• Napolitani
  • Catizone
  • Romano
  • Falco
  • Quarta
  • Gelisio
  • Andreotti
  • Bruzzone
  • Buzzatti
  • De Leo
  • Romano
  • Meoli
  • Algeri
  • Ward
  • Gnudi
  • Mazzone
  • Crepet
  • Barnaba
  • Dalia
  • Tassone
  • Valorzi
  • Alemanno
  • Bonetti
  • Cacciatore
  • Casciello
  • Cocchi
  • Rinaldi
  • Boschetti
  • Pasquino
  • Santaniello
  • Miraglia
  • Bonanni
  • Liguori
  • Leone
  • De Luca
  • Rossetto
  • Coniglio
  • Califano
  • Grassotti
  • Paleari
  • Carfagna
  • Quaglia
  • di Geso
  • Baietti
  • Scorza
  • Chelini

Chi è Parvin Tadjk oggi: età e vita privata della moglie di Grillo

Antonella Acernese 4 Maggio 2021
A. A.
07/05/2021

Famosa per essere la moglie di Beppe Grillo, chi è Parvin Tadjk oggi: biografia, età, origini, dove è nata, peso, altezza, ex marito, figli e vita privata.

Spesso definita “silenziosa consigliera” e “First Lady” di Grillo, fondatore del M5S insieme a Gianroberto Casaleggio. Tuttavia non ama seguire il marito nelle varie elezioni politiche, né condividere le sue posizioni, per paura di essere coinvolta in querele per diffamazione.

Ha fatto scalpore la decisione di non seguire il marito nel tour di promozione elettorale, nel 2013. In quell’occasione, ha preferito volare a Malindi insieme ai figli, in Kenya, dove vivono i suoi parenti.

Riservata e sempre lontana dai riflettori, la consorte del leader del Movimento Cinque Stelle fa parlare di sé per aver difeso il figlio Ciro, in risposta al video di Maria Elena Boschi.

A parlarci di lei non sarà solo il rapporto con Grillo, Parvin Tadjk chi è oggi, quanti anni ha,  dove è nata, origini, dove vive, altezza, peso, ex marito, figli e vita privata, sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Parvin Tadjk: biografia, età, peso, altezza, ex marito, figli e vita privata della moglie di Grillo

Per scrivere una biografia e sapere chi è Parvin Tadjk, Facebook, interviste ed apparizioni televisive, ci saranno utili per scoprire età, dove è nata, ex marito e figli della moglie di Beppe Grillo, leader del M5S.

Nata in Iran, nel 1958. Il padre, Nasratollah è un ex importatore di tappeti nato a Teheran. La madre, Luisa D’Ettore, scomparsa un anno fa, era originaria di Ravenna. Ha una sorella, Nadereh, che si è trasferita in Africa, in Kenya. Donna raffinata, chic e precisa. Non si conosce né il suo peso né la sua altezza. Capelli neri e lunghi, ondulati, fisico asciutto e aspetto distinto.

Da piccola si trasferisce con la famiglia a Milano, dove poi è cresciuta. E’ molto legata alla sua famiglia, tanto che ha deciso di comprare una casa in Kenya, a Malindi, per poter andare spesso lì.

Sul profilo Facebook Parvin Tadjk è molto attiva, diversamente da quanto accade su Instagram, dove non ha un profilo. E’ proprio su FB che la moglie di Grillo prende del difese del figlio Ciro, rispondendo all’attacco di Maria Elena Boschi.

Della sua vita privata e sentimentale, sappiamo che prima di essere la moglie di Grillo è stata già sposata, ex marito di Parvin Tadjk è Roberto Scarnecchia, dal quale ha avuto due figli, Valentina e Matteo. Si risposa il 21 Dicembre del 1996, dal secondo matrimonio, due figli, Rocco e Ciro. Testimoni del secondo matrimonio sono Fabrizio De Andrè e Dori Ghezzi. Presente alle nozze anche il patron di Striscia la Notizia Antonio Ricci.

In un’intervista sul La7 anni fa, dichiarò che fu lei a chiedere al compagno di sposarla, perché “per Beppe non era necessario convolare a nozze”. Nella stessa intervista fece sapere che “Diversi diverbi nascono anche per la mancata collaborazione in casa da parte di Beppe e per differenti preferenze di spesa”. Il leader difatti vorrebbe che la compagna facesse la spesa nei negozi biologici.

Cosa pensa Tadjk, moglie di Grillo del figlio Ciro

Molti la conoscono per essere la moglie di Beppe Grillo, Parvin Tadjk chi è oggi, viene alla cronaca anche per via del figlio Ciro e di quanto accaduto quella sera del 2019 nella loro villa in Sardegna. Ma cosa pensa la mamma del figlio rispetto al padre?

Dopo il video pubblicato da Grillo, in difesa del figlio Ciro, tantissime sono state le critiche ricevute, specie sulla questione tempistica della denuncia fatta dalla giovane vittima La denuncia sarebbe stata fatta dopo 8 giorni dalla presunta violenza, a detta del leader politico, “troppi”.

In particolare l’esponente di Italia Viva, Maria Elena Boschi, si è scagliata su Facebook, tramite video, contro il leader politico, accusandolo di maschilismo. In risposta all’onorevole Boschi poi un post della mamma di Ciro che intende rafforzare l’innocenza dei ragazzi.C’è un video che testimonia l’innocenza dei ragazzi, dove si vede che lei è consenziente, la data della denuncia è solo un particolare”, – avrebbe scritto -.

La madre di Ciro contro la Boschi, dunque ricalca le parole del marito, ponendo l’attenzione su video ed altro materiale, consegnati alla Procura, che dimostrerebbero che la ragazza era consenziente. La donna ha testimoniato presso la procura di Tempio Pausania affermando che la notte dei fatti, lei dormiva nell’appartamento a fianco e non avrebbe sentito nulla. Ma nonostante la sua testimonianza, la donna sarebbe stata intercettata, probabilmente perché le sua dichiarazioni non ha convinto i magistrati o non sono state sufficienti a gettare luce sul caso.

Formazione e passioni di Parvin Tadjk, chi è oggi

Ma oltre ad essere la moglie di di Beppe Grillo Parvin Tadjk chi è oggi, lo sappiamo anche per via del suo carattere e delle sue passioni.

La donna ama la moda e fare shopping. Fra i suoi passatempi preferiti figurano le uscite con le amiche con le quali frequenta boutique di classe. Con il suo gruppo di amiche più intime, ama fare la spesa, chattare su Facebook, leggere, conduce quindi una vita tranquilla e riservata.

Ama lo stile ricercato e frequentare stilisti d’alta classe, come il genovese Andrea Odicini. Definita anche scherzosamente “First Lady”, ama curare il suo look, sempre raffinato ed elegante. E’ un’esteta, amante della bellezza.

In un’intervista dichiara che non si fa vedere da nessuno senza  trucco o un’adeguata preparazione, chiudendosi a chiave in bagno. Grillo invece la preferirebbe priva di trucco ed anche con i capelli bianchi.

Anagrafica Principale
Nata in Iran, nel 1958. Il padre, Nasratollah Tadjik, è un ex importatore di tappeti nato a Teheran. La madre, Luisa D'Ettore, scomparsa un anno fa, era originaria di Ravenna. Ha una sorella, Nadereh, che si è trasferita in Africa, in Kenya. Donna raffinata, chic e precisa. Capelli neri e lunghi, ondulati, fisico asciutto e aspetto distinto. Moglie di Beppe Grillo con cui ha due figli, Rocco e Ciro.
Nome e CognomeParvin Tadjk
Luogo di nascitaIran
Anagrafica Principale
Nata in Iran, nel 1958. Il padre, Nasratollah Tadjik, è un ex importatore di tappeti nato a Teheran. La madre, Luisa D'Ettore, scomparsa un anno fa, era originaria di Ravenna. Ha una sorella, Nadereh, che si è trasferita in Africa, in Kenya. Donna raffinata, chic e precisa. Capelli neri e lunghi, ondulati, fisico asciutto e aspetto distinto. Moglie di Beppe Grillo con cui ha due figli, Rocco e Ciro.
Nome e CognomeParvin Tadjk
Luogo di nascitaIran
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione. Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione . Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca. La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere. Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto