Come lavorare per Deliveroo: requisiti e candidatura spontanea

Anna Borriello 27 Luglio 2020

Indicazioni per sapere come lavorare per Deliveroo in Italia, come diventare rider, quali sono i requisiti fondamentali, come inviare curriculum, candidatura spontanea e quanto si guadagna, in quali città poter lavorare ed altre posizioni d'impiego.

Deliveroo è un’applicazione per le consegne a domicilio che permette ai clienti di ordinare dai propri ristoranti preferiti tramite smartphone, in modo semplice ed immediato. Con il crescente successo dell’app nelle più grandi città d’Italia, è aumentata anche la quantità di ‘rider’ necessaria per offrire un servizio efficiente. Come ci si candida per iniziare a lavorare e quali sono le prospettive di guadagno?

Se non ti è chiaro come funzioni la candidatura e quali siano i requisiti fondamentali per lavorare con Deliveroo in Italia, ecco una guida semplice e completa con tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Deliveroo è un’applicazione che nasce dall’intuizione di William Shu, nel 2013, a Londra. Data la scarsa presenza di servizi di delivery, dopo il trasferimento per lavoro da New York, egli comprese quanto potesse essere fruttuoso investire nel progetto di un’applicazione per le consegne. Fornendo questo servizio non solo per ristoranti e pizzerie, ma anche per pub, bar e gelaterie, ricevette consistenti investimenti esterni. Questi, permisero all’azienda di espandere il proprio raggio d’azione in tutta Europa. Il grandissimo successo di Deliveroo è giunto fino in Italia nel 2015, sotto la guida di Matteo Sarzana, offrendo questo comodo servizio ormai in tutte le città. Milano, Roma, Napoli, Torino, Bologna: queste, le città in cui sta riscuotendo maggiore successo.

Oggi lavorare per Deliveroo, un’azienda in espansione, sta diventando una prospettiva allettante per molti: come si fa a diventare rider? Sono disponibili altre posizioni d’impiego?

Vediamo, di seguito, tutte le informazioni di cui hai bisogno su come lavorare per Deliveroo, quali sono i requisiti fondamentali e quali le prospettive di guadagno.

Come lavorare per Deliveroo: compilare modulo lavora con noi e inviare candidatura spontanea

Data la diffusione dell’applicazione di food delivery tra i numerosi clienti affezionati, è cresciuta significativamente anche la domanda di rider, addetti alle consegne detti Roo-boys e Roo girls. I rider devono consegnare l’ordine nel minor tempo possibile, possono gestire le consegne autonomamente tramite applicazione e lavorare part-time, full time o saltuariamente.

Vediamo, quindi, come ci si candida per occupare questa posizione: il procedimento è davvero molto semplice!

Basta recarsi sul sito deliveroo.it/it/apply e cliccare su ‘comincia ora’. A questo punto si sceglie la città nella quale si desidera lavorare, si inseriscono i propri dati anagrafici e si seleziona il mezzo di trasporto per le consegne. Ecco, il gioco è fatto!

La posizione del rider, ossia di addetto alle consegne, è sicuramente la più richiesta in Italia, al momento. Eppure, Deliveroo offre altre opportunità di lavoro all’estero che è bene tenere a mente. Sono previste assunzioni per corrieri, sviluppatori, addetti al servizio clienti, responsabili e stagisti in tutta Europa. Per candidarsi è necessario collegarsi al sito dell’azienda, nella sezione ‘Deliveroo Lavora con noi’, ed inserire il curriculum nel form online. Inoltre, in qualsiasi momento, è possibile inviare una mail all’indirizzo careers@deliveroo.co.uk per una candidatura spontanea.

Requisiti per iniziare un lavoro in Deliveroo e fare carriera

Infine, siamo arrivati al momento dei requisiti fondamentali per lavorare con Deliveroo.    Per le prospettive di carriera in Europa è necessario tenere in conto la particolarità del lavoro che si è chiamati a svolgere: bisogna controllare i requisiti per ogni posizione disponibile sul sito dell’azienda. Questi possono essere molto diversi a seconda del tipo d’impiego.

Mentre cosa fa un rider? Quali requisiti deve avere? Innanzitutto, è necessario possedere uno scooter o una bicicletta. Inoltre, è fondamentale avere uno smartphone con sistema operativo Android o iOS ed avere il permesso di lavoro in Italia. Per avere il permesso di lavoro in Italia bastano la cittadinanza italiana, europea o un regolare permesso di soggiorno. A differenza dei requisiti per lavorare per Bartolini il mezzo di trasporto non verrà fornito dall’azienda, ma dev’essere messo a disposizione dal rider.

Una questione che sembrerebbe preoccupare molti riguarda il guadagno: quanto si guadagna lavorando per Deliveroo in Italia? Si può dire che le prospettive di guadagno cambino in base al numero di consegne effettuate. Ogni addetto alle consegne a domicilio può decidere autonomamente quante ore lavorare e in quali giorni: più tempo si dedicherà all’attività, maggiori saranno le opportunità di guadagnare. In termini di stipendio la stima è di circa sette euro l’ora, a cui si aggiungeranno un rimborso chilometrico per chi utilizza lo scooter o un ‘bonus fatica’ di un euro a consegna per chi si sposta in bicicletta.

Istruzioni per lavorare per Deliveroo: cosa fare e cosa evitare

In sintesi, adesso, possiamo riassumere le istruzioni su come lavorare per Deliveroo, cosa fare e cosa evitare:

  • controllare la sezione del sito dedicata alle posizioni aperte
  • se interessati ad una delle posizioni d’impiego disponibili in tutta Europa, compilare il form online con il curriculum o inviare una candidatura spontanea a careers@deliveroo.co.uk
  • se interessati alla posizione di rider, molto richiesta in Italia, recarsi su deliveroo.it/it/apply e compilare con i propri dati anagrafici la sezione ‘comincia ora’
  • controllare di possedere i requisiti fondamentali per le diverse posizioni d’impiego
© Riproduzione Riservata
avatar Anna Borriello Mi sono laureata in filosofia ed ora sono all'ultimo anno di magistrale. Ho studiato musica per molti anni e continuo tutt'ora. Sono un'avida lettrice, principalmente di narrativa, anche se sono molto legata alla letteratura greca. Guardo troppe serie Tv, viaggio più spesso che posso, sognando, un giorno, di aver messo piede in ogni angolo del mondo. Voglio sempre essere informata su ciò che accade intorno a me: mi interesso di politica e di attualità, cercando sempre una chiave di lettura che possa fornirmi un'interpretazione sulla contemporaneità. La scrittura è, tra tutti i mezzi d'espressione che finora ho esplorato, quello che sento più vicino. E' stato da sempre uno strumento di rielaborazione, il modo per dialogare con me stessa e di mettermi faccia a faccia con il mondo esterno senza ipocrisie. Leggi tutto