare un bel piatto di trofie guanciale e pachino non sono molti, ma è meglio non improvvisare, per cuocere a puntino la pasta e non avere sorprese. Si sa, fare le cose in casa, che si tratta di pizza o di cavatelli, dà sempre soddisfazione, ma bisogna stare attenti, soprattutto se si è principianti. Per questo motivo, ne abbiamo parlato con un esperto a cui abbiamo chiesto consigli per ricette facili e veloci fatte in casa e in particolare per un buon piatto di trofie guanciale e pachino, con ingredienti, quantità e procedimento passo passo.

Come fare trofie guanciale e pachino: procedimento preparazione facile e veloce

Prima di vedere come fare trofie guanciale e pachino con un procedimento e una preparazione facile e veloce, vediamo qualche curiosità su questo piatto e sui suoi ingredienti. Si tratta di un piatto fresco, che rientra benissimo tra le ricette facili da fare a pranzo e a cena, con pochi ingredienti e poco tempo di preparazione.

Le trofie, dette anche intursoeia sono un formato di pasta tipico della cucina ligure, realizzate grazie ad un attrezzo chiamato risso da banchè.

La forma è affusolata e di solito sono fatte a mano, ma, ormai, sono diffuse anche a livello industriale. Dal 2019, le trofie originarie della città di Sori hanno ottenuto il marchio De.Co, come prodotto legato al territorio, per tutelarne la qualità e l’origine.

Il pomodoro pachino è un prodotto ortofrutticolo italiano riconosciuto IGP, che proviene dalle province di Siracusa e Ragusa. Da alcuni studi, emergono le sue proprietà. E’ carico di numerosi nutrienti, come il potassio, il betacarotene, un potente antiossidante, il fosforo e le vitamine C e K. Il guanciale, invece, è un alimento più energetico, ma consumato in quantità controllate e non troppo spesso, può offrire tutto il suo potenziale. Tecnicamente, è il taglio di carne suina che si ricava dalla guancia del maiale: è diverso dal lardo (ripreso dal dorso) e dalla pancetta (proveniente dalla zona del ventre). E’ usato in tantissime ricette, quali l’amatriciana e la carbonara. Tutti e tre queste componenti si mixano in un piatto gustoso e saporito: vediamo, nel dettaglio, gli ingredienti delle trofie con guanciale e pachino, con dosi e video tutorial del nostro chef.

Ricette primi veloci con trofie: idee sfiziose da fare in casa

Vediamo, ora, dei consigli e trucchi per un primo piatto di trofie buonissimo da preparare in poco tempo. Al nostro Carmine Santoro, titolare di un’attività di grande successo, abbiamo chiesto, innanzitutto, gli ingredienti di questo saporito piatto. “Gli ingredienti comprendono 250 grammi di pomodorini pachini del piennolo ben maturi, 200 grammi di guanciale, 250 grammi di fusilli freschi, una cipolla e un filo d’olio“. Qual è il procedimento della ricetta? “Occorre, innanzitutto, far soffriggere una codina di cipolla”.

“Poi, bisogna unirvi il guanciale ed una volta fatto rosolare  unirvi i pachini tagliati a listarelle. Intanto, bisogna cuocere la  pasta in acqua salata, scolarla e farla saltare nel composto”. 

Ci dà qualche consiglio per una buona riuscita del piatto? “Per la cottura, il guanciale non si deve mai bruciare né restare troppo morbido: è fondamentale tenere sotto controllo la consistenza del guanciale per mantenere il giusto sapore”.  E qualche trucco, invece? “Per una buona riuscita, siate attenti alla qualità della pasta: meglio evitare quella essiccata“. Che vino sarebbe consigliabile associare per apprezzarne al meglio i sapori e gli aromi? “Sicuramente un buon Aglianico è la scelta giusta”.

Ricetta trofie guanciale e pachino: ingredienti di preparazione

Il procedimento, passo passo, è:

  • Far soffriggere una codina di cipolla.
  • Unirvi il guanciale e lasciarlo rosolare.
  • Unire i pachini tagliati a listarelle.
  • Intanto, cuocere la  pasta in acqua salata, scolarla.
  • Saltare la pasta nel composto.
  • Servire con un buon Aglianico.

Video tutorial ricetta trofie guanciale e pachino da fare in poco tempo

Scheda del piatto Trofie guanciale e pachino
Tra le ricette veloci e facili da fare per adulti e piccini e per studenti in piena sessione di studio, ce ne sono tante con le trofie. Condite con il pesto, con le zucchine o semplicemente con un filo d'olio. E tra le tante varianti, una molto apprezzata è quella con guanciale e pachino: due ingredienti che sembrano molto distanti, ma che si sposano alla grande!
Tempo di preparazione15 minuti
DifficoltaSemplice
Ingredienti
  • 250 grammi di pomodorini pachini del piennolo maturi
  • 200 grammi di guanciale
  • 250 grammi di fusilli freschi
  • una cipolla
  • un filo d’olio
Scheda del piatto Trofie guanciale e pachino
Tra le ricette veloci e facili da fare per adulti e piccini e per studenti in piena sessione di studio, ce ne sono tante con le trofie. Condite con il pesto, con le zucchine o semplicemente con un filo d'olio. E tra le tante varianti, una molto apprezzata è quella con guanciale e pachino: due ingredienti che sembrano molto distanti, ma che si sposano alla grande!
Tempo di preparazione15 minuti
DifficoltaSemplice
Ingredienti
  • 250 grammi di pomodorini pachini del piennolo maturi
  • 200 grammi di guanciale
  • 250 grammi di fusilli freschi
  • una cipolla
  • un filo d’olio
© Riproduzione Riservata
avatar Carmela Sansone Laureata con lode in Lettere moderne e Filologia moderna presso l'Università degli studi di Salerno. Sono appassionata di letteratura, storia e giornalismo e molto dedita alla lettura. Mi piacciono le opere tradizionali della letteratura italiana, ma non rifuggo dai grandi classici (e non) del canone straniero. Sono un'aspirante docente, ma protendo anche verso il mondo delle Risorse Umane, da cui sono molto affascinata e in cui mi piacerebbe fare qualche esperienza. Sono molto creativa, ottimista e ligia ai miei doveri, ma non sopporto la slealtà e le omissioni. Tra le mie passioni, sicuramente rientra la tecnologia, ecco perché amo trattare di questa tematica all'interno dei miei articoli: tutto ciò che è progresso e avanguardia ben fatta mi attira. Allo stesso modo, sono appassionata di cucina ed è perciò che, nei miei scritti, amo affrontare le sfumature del settore, gli abbinamenti possibili e quelli più insoliti, ma anche vini, dessert e golosità di ogni genere. Ultima nota: amo i bambini, l'essenza sana di questo mondo, cui sono molto legata. Leggi tutto