Vacanze in Croazia estate 2020 al tempo del Coronavirus

Dalila D'Andrea 31 Luglio 2020

Ecco come organizzare delle indimenticabili vacanze in Croazia per questa estate 2020 al tempo del Coronavirus: quando partire e cosa visitare, le regole e misure da rispettare, norme sanitarie, documenti necessari e arrivi in traghetto, auto o aereo.

Non importa se viaggi con bambini o con la fidanzata, in compagnia o da solo: organizzare per l’estate 2020 vacanze in Croazia in sicurezza è possibile. La Croazia ha tanto da offrire per le famiglie, per i giovani e persino per i più anziani. Famosa per la sua cucina, che fonde al gusto mediterraneo un pizzico d’Asia, la Croazia ti stupirà con le sue spiagge spettacolari, con il suo clima mediterraneo e con il suo immenso patrimonio culturale. Potrai fare un giro in barca a vela sull’ Adriatico o ammirare tramonti da sogno in riva al mare.

Nonostante la quarantena, infatti, la Croazia ha riaperto i battenti per ospitare turisti dall’Italia e da tutto il mondo.

Il periodo migliore per visitare la Croazia è quello estivo, tra giugno e agosto, che però è anche il periodo più costoso e affollato. Se desiderate una vacanza tranquilla, e in tempo di covid anche più sicura,  optate per il periodo primaverile (aprile-giugno) o autunnale (metà settembre-metà ottobre).

Puoi raggiungere la Croazia in auto, per via aerea o via mare: numerose compagnie offrono offerte per voli low-cost o traghetti economici per raggiungere la tua meta velocemente e in sicurezza.

Qui troverai consigli sugli itinerari più interessanti e scoprirai dove andare e cosa fare in Croazia.

Se invece ti stai chiedendo quali sono le nuove regole e restrizioni riguardo al coronavirus, qui troverai tutte le risposte.

Come funzionano le vacanze in Croazia estate 2020 al tempo del Coronavirus: regole da rispettare

La situazione della Croazia al tempo del Covid lascia spazio a molti dubbi riguardo la riapertura ai turisti per l’estate 2020. Si può andare in vacanza? Con quali modalità e secondo quali regole?

Finalmente facciamo chiarezza: ecco le risposte alle tue domande sulle vacanze in Croazia al tempo del Covid19.

Se ti stai domandando quale sia la situazione attuale della Croazia per quanto riguarda il Coronavirus, i casi attivi al momento sono 749. La situazione è tenuta sotto controllo dal governo croato che invita i turisti a prenotare senza timore le proprie vacanze in Croazia.

Ti starai sicuramente chiedendo quali documenti sono richiesti per andare in vacanza in Croazia. Tranquillo: tutti i cittadini europei possono entrare in Croazia senza problemi mostrando il documento d’identità. Non è richiesta alcuna documentazione che certifichi di essersi sottoposto a tampone.

Il ministero tuttavia ha predisposto un sito dove è possibile inserire da soli prima del viaggio gli estremi relativi al soggiorno in Croazia: informazioni sul proprio alloggio e sui propri spostamenti. Alla fine della procedura viene rilasciato un codice che è possibile presentare in frontiera. Ad ogni modo, non è obbligatorio registrarsi, anche se rimane la raccomandazione di farlo. Se vuoi conoscere la situazione della Croazia per quanto riguarda casi, decessi e guarigioni, ecco gli ultimi dati: già a metà di giugno la Croazia contava meno di una cinquantina di casi.  Per questo motivo si è deciso di aprire le frontiere ai turisti. Dall’inizio di luglio c’è stato un aumento dei casi positivi, ma la situazione rimane sotto controllo e i casi si concentrano in particolare nella capitale Zagabria.

Vuoi conoscere le misure di contenimento in atto? Bene, allora ricorda che anche se le mascherine non sono obbligatorie, rimangono raccomandabili per trascorrere la vacanza in sicurezza. Nei luoghi pubblici sono stati messi a disposizione dispenser di igienizzante ed è raccomandato il distanziamento sociale. Insomma è importante mantenere la distanza di sicurezza e non correre rischi inutili. Per questo motivo le attività con assembramenti, per esempio nei luoghi di movida sull’isola Pag, quest’anno non saranno ammesse.

Cosa serve per andare in Croazia per fare una vacanza

Cosa mettere in valigia per la tua vacanza in Croazia al tempo del covid19? Come già detto in precedenza, non devi assolutamente dimenticare la carta d’identità, che ti servirà come documento di riconoscimento per entrare nel paese. Naturalmente, viaggiando in estate, è consigliabile portare con se’ capi leggeri e optare per tessuti traspiranti, ma non dimenticare di portare un golfino più pesante per ogni evenienza.

Sicuramente dovrai portare infradito e crema solare, nonché un bel paio di occhiali da sole, ma non dimenticarti di mettere in valigia anche un paio di scarpe comode e basse, perché tra spiagge, parchi e riserve ci sarà tanto da camminare. Ricordati inoltre di portare un accappatoio in microfibra, un cappello per ripararti dal sole e una macchina fotografica subacquea. Mi raccomando: non dimenticarti di lasciare abbastanza spazio in valigia per i souvenir che porterai con te nel viaggio di ritorno!

Una delle tue grandi fortune sarà sicuramente il fatto che per andare in vacanza in Croazia non dovrai imparare il croato. In caso di necessità, infatti, la barriera linguistica per i croati non è un grande problema. In paesi come la Croazia e la Slovenia, l’italiano è una lingua ufficiale e viene studiata in molte scuole.

Quello che forse non sai è che in Croazia si soggiorna principalmente negli appartamenti che hanno la cucina propria. Questo è un fattore positivo in quanto ti permetterà di mangiare a casa, evitando locali affollati e luoghi in cui possono verificarsi assembramenti. Tuttavia è bene ricordare che proprio per questo motivo, ti converrà portare in valigia anche una moka e uno scola pasta. Possono sembrare oggetti comuni, ma sono di fondamentale importanza per noi italiani e difficilmente li troverete in una cucina croata.

Attenzione alle prese: seguono il modello tedesco, quindi sono compatibili solo le spine strette senza spinotto centrale, come quelle dei rasoi elettrici. Per le altre prese avrete bisogno di un adattatore.

Consigli per fare delle vacanze in Croazia in sicurezza

Se ti stai chiedendo come raggiungere la Croazia, puoi arrivare a destinazione in auto o in aereo, ma non dimenticare che sono attive e viaggiano regolarmente anche le linee di traghetti che partono da Ancona e da Bari per arrivare in Croazia. La Croazia offre mete mozzafiato per tutte le età: dalle spiagge alle riserve naturali, è il posto perfetto per una vacanza indimenticabile.

Stai organizzando delle vacanze in Croazia con bambini? Dubrovnik e la Dalmazia meridionale offrono le spiagge più adatte ai bambini, che scendono gradualmente nel mare. Qui troverete tanti musei da esplorare per far divertire grandi e piccoli. Se invece opterete per Spalato, potrete mostrare ai vostri figli impazziranno il magnifico palazzo di Diocleziano, e successivamente portarli a giocare sulla riviera di Makarska.

Nella Dalmazia settentrionale invece, Sibenik organizza diversi festival dedicati proprio a bambini e ragazzi mentre in Istria potrete esplorare grotte naturali, parchi dei dinosauri, e fiordi spettacolari. Non perdetevi il museo dell’Uomo di Neanderthal e il museo interattivo della tecnica di Zagabria!

Se desideri trascorrere la tua vacanza in Croazia in compagnia del tuo cane, assicurati che sia in possesso di microchip, passaporto rilasciato dalla ASL dopo l’applicazione del microchip, vaccinazione antirabbica e libretto di vaccinazione.

Sogni vacanze in Croazia con amici? Tra le mete più adatte ai giovani c’è l’Isola di Pag con la spiaggia di Zrce, a Novalja, famosa in tutta Europa. I club da non perdere sono Noa Beach Club e Kalypso. Qui potrai assistere a festival entusiasmanti e divertirti con i tuoi amici. Sull’isola di Hvar invece potrai visitare locali come il Carpe Diem e l’Hula-Hula, famoso per i suoi after beach party. La spiaggia cittadina di Split, Bacvice, è molto popolare soprattutto tra i giovani. Vi si tiene inoltre l’UltraEurope, un famoso festival musicale che attira giovani da tutto il mondo. A Tisno si tiene ogni anno il Garden Festival, mentre sulla spiaggia di Porec troverai il Byblos Beach Club, con musica di dj internazionali.

© Riproduzione Riservata
avatar Dalila D'Andrea Sono una studentessa che si prepara a sostenere l'esame di maturità. Ho 18 anni e coltivo una passione per l'attuaità e per le lingue straniere. Conosco il tedesco (B1), il francese (B2), lo spagnolo e naturalmente l'inglese (C1/C2). Coltivo una passione per il giornalismo a partire dal 2015, quando ancora frequentavo la scuola media. La notizia dell'attentato alla sede del settimanale Charlie Hebdo sconvolse drasticamente la visione del mondo di quella bambina che credeva che la libertà di espressione fosse un diritto inalienabile. Era evidente che si sbagliava, e da allora conserva ancora una copia del numero 1178, uscito pochi giorni dopo l'attentato. Dopo il crollo delle mie certezze, e una volta realizzato con amarezza che nel mondo c'è ancora tanto per cui lottare, decisi che non avrei lasciato che alcuna voce venisse silenziata, in nome della giustizia che quella sera tra il 1° e il 2 Novembre 2015 era stata spietatamente decapitata. Nel rispetto di questa mia vocazione mi impegno a dare il massimo: senza demordere, senza esitare. Leggi tutto